Chiese in Provincia di Verona - città di : Chiesa dei Santi Filippo e Giacomo Apostoli

Chiesa dei Santi Filippo e Giacomo Apostoli

VERONA
Via Villa - Marciaga, Costermano (VR)
Culto: Cattolico
Diocesi: Verona
Tipologia: chiesa
La chiesa attuale fu edificata nel corso del XVIII sec. come ampliamento di una precedente cappella originariamente soggetta alla pieve di S. Maria in Garda, eretta in parrocchia nel 1541. Esternamente l’edificio si presenta con facciata in stile barocco. Orientamento occidente. Torre campanaria addossata al fianco meridionale della chiesa e parzialmente inglobata nel volume della casa canonica. Impianto planimetrico ad unica aula rettangolare, con presbiterio quadrangolare rialzato di due... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa attuale fu edificata nel corso del XVIII sec. come ampliamento di una precedente cappella originariamente soggetta alla pieve di S. Maria in Garda, eretta in parrocchia nel 1541. Esternamente l’edificio si presenta con facciata in stile barocco. Orientamento occidente. Torre campanaria addossata al fianco meridionale della chiesa e parzialmente inglobata nel volume della casa canonica. Impianto planimetrico ad unica aula rettangolare, con presbiterio quadrangolare rialzato di due gradini concluso con abside a sviluppo poligonale a tre lati; lungo i fianchi della navata due semi-cappelle laterali accolgono l’altare della Madonna del rosario, sul lato settentrionale, e l’altare dell’Addolorata, sul lato opposto. I prospetti interni, intonacati e tinteggiati, sono scanditi da lesene lisce semplificate con fusto decorato lungo la navata, e con capitelli modanati in corrispondenza dei piedritti dell’arco trionfale e delle pareti del presbiterio, a sostegno della trabeazione sommitale. La navata è coperta da una volta a botte a tutto sesto, con unghie laterali, ritmata da costolonature trasversali; il presbiterio è sovrastato da una calotta semisferica ribassata; le strutture voltate sono decorate con pitture murali. Copertura a due falde con struttura lignea portante e manto in coppi di laterizio. L’aula è pavimentata con piastrelle di cemento con decorazione policroma; il presbiterio presenta una pavimentazione in quadrotte di marmo rosso Verona e nembro bianco-rosato.

Pianta

La chiesa presenta un impianto planimetrico ad unica aula rettangolare con asse maggiore longitudinale, presbiterio quadrangolare rialzato di due gradini e di ampiezza di poco ridotta, concluso con abside a sviluppo poligonale a tre lati. Lungo i fianchi della navata, in prossimità del presbiterio, si aprono due semi-cappelle laterali emergenti di ridotta profondità, una su ciascun lato e fra loro prospicienti, in cui trovano sede l’altare della Madonna del rosario, sul lato settentrionale, e l’altare dell’Addolorata, sul lato opposto. Lungo il fianco meridionale del presbiterio si colloca il locale della sacrestia. L’ingresso principale, con bussola lignea interna, si apre al centro della parete di facciata verso l’ampio sagrato antistante. La torre campanaria si addossa al fianco sinistro della navata; sullo stesso lato insiste il corpo edilizio dell’antica casa canonica; l’attuale canonica si colloca in adiacente al lato settentrionale del presbiterio.

Facciata

Facciata in stile barocco. Orientamento a occidente. Rivestimento ad intonaco di colore arancio tenue ed ocra. Due i registri. In quello inferiore due coppie di paraste di rodine tuscanico inquadrano centralmente il portale d’ingresso timpanato. Al centro del registro superiore è aperta un’ampia finestratura di forma rettangolare. Ai suoi lati, all’interno di due nicchie, sono collocate le statue dei due Santi patroni. Chiude il prospetto il timpano curvilineo modanato.

Strutture di elevazione

Le strutture di elevazione sono realizzate in muratura portante di pietrame misto legato con malta di calce, costituita da conci di pietra calcarea locale, ciottoli e mattoni in cotto legati con malta di calce; le strutture murarie sono controventate mediante due tiranti metallici trasversali impostati in corrispondenza della costolonatura centrale della volta dell’aula e dell’arco trionfale. I paramenti murari esterni presentano un rivestimento ad intonaco; le pareti interne sono intonacate e tinteggiate.

Strutture di orizzontamento e/o voltate

La navata è coperta da una volta a botte a tutto sesto, con unghie laterali, ritmata da costolonature trasversali in lieve aggetto, decorata con due medaglioni contornati da una cornice modanata in stucco, in cui sono dipinti S. Mansueto e l’Immacolata concezione. Il presbiterio è sovrastato da una calotta semisferica ribassata, impostata su quattro pennacchi, decorata con rilievi in stucco e con un dipinto a tutto campo raffigurante l

XV sec. - XV sec. (origini e costruzione intero bene )

La chiesa dei SS. Filippo e Giacomo in Marciaga fu edificata nel XV sec. come cappella soggetta alla pieve di S. Maria in Garda.

1541 - 1541 (erezione in parrocchia carattere generale)

Nel 1541 la chiesa dei SS. Filiippo e Giacomo fu smembrata dalla pieve di Garda ed eretta in parrocchia.

1686 - 1686 (erezione campanile )

La torre campanaria fu edificata nel 1686.

1908 - 1908 (decorazione pittorica interno )

Risale al 1908 la decorazione pittorica interna (a tempera) opera dell’artista Aristide Bolla.

2007 - 2008 (restauro sagrato e facciate)

Tra 2007 e 2008 si registrano due interventi sulla chiesa, entrambe a firma dell’arch. Gualtiero Rizzi: sistemazione e pavimentazione del sagrato (2007) , restauro delle facciate della chiesa (2008).

Mappa

Cimiteri a VERONA

Via Mazzini Valeggio Sul Mincio (Vr)

Via Arzaron Villa Bartolomea (Vr)

Via Baesse 36 Costermano (Vr)

Onoranze funebri a VERONA

Viale Rizzardi (Pedemonte Viale Ospedale) 1 Negrar

Via Gardesana 126 Torri Del Benaco

Via Mascagni 1 Castel D'azzano