Chiese in Provincia di Verona - città di : Chiesa di San Martino di Tours

Chiesa di San Martino di Tours
S. Martino di Tours

VERONA
Via San Martino, 27 - Volargne, Dolcè (VR)
Culto: Cattolico
Diocesi: Verona
Tipologia: chiesa
L’attuale chiesa parrocchiale fu edificata tra 1805 e 1812 in sostituzione di una preesistente di epoca romanica (parrocchia nel 1464). La consacrazione risale al 25 ottobre del 1883. Esternamente l’edificio si presenta con facciata in stile tardo-barocco. Orientamento a sud-est. Torre campanaria addossata al fianco sud-ovest della chiesa. Impianto planimetrico ad unica aula rettangolare, e presbiterio quadrangolare rialzato di due gradini concluso con abside a fondale piatto; lungo i fianchi... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

L’attuale chiesa parrocchiale fu edificata tra 1805 e 1812 in sostituzione di una preesistente di epoca romanica (parrocchia nel 1464). La consacrazione risale al 25 ottobre del 1883. Esternamente l’edificio si presenta con facciata in stile tardo-barocco. Orientamento a sud-est. Torre campanaria addossata al fianco sud-ovest della chiesa. Impianto planimetrico ad unica aula rettangolare, e presbiterio quadrangolare rialzato di due gradini concluso con abside a fondale piatto; lungo i fianchi della navata due semi-cappelle laterali accolgono l’altare di S. Martino, sul lato destro, e l’altare della Madonna, sul lato opposto. I prospetti interni sono scanditi da snelle lesene d’ordine ionico, a fasci polistili con semicolonne in corrispondenza dell’arco trionfale e delle archeggiature delle cappelle laterali, su cui si imposta l’alta trabeazione sommitale; il presbiterio, introdotto da una struttura a serliana, presenta le pareti decorate con pitture murali. L’aula è coperta da una volta a botte con unghie laterali, scandita da costolonature trasversali, impreziosita con pitture murali; il presbiterio è sovrastato da una cupola ad otto vele decorata con pitture murali realizzate dai decoratori C. Bonato e G. Manzini (1954). Copertura a due falde con struttura lignea portante e manto in coppi di laterizio. La navata è pavimentata in quadrotte di marmo rosso Verona e marmo biancone; il piano del presbiterio è caratterizzato da un disegno geometrico in marmi policromi (marmo nero, rosso Verona e marmo biancone).

Pianta

La chiesa presenta un impianto planimetrico ad unica aula rettangolare con asse maggiore longitudinale, presbiterio quadrangolare rialzato di due gradini e protetto da balaustra, concluso con abside a fondale piatto. Lungo i fianchi della navata, in posizione centrale, si aprono due semi-cappelle laterali emergenti di modesta profondità, una su ciascun lato e fra loro prospicienti, in cui trovano sede l’altare di S. Martino, sul lato settentrionale (destro), e l’altare della Madonna, sul lato opposto. Sul fianco meridionale del presbiterio si collocano, in sequenza, il locale della sacrestia e l’Oratorio del S. Cuore. L’ingresso principale, con bussola lignea interna, si apre al centro della parete di facciata; è presente un’entrata laterale lungo il fianco meridionale dell’aula, con vestibolo d’ingresso corrispondente al locale a piano terra della torre campanaria.

Facciata

Facciata in stile tardo barocco. Orientamento a levante. Rivestimento ad intonaco di colore arancio. Due coppie di semicolonne con capitelli ionici reggono la trabeazione ed inquadrano centralmente il portale d’ingresso di forma rettangolare sormontato da un timpano curvilineo. Ai lati del portale, all’interno di due nicchie sono custodite le statue raffiguranti la Fede e la Speranza. Più in alto una finestra di forma semicircolare illumina l’interno dell’edificio. Chiude il prospetto il timpano aggettante con cornice decorata a denti di sega. Sul vertice sommitale campeggia una croce in ferro, su quelli laterali due urne acroteri ali.

Strutture di elevazione

Le strutture di elevazione sono realizzate in muratura portante costituita da conci sbozzati di pietra calcarea locale legati con malta di calce. I paramenti murari esterni ed interni presentano un rivestimento ad intonaco.

Strutture di orizzontamento e/o voltate

Lo spazio interno della navata è coperto da una volta a botte con unghie laterali, scandita da costolonature trasversali in aggetto decorate con motivi ornamentali a tempera, impreziosita con pitture murali. Il vano del presbiterio è sovrastato da una cupola a pianta ottagonale ad otto vele, impostata su un’alta trabeazione modanata, riccamente decorata con pitture murali a tutto campo, opera dei decoratori C. Bonato e G. Manzini (1954). Le strutture voltate sono realizzate in canniccio intonacato collegato ad sistema di centinature lignee portanti.

Coperture

Copertura a due falde con presunta struttur

XIV sec. - XIV sec. (origini carattere generale)

Ignote le origini della chiesa di S. Martino in Volargne. Secondo una tradizione locale risalirebbe addirittura all’epoca dei Goti (V-VI sec.). Tuttavia la prima attestazione diretta risale alla metà del XIV sec., quando S. Martino è documentata come cappella soggetta alla pieve di S. Giorgio di Valpolicella.

1464 - 1464 (erezione in parrocchia carattere generale )

Nella visita pastorale del 1464 la chiesa di S. Martino risulta dotata di fonte battesimale.

1805 - 1812 (costruzione inter)

Tra il 1805 ed il 1812 la vecchia chiesa di S. Martino , in precarie condizioni statiche, fu demolita e ricostruita nelle forme attuali. L’evento è ricordato da una lapide affissa sopra il portale d’ingresso, il cui testo recita: “TEMPLUM / DEO MAGNO AETERNO / ET MARTINI E. TURONENSIS / NOMINI DICATUM / QUOD VETUSTATE FATISCEBAT / VOLARNIENES ET CURIO / I.B. BERNARDUS / PER A. VII / AERE ET OPERIS CONLATIS / RESTITUTUM AMPLIATUM Q. / ABSOLVERUNT MDCCCXII”.

1832/10/25 - 1832/10/25 (consacrazione carattere generale)

La chiesa fu consacrata il 25 ottobre del 1883 dal vescovo di Verona Luigi di Canossa

1954 - 1954 (decorazione pittorica. interno )

Risale al 1954 la decorazione pittorica della cupola a copertura del presbiterio.

2006 - 2007 (restauro interno )

Risale al biennio 2006-2007 l’intervento di restauro e tinteggiatura delle pareti esterne. Progetto a firma dell’arch. Giuseppe Arvedi.

Mappa

Cimiteri a VERONA

Via Spiazzi Bosco Chiesanuova (Vr)

Strada Provinciale 10 Tregnago (Vr)

Via Ugo Foscolo Nogarole Rocca (Vr)

Onoranze funebri a VERONA

Via Lungadige Scrami 9 Roverchiara

Via Tunisi 15 Verona

Corso Mazzini 119 Bussolengo