Chiese in Provincia di Verona - città di : Chiesa di Sant'Antonio Abate

Chiesa di Sant'Antonio Abate
S. Antonio Abate

VERONA
Via Pigna, 10 - Costeggiola, Soave (VR)
Culto: Cattolico
Diocesi: Verona
Tipologia: chiesa
La chiesa di S. Antonio Abate in Costeggiola sorse nel XV sec. come cappella soggetta alla chiesa parrocchiale di S. Maria Maddalena in Castelcerino. Riedificata nel 1707, nel 1936 venne ampliata con l’aggiunta delle navatelle laterali e allungata in direzione dell’ingresso con la costruzione di un’ulteriore campata. L’erezione in parrocchia risale al 1929. Esternamente l’edificio si presenta con facciata a salienti rivolta ad occidente. Torre campanaria addossata al fianco settentrionale del... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa di S. Antonio Abate in Costeggiola sorse nel XV sec. come cappella soggetta alla chiesa parrocchiale di S. Maria Maddalena in Castelcerino. Riedificata nel 1707, nel 1936 venne ampliata con l’aggiunta delle navatelle laterali e allungata in direzione dell’ingresso con la costruzione di un’ulteriore campata. L’erezione in parrocchia risale al 1929. Esternamente l’edificio si presenta con facciata a salienti rivolta ad occidente. Torre campanaria addossata al fianco settentrionale del presbiterio e parzialmente inglobata in esso. Impianto planimetrico a tre navate separate da due file di arcate a tutto sesto su pilastri; presbiterio quadrangolare rialzato di due gradini e concluso con il coro a fondale piatto. Lo spazio interno è coperto da controsoffittature piane con decorazione a finto cassettonato in corrispondenza della navata centrale e del presbiterio. La pavimentazione della navata è realizzata in piastrelle di marmi policromi; il piano del presbiterio è pavimentato in scaglie di marmo grigio. Le pareti interne sono intonacate e tinteggiate; i prospetti del presbiterio sono arricchiti con decorazioni pittoriche. Copertura a due falde (ad unico spiovente in corrispondenza delle navate minori) con travature lignee portanti e manto in coppi di laterizio. Buone le condizioni di conservazione dell’edificio.

Pianta

La chiesa presenta un impianto planimetrico di tipo basilicale a tre navate separate da due file di pilastri a sezione quadrata, con asse maggiore longitudinale; la navata maggiore si prolunga con il vano a pianta quadrangolare del presbiterio, rialzato di due gradini e concluso, oltre l’altare maggiore, con il coro a fondale piatto e sopraelevato di un ulteriore gradino. Lungo le pareti d’ambito delle navate minori sono disposti gli altari laterali ed il fonte battesimale. Sul lato settentrionale del presbiterio si collocano l’ambiente della vecchia sacrestia e la torre campanaria; sul lato opposto la nuova sacrestia. Lungo il fianco meridionale della chiesa insiste l’edificio della casa canonica. L’ingresso principale, con bussola lignea interna, si apre al centro della parete di facciata, verso il modesto sagrato antistante, preceduta da una breve scalinata esterna; è presente un’entrata laterale lungo il fianco settentrionale dell’aula (navata sinistra).

Facciata

DEPD – Descrizione Facciata a salienti rivolta ad occidente. Intonacatura color giallo ocra. Nel corpo centrale si apre il semplice portale d’ingresso di forma rettangolare. Un rosone e due oculi chiusi da croci in muratura illuminano la navata, mentre due monofore a tutto sesto aperte nelle ali laterali illuminano le navatelle. Sul vertice sommitale, infisso in un supporto litico, campeggia una croce in ferro, mentre sui vertici laterali dei quattro spioventi sono collocati altrettanti pinnacoli.

Strutture di elevazione

Le strutture di elevazione sono realizzate in muratura portante costituita da pietrame misto legato con malta di calce, composta da conci di pietra calcarea, tufo e mattoni pieni in laterizio. I paramenti murari esterni ed interni si presentano intonacati e tinteggiati.

Strutture di orizzontamento e/o voltate

L’ambiente interno è coperto da controsoffittature piane in canniccio intonacato, collegato ad una orditura portante costituita da travetti lignei, con decorazione a tempera a finto cassettonato in corrispondenza della navata centrale e del presbiterio.

Coperture

Copertura a due falde in corrispondenza della navata centrale con struttura portante composta da capriate lignee a schema statico semplice con monaco centrale; copertura ad unica falda inclinata a chiusura delle navate laterali, sostenuta da falsi puntoni lignei in pendenza; orditura secondaria di tipo tradizione realizzata con arcarecci e travetti; manto in coppi di laterizio.

Pavimenti e pavimentazioni

La pavimentazione dell’aula è realizzata con piastrelle rettangolari di marmo grigio e beige perlato, alternato a piastrelle

XV sec. - XV sec. (origini e costruzione intero bene )

La chiesa di Costeggiola, originariamente cappella soggetta alla chiesa parrocchiale di S. Maria Maddalena in Castelcerino, venne edificata nel corso del XV sec.

1707 - 1707 (costruzione intero bene)

La chiesa di Costeggiola venne riedificata nel 1707.

1929/06/2 - 1929/06/2 (erezione in parrocchia carattere generale)

Il 25 giugno del 1929 la chiesa di S. Antonio Abate in Costeggiola venne smembrata dalla parrocchiale di S. Maria Maddalena ed eretta in parrocchia autonoma. Decreto a firma del vescovo di Verona Girolamo Cardinale.

1938 - 1938 (ampliamento e rinnovamento intero bene)

L’edificio nel 1938 venne modificato e ampliato con la costruzione di due navatelle laterali e l’allungamento della navata di una campata (da 4 a 5). Conseguentemente la facciata, che prima dell’intervento era a capanna, venne spostata in avanti e riedificata come è oggi, a salienti.

Mappa

Cimiteri a VERONA

Viale Della Pace Buttapietra (Vr)

Via Chiesa San Pietro In Cariano (Vr)

Viale Del Silenzio Bovolone (Vr)

Onoranze funebri a VERONA

Viale Rizzardi (Pedemonte Viale Ospedale) 1 Negrar

Snc, Via Fontanelle Snc San Bonifacio