Chiese in Provincia di Verona - città di : Chiesa dei Santi Fabiano e Sebastiano

Chiesa dei Santi Fabiano e Sebastiano
Chiesa di San Fabiano e San Sebastiano

VERONA
Maccacari, Gazzo Veronese (VR)
Culto: Cattolico
Diocesi: Verona
Tipologia: chiesa
Scarse sono le notizie storiche riguardanti la chiesa dei SS. Fabiano e Sebastiano in Macaccari. L’edificio, nato come cappella soggetta alla vicina pieve di Correzzo, venne probabilmente edificato tra 1400 e 1500. Dell’edificio originario è visibile ancora oggi, in un vano sul lato orientale della navata, un affresco quattrocentesco raffigurante la Vergine con Bambino con i SS. Eustachio e Brigida. L’erezione in parrocchia è anteriore al 1526, anno della prima visita pastorale del vescovo... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

Scarse sono le notizie storiche riguardanti la chiesa dei SS. Fabiano e Sebastiano in Macaccari. L’edificio, nato come cappella soggetta alla vicina pieve di Correzzo, venne probabilmente edificato tra 1400 e 1500. Dell’edificio originario è visibile ancora oggi, in un vano sul lato orientale della navata, un affresco quattrocentesco raffigurante la Vergine con Bambino con i SS. Eustachio e Brigida. L’erezione in parrocchia è anteriore al 1526, anno della prima visita pastorale del vescovo Giberti. Esternamente si presenta con facciata rinascimentale rivolta a settentrione. Torre campanaria parzialmente inglobata nella muro est della chiesa. Interno ad aula unica, terminante con presbiterio a pianta rettangolare ed abside a fondale piatto. Quattro le cappelle laterali. Controsoffittatura voltata a botte, copertura a doppia falda in coppi. Pavimentazione realizzata in seminato con graniglia di marmo. Buone le condizioni di conservazione dell’edificio.

Pianta

Impianto planimetrico ad unica ampia aula rettangolare con asse maggiore longitudinale, presbiterio a pianta quadrangolare, rialzato di un gradino e di ampiezza ridotta rispetto la navata, concluso con il coro a fondale piatto; il presbiterio si apre su entrambi i lati verso due aulette minori. Lungo i fianchi longitudinali dell’aula si aprono quattro semi-cappelle, due su ciascun lato e tra loro prospicienti, all’interno delle quali trovano sede gli altari laterali: gli altari della Madonna Addolorata (già di S. Luigi Gonzaga) e della Madonna del Rosario sul fianco orientale, gli altari della Madonna Immacolata e del S. Cuore sul lato opposto. A tali ambienti si interpongono centralmente la cappellina con il fonte battesimale, sul lato destro, ed un vano in cui è conservato un affresco quattrocentesco, sul lato sinistro; in corrispondenza di quest’ultimo ambiente si affianca alla chiesa la struttura della torre campanaria, risultandone parzialmente inglobata. L’ingresso principale, con bussola interna in muratura, si apre al centro della parete di facciata verso l’ampio sagrato antistante.

Facciata

Facciata rinascimentale, a capanna, rivolta a settentrione. Due coppie di paraste tuscaniche poggianti su altrettante zoccolature reggono la trabeazione su cui poggia il timpano ed incorniciano il portale d’ingresso di forma rettangolare in pietra bianca. Sopra di esso una finestra a mezzaluna oggi murata.

Strutture di elevazione

Le strutture portanti di elevazione sono realizzate in muratura costituita da mattoni pieni di laterizio a tessitura regolare e legati con malta di calce. I paramenti esterni ed interni sono intonacati e tinteggiati.

Strutture di orizzontamento e/o voltate

L’ambiente dell’aula è coperto da una controsoffittatura voltata a botte lunettata a sezione semiellittica, caratterizzata da una decorazione a tempera che disegna finte costolonature trasversali simulando l’alternanza di volte a botte ed ampie crociere. Il vano del presbiterio è chiuso da una volta a padiglione lunettata dipinta all’intradosso con motivi a festoni vegetali, ed al centro un’ampia cornice modanata rettangolare che inquadra un tondo con la raffigurazione del Cristo tra i Santi patroni. Le suddette strutture voltate sono realizzate in canniccio intonacato, collegato ad una centinatura lignea portante.

Coperture

La struttura portante delle copertura a due falde è costituita da un sistema di capriate lignee (o semplici travature in corrispondenza del presbiterio), a cui si sovrappone l’orditura secondaria composta da arcarecci e travetti; manto di copertura in coppi di laterizio.

Pavimenti e pavimentazioni

Le pavimentazioni della navata e del presbiterio sono realizzate in seminato con graniglia di marmo a pezzatura minuta, che disegnano ampie specchiature con bordature policrome ed impasti a cromia diversificata, ed arricchite con motivi decorativi.

Prospetti interni

L’ambiente interno della chiesa è caratterizzato da una complessiva sobrietà ed a

XV sec. - XVI sec. (origini e crostruzione intero bene)

La chiesa dei SS. Fabiano e Sebastiano in Maccacari venne edificata tra XV e XVI sec. Originariamente era cappella soggetta alla vicina pieve di Correzzo.

1526 ante - 1530 (erezione in parrocchia carattere generale)

Maccacari è parrocchia con rector nel 1526. Il vescovo Giberti, nella visita pastorale del 1530 ci informa che la chiesa dei SS. Fabiano e Sebastiano è dipendente dalla chiesa di Correzzo (antica pieve) e che vi esercita lo “juspatronato” il signor Antonio Capelli .

1967 - 1967 (decorazione ad affresco interno)

L’interno dell’edificio venne decorato ad affresco nel 1967.

1970 - 1980 (apertura arcate nei muri laterali presbiterio)

Tra 1970 e 1980 i due muri laterali del presbiterio vennero trasformati in aperture ad arco.

2000 - 2000 (tinteggiatura esterno)

Del 2000 è la tinteggiatura esterna della chiesa. Progetto a cura dell’arch. Massimo Barba.

Mappa

Cimiteri a VERONA

Viale Dei Cipressi 1 Villafranca Di Verona (Vr)

Circonvallazione Aldo Moro Soave (Vr)

Via Chiesa San Pietro In Cariano (Vr)

Onoranze funebri a VERONA

Via Xx Settembre, 1 37032 Monteforte D'alpone

Via Ciro Menotti 2/A San Bonifacio

Via Fratelli Stevani, 61 37059 Zevio