Chiese in Provincia di Verona - città di : Chiesa di Santa Caterina Vergine e Martire

Chiesa di Santa Caterina Vergine e Martire
S. Caterina Vergine e Martire

VERONA
Via Borgo, 13 - Borgo, San Pietro di Morubio (VR)
Culto: Cattolico
Diocesi: Verona
Tipologia: chiesa
La chiesa di S. Caterina Vergine e Martire in Borgo di Bonavicina, originariamente cappella soggetta alla pieve di Bovolone, fu edificata nel XV sec. per volontà della nobile famiglia Dal Verme. Nel 1526 è parrocchia autonoma. La chiesa attuale è il risultato della ricostruzione avvenuta nel terzo quarto del XVIII sec. La consacrazione risale al giorno 1 ottobre del 1777. Impianto planimetrico ad unica aula rettangolare, con presbiterio quadrangolare rialzato di tre gradini concluso con il... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa di S. Caterina Vergine e Martire in Borgo di Bonavicina, originariamente cappella soggetta alla pieve di Bovolone, fu edificata nel XV sec. per volontà della nobile famiglia Dal Verme. Nel 1526 è parrocchia autonoma. La chiesa attuale è il risultato della ricostruzione avvenuta nel terzo quarto del XVIII sec. La consacrazione risale al giorno 1 ottobre del 1777. Impianto planimetrico ad unica aula rettangolare, con presbiterio quadrangolare rialzato di tre gradini concluso con il coro a sviluppo poligonale a tre lati; lungo i fianchi dell’aula due semi-cappelle laterali accolgono l’altare dei SS. Bartolomeo e Antonio, sul lato sinistro, e l’altare della Resurrezione, sul lato opposto. I prospetti interni, intonacati e tinteggiati, sono coronati da una cornice sommitale; archeggiature a tutto sesto con contorni modanati in pietra introducono le cappelle laterali ed il presbiterio; nel registro superiore della parte absidale è posta la pala seicentesca di Felice Brusasorzi raffigurante la “Madonna del rosario con S. Domenico, S. Lucia e S. Caterina da Siena”. Aula e presbiterio sono coperti da controsoffittature piane in canniccio intonacato con decorazione a cassettoni. Copertura a due falde con struttura lignea portante e manto in coppi di laterizio. La navata è pavimentata con piastrelle di cemento decorate con un motivo geometrico policromo; il presbiterio è pavimentato in quadrotte di marmo rosso Verona e marmo biancone posate a corsi diagonali; il coro presenta una pavimentazione in pianelle di cotto.Esternamente l’edificio si presenta con facciata a capanna rivolta a sud-ovest. Torre campanaria addossata al fianco settentrionale del presbiterio.

Pianta

La chiesa presenta un impianto planimetrico ad unica aula rettangolare con asse maggiore longitudinale, e presbiterio a pianta quadrangolare rialzato di tre gradini, di ampiezza ridotta e concluso con il coro a sviluppo poligonale a tre lati. Lungo i fianchi dell’aula si aprono due semi-cappelle laterali emergenti di ridotta profondità, una su ciascun lato e fra loro prospicienti, che ospitano l’altare dei SS. Bartolomeo e Antonio, sul lato settentrionale (sinistro) e l’altare della Resurrezione, sul lato opposto; ai lati dell’ingresso sono presenti due cappelline minori. Lungo il fianco meridionale del presbiterio si colloca il locale della sacrestia, sul lato opposto si addossa la torre campanaria. L’ingresso principale, con bussola lignea interna, si apre al centro della parete di facciata, verso l’ampio sagrato antistante; è presente un’entrata sul lato meridionale della navata.

Facciata

Facciata a capanna. Orientamento a sud-ovest. Rivestimento ad intonaco di colore giallo ocra. Due coppie di paraste con capitelli tuscanici inquadrano centralmente il portale d’ingresso di forma rettangolare sormontato da una epigrafe il cui testo recita: “D.O.M. / IN HONOREM / S. CATHERINAE V.M.” Oltre il portale è aperta un’ampia finestra di forma semicircolare. Chiude il prospetto l’ampio timpano aggettante, coronato sommitalmente da una croce in ferro.

Strutture di elevazione

Le strutture di elevazione sono realizzate in muratura portante di mattoni pieni di laterizio legati con malta di calce e con tessitura regolare. I paramenti murari esterni ed interni presentano un rivestimento ad intonaco.

Strutture di orizzontamento e/o voltate

L’aula è coperta da una controsoffittatura piana carenata in canniccio intonacato con decorazione a tempera a finta cassettonatura, ancorato ad un’intelaiatura portante costituita da travetti collegati presumibilmente alle catene lignee della struttura di copertura. Il vano del presbiterio è sovrastato da un controsoffitto piano in canniccio, con decorazione a cassettoni.

Coperture

Copertura a due falde, con terminazione a padiglione a tre falde a chiusura del coro, con presunta struttura portante costituita da capriate lignee; orditura secondaria composta da arcarecci e correntini con sovrapposte tavelle in cott

XV sec. - XV sec. (origini e costruzione intero bene )

La chiesa di S. Caterina Vergine e Martire, originariamente cappella soggetta alla pieve di Bovolone, fu edificata nel XV sec. per volontà della nobile famiglia Dal Verme.

1526 ante - 1526 (erezione in parrocchia carattere generale)

Nel 1526, anno della visita pastorale del vescovo di Verona Gian Matteo Giberti (1524-1543), S. Caterina è definita “ecclesia parrochialis”. Lo “ius patronato” risulta della famiglia Loredan.

XVIII sec. - XVIII sec. (costruzione intero bene )

La chiesa di S. Caterina fu riedificata nelle forme attuali nel corso della seconda metà del XVIII sec.

1771/10/01 - 1771/10/01 (consacrazione carattere generale )

Il nuovo edificio fu consacrato il giorno 1 ottobre del 1777 dal vescovo di Verona Giovanni Morosini (1772-1789).

XX sec. - XX sec. (restauro intero bene )

Nel XX sec. si registrano alcuni interventi di ordinaria manutenzione.

Mappa

Cimiteri a VERONA

Via Baesse 36 Costermano (Vr)

Via Arzaron Villa Bartolomea (Vr)

Via Roe 1 Cerea (Vr)

Onoranze funebri a VERONA

Via Fracastoro 36 Cavaion Veronese

Via I Maggio 20 Villa Bartolomea

Via Messedaglia 115 Villafranca Di Verona