Chiese in Provincia di Verona - città di : Chiesa della Maternità della Beata Vergine

Chiesa della Maternità della Beata Vergine
Chiesa della Maternità della Beata Vergine Maria

VERONA
Via don Tacchella 19 - Montecchio, Negrar (VR)
Culto: Cattolico
Diocesi: Verona
Tipologia: chiesa
La chiesa di Maternità di Maria venne edificata nelle forme attuali verso la metà del XVIII sec. e riconosciuta oratorio pubblico nel 1790. L’erezione in parrocchia risale all’11 agosto del 1942. Esternamente si presenta con facciata a capanna in stile neoclassico rivolta a meridione. Torre campanaria addossata al fianco settentrionale del presbiterio. Impianto planimetrico a croce greca definita da un’aula unica a pianta rettangolare, transetto centrale e presbiterio quadrangolare rialzato... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa di Maternità di Maria venne edificata nelle forme attuali verso la metà del XVIII sec. e riconosciuta oratorio pubblico nel 1790. L’erezione in parrocchia risale all’11 agosto del 1942. Esternamente si presenta con facciata a capanna in stile neoclassico rivolta a meridione. Torre campanaria addossata al fianco settentrionale del presbiterio. Impianto planimetrico a croce greca definita da un’aula unica a pianta rettangolare, transetto centrale e presbiterio quadrangolare rialzato di due gradini e con fondale piatto; i bracci del transetto si concludono con una cappellina introdotta da un’elegante struttura a serliana, ospitante l’altare della Madonna del Rosario, a sinistra, e l’altare di S. Antonio sul lato opposto. I prospetti interni, intonacati e tinteggiati, sono riquadrati da una semplice cornice e coronati da una trabeazione modanata; le pareti del presbiterio sono ornate con pitture murali e con un ciclo pittorico raffigurante l’Annunciazione e gli episodi della vita di Gesù, realizzate dal pittore Gaetano Miolato; sulle quattro strutture murarie che delimitano la crociera del transetto sono dipinti i quattro Profeti, opera del pittore Giuseppe Resi. Lo spazio interno è coperto con volte a botte decorate a tempera con un motivo a cassettoni; la crociera del transetto è sovrastata da una volta a crociera in cui sono dipinti i quattro Evangelisti. Copertura a due falde con struttura lignea portante e manto in coppi di laterizio. La pavimentazione dell’aula è realizzata in lastre di pietra calcarea bianco-rosata; il presbiterio è pavimentato in quadrotte di marmo rosso Verona e marmo biancone posate a corsi diagonali.

Pianta

La chiesa presenta un impianto planimetrico a croce greca definita da un’aula unica a pianta rettangolare, transetto ortogonale e presbiterio a pianta quadrangolare rialzato di due gradini e con fondale piatto. I bracci del transetto si concludono ciascuno con una cappellina, ospitanti rispettivamente l’altare della Madonna del Rosario, a sinistra, e l’altare di S. Antonio a destra. Ai lati del presbiterio si collocano due aulette minori per i fedeli. Sul lato settentrionale della chiesa insistono la torre campanaria, la sacrestia ed alcuni locali di servizio. L’ingresso principale si apre al centro della parete di facciata, prospiciente un modesto sagrato raggiungibile risalendo un’alta scalinata; sono presenti due entrate laterali in corrispondenza dei bracci del transetto.

Facciata

Facciata a capanna in stile neoclassico. Orientamento a meridione. Al centro, inquadrato da due coppie di lesene e preceduto da una scalinata laterale, si apre il portale d’ingresso di forma rettangolare. Sopra il portale, all’interno di un medaglione di forma circolare, è inserito un bassorilievo raffigurante una “Vergine con Bambino e S. Giovannino”. Più in alto una finestra di forma semicircolare illumina l’interno dell’edificio. Conclude verticalmente il prospetto il timpano aggettante.

Strutture di elevazione

Le strutture di elevazione sono realizzate in muratura portante in pietra costituita da conci di tufo e pietra calcarea legati con malta di calce. I paramenti murari esterni ed interni sono intonacati e tinteggiati.

Strutture di orizzontamento e/o voltate

Navata, presbiterio e bracci laterali del transetto sono coperti da volte a botte in canniccio intonacato collegato ad una centinatura lignea portante, decorate a tempera con un motivo policromo a cassettoni (ad eccezione della volta della navata). La crociera del transetto è sovrastata da una volta a crociera in canniccio in cui sono dipinti i quattro Evangelisti su fondale a cielo stellato a tutto campo. Le cappelline che concludono i bracci del transetto presentano una controsoffittatura piana in arelle intonacata e tinteggiata verso l’intradosso.

Coperture

La pavimentazione dell’aula (navata e transetto) è realizzata in lastre rettangolari di pietra calcarea della Lessinia bianco-rosata. Il piano del presbiterio, ri

XVIII sec. - XVIII sec. (origini e costruzione intero bene)

La chiesa di della Maternità della Beata Vergine in Montecchio venne edificata verso la metà del XVIII sec. dagli abitanti del luogo.

1923 - 1923 (erezione campanile)

La costruzione della torre campanaria della chiesa di Montecchio risale al 1923.

1942/08/11 - 1942/08/11 (erezione in parrocchia carattere generale)

L’erezione in parrocchia risale all’ 11 agosto del 1942. Decreto a firma del vescovo di Verona Girolamo Cardinale.

1979 - 1979 (costruzione scalinata esterna)

La realizzazione della scala esterna risale al 1979.

2003 - 2003 (costruzione rampa accesso disabili)

Risale al 2003 la costruzione di una rampa di accesso alla chiesa per il superamento delle barriere architettoniche. Progetto a cura dell’arch. Reno Banterle.

Mappa

Cimiteri a VERONA

Via Vo Povegliano Veronese (Vr)

Via Cavalieri Di Vittorio Veneto Negrar (Vr)

Via San Martino Lazise (Vr)

Onoranze funebri a VERONA

Via Tunisi 15 Verona

Via G. Camuzzoni 31 Soave

Via G. Da Monte 20/B Verona