Chiese in Provincia di Verona - città di : Chiesa di San Girolamo Dottore

Chiesa di San Girolamo Dottore
S. Girolamo Dottore

VERONA
Via Mambrotta, 1/b - Mambrotta, San Martino Buon Albergo (VR)
Culto: Cattolico
Diocesi: Verona
Tipologia: chiesa
La chiesa di S. Girolamo in Mambrotta venne edificata nel corso del XVII dai signori Da Vico di Verona. Nel 1863 l’edificio venne riedificato nelle forme attuali su progetto dell’arch. Don Angelo Gottardi. L’erezione in parrocchia risale al 1863, la consacrazione al 1898. Esternamente l’edificio si presenta con facciata a capanna, in stile neoclassico. Orientamento a meridione. Torre campanaria addossata al fianco orientale dell’abside. Impianto spaziale centrale ad unica aula a pianta... Leggi tutto

Dettagli

La chiesa di S. Girolamo in Mambrotta venne edificata nel corso del XVII dai signori Da Vico di Verona. Nel 1863 l’edificio venne riedificato nelle forme attuali su progetto dell’arch. Don Angelo Gottardi. L’erezione in parrocchia risale al 1863, la consacrazione al 1898. Esternamente l’edificio si presenta con facciata a capanna, in stile neoclassico. Orientamento a meridione. Torre campanaria addossata al fianco orientale dell’abside. Impianto spaziale centrale ad unica aula a pianta ottagonale, a cui si innestano quattro bracci emergenti che segnano i due assi principali, con presbiterio rialzato di due gradini concluso con abside semicircolare lungo l’asse longitudinale, e due cappelle con altare lungo l’asse trasversale, ospitanti rispettivamente l’altare della Madonna, sul fianco occidentale, e l’altare di S. Giuseppe, sul lato opposto. I prospetti dell’aula, ornati con eleganti pitture murali, sono scanditi da snelle lesene angolari di ordine composito impostate su un alto basamento, a sostegno della trabeazione sommitale su cui si imposta la controsoffittatura piana decorata e con sfondato centrale. La pavimentazione interna è realizzata in lastre di marmo rosso Verona e pietra calcarea bianca. Copertura a padiglione ad otto falde con travature lignee portanti e manto in coppi di laterizio. Buone le condizioni di conservazione dell’edificio.

Pianta

La chiesa presenta un impianto spaziale centrale ad unica aula a pianta ottagonale, a cui si innestano quattro bracci, il cui volume risulta emergere rispetto al corpo principale, e che ne individuano i due assi principali: l’asse longitudinale è identificato, sul fronte principale, dal vestibolo d’ingresso e, sul lato opposto, dal presbiterio rialzato di due gradini e concluso con abside semicircolare; l’asse trasversale è sottolineato dalle due cappelle laterali ospitanti l’altare della Madonna, sul fianco occidentale, e l’altare di S. Giuseppe, sul lato opposto. Sul fianco occidentale del presbiterio si collocano in sequenza l’ambiente della sacrestia e la cappella invernale, mentre sul lato opposto si addossa la torre campanaria. L’ingresso principale, con bussola lignea interna, si apre al centro della parete di facciata verso il modesto sagrato antistante; è presente un entrata laterale sul fianco orientale dell’aula. Sul lato occidentale della chiesa si sviluppa il complesso edilizio ospitante il centro parrocchiale, già casa canonica.

Facciata

Facciata a capanna in stile neoclassico. Orientamento a meridione. Due coppie di paraste, con capitelli a sofà, reggono la trabeazione ed incorniciano centralmente il portale d’ingresso di forma rettangolare. Conclude verticalmente il prospetto il timpano con cornice aggettante decorata a denti di sega.

Strutture di elevazione

Le strutture di elevazione che definiscono il volume prismatico a pianta ottagonale dell’aula sono realizzate in muratura portante di pietrame misto composta da conci di pietra calcarea, tufo e mattoni pieni di laterizio, controventate in corrispondenza delle angolare mediante tiranti metallici sommitali; sono presenti tiranti metallici in corrispondenza della linea di imposta degli arconi che si aprono verso i volumi emergenti delle cappelle alterali e del vestibolo d’ingresso. I paramenti murari esterni ed interni sono intonacati e tinteggiati.

Strutture di orizzontamento e/o voltate

Lo spazio centrale dell’aula è coperto da una controsoffittatura piana decorata a tempera, sfondata al centro con una rientranza prismatica a pianta ottagonale, la cui decorazione perimetrale propone finte balaustrate, mentre la chiusura piana sommitale è decorata con la Colomba dello Spirito Santo tra una schiera di Angeli. Il presbiterio è chiuso da una volta a crociera riquadrata da cornici modanate a tempera e decorata con motivo ornamentali; la semicalotta sferica del catino absidale è ornata con un motivo a cassettoni con rosetta centrale. Le strutture voltate sono realizzate in canniccio inton

XVII sec. - XVII sec. (origini e costruzione intero bene )

La chiesa di S. Girolamo in Mambrotta venne edificata nel corso del XVII. Era oratorio pubblico soggetto alla Pieve di S. Maria in Montorio di proprietà della famiglia Da Vico.

1863 - 1863 (costruzione intero bene )

La chiesa di S. Girolamo in Mambrotta venne riedificata nelle forme attuali nel 1863 su progetto dell’arch. don Angelo Gottardi.

1886 - 1886 (erezione in parrocchia carattere generale)

La chiesa di S. Girolamo in Mambrotta venne smembrata dalla parrocchiale di S. Maria Assunta in Montorio ed eretta in parrocchia autonoma nel 1886. Decreto a firma del vescovo di Verona Luigi di Canossa (1861-1900).

1898/10/07 - 1898/10/07 (consacrazione carattere generale)

Il nuovo edificio venne consacrato il 7 ottobre 1898 dal Vescovo di Verona Luigi di Canossa (1861-1900).

2008 - 2008 (Restauro apparato decorativo interno)

Risale al 2008 l’intervento di restauro dell’apparato decorativo interno. Progetto a cura dell’arch. Mario Bellavite e dell’ing. Vinicio Venturi.

Mappa

Cimiteri a VERONA

Via Corso San Lorenzo Pescantina (Vr)

Via Roe 1 Cerea (Vr)

Via Castello Lavagno (Vr)

Onoranze funebri a VERONA

Via Carlo Alberto, 22 37057 San Giovanni Lupatoto