Chiese in Provincia di Verona - città di : Chiesa della Santissima Trinità

Chiesa della Santissima Trinità

VERONA
Piazza Mercato - Santissima Trinità, Badia Calavena (VR)
Culto: Cattolico
Diocesi: Verona
Tipologia: chiesa
La chiesa di SS. Trinità, insieme di contrade a nord ovest del comune di Badia Calavena, ha origini antiche, che risalgono al XIII sec. Da sempre dipendente dall'abbazia di Badia Calavena, l'edificio venne riedificato nel 1676 e ampliato nel 1870. Attualmente si presenta con facciata a capanna rivolta ad occidente, interno ad aula unica impreziosito nell'area presbiterale da decorazioni ad affresco di XVII sec. Soffittatura voltata. Copertura a doppia falda in coppi soretta da capriate... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa di SS. Trinità, insieme di contrade a nord ovest del comune di Badia Calavena, ha origini antiche, che risalgono al XIII sec. Da sempre dipendente dall'abbazia di Badia Calavena, l'edificio venne riedificato nel 1676 e ampliato nel 1870. Attualmente si presenta con facciata a capanna rivolta ad occidente, interno ad aula unica impreziosito nell'area presbiterale da decorazioni ad affresco di XVII sec. Soffittatura voltata. Copertura a doppia falda in coppi soretta da capriate lignee. Pavimentazione in lastroni rettangolari di pietra locale rossa e bianca. Discrete le condizioni di conservazione dell'edificio.

Pianta

La chiesa presenta un impianto planimetrico ad unica aula rettangolare, di modeste dimensioni, che si conclude con un profondo presbiterio a pianta quadrangolare e con fondale piatto, rialzato di un gradino e di larghezza ridotta rispetto la navata. Su entrambi i lati del presbiterio due ampie aperture consentono l’accesso alla sacrestia e ad altri ambienti di servizio. L’ingresso principale si apre al centro della parete di facciata, ed è preceduto da un gradino esterno che si imposta sul piano lastricato del sagrato; lungo il fianco meridionale della navata è presente un ingresso laterale, attualmente non utilizzabile.

Facciata

Facciata rinascimentale rivolta ad occidente. Al centro si apre il portale d'ingresso rettangolare in pietra bianca. Sopra di esso una grande finestra a mezzaluna illumina l'interno. ancora più in alto una finestrella esagonale modanata. Sul vertice sommitale campeggia una esile croce di ferro.

Strutture di elevazione

Le strutture portanti verticali sono realizzate in muratura mista con prevalenza di conci di pietra calcarea, legati con malta di calce; gli elementi angolari sono costituiti da blocchi regolari di pietra squadrata lasciati a vista. I paramenti interni ed esterni si presentano intonacati.

Strutture di orizzontamento e/o voltate

L’ambiente dell’aula è coperto da una volta a botte in muratura a sesto leggermente ribassato, scandita in tre campate da costolonature trasversali a stucco; la campata centrale presenta due unghie laterali che convergono in sommità. Il vano del presbiterio è chiuso da una volta a botte in muratura a tutto sesto che si prolunga fino alla parete di fondo. Le superfici voltate sono intonacate ed impreziosite con decorazioni a tempera raffiguranti la Trinità tra le Virtù Teologali (presbiterio) e composizioni di angeli con rose (aula).

Coperture

Il corpo principale della chiesa presenta una copertura a due falde con struttura portante costituita presumibilmente da semplici capriate lignee e orditura secondaria con arcarecci e travetti; la copertura a due falde sovrapposta al presbiterio è realizzata con una struttura portante a travature lignee; manto di copertura in lastre di pietra calcarea della Lessinia.

Pavimenti e pavimentazioni

La pavimentazione dell’aula e del presbiterio è realizzata in lastre rettangolari di nembro rosato e calcare bianco della Lessinia.

Prospetti interni

Il piccolo ambiente interno della chiesa si presenta caratterizzato da una complessiva armoniosità e sobrietà compositiva e decorativa, arricchita dai pregevoli affreschi che adornano la parete di fondo del presbiterio. I prospetti interni, intonacati e tinteggiati con una cromia uniforme, sono regolati dal ritmo dell’ordine, scanditi in campate da lesene con basi e capitelli modanati, sui quali si imposta un’alta trabeazione che raccorda l’intera composizione. Nella campata centrale dei prospetti longitudinali della navata è presente un’arcatella cieca a tutto sesto; nell’arcata sul fianco settentrionale è inserita una nicchia con cornice in marmo rosso Verona scolpito in cui è ospitata una statua lignea della Madonna con Gesù Bambino. Il presbiterio è introdotto da un arco trionfale a tutto sesto con ghiera modanata; sui fianchi laterali del presbiterio due ampie aperture ad arco ribassato consentono l’accesso agli ambienti

XIII sec. - XIII sec. (origini e costruzione intero bene )

La tradizione assegna la costruzione di un sacello o di un piccolo oratorio attorno al XIII sec. Tale edificio primitivo con ogni probabilità dipendeva dall'abbazia di Badia Calavena.

1492 - 1492 (dipendenza dal monastero di SS. Nazaro e Celso carattere generale)

Nel 1498 Papa Alessandro VI designò il monastero di Badia Calavena per sussidio a quello di SS. Nazaro e Celso in Verona e con esso anche la cappella di SS. Trinità.

1676 - 1676 (costruzione intero bene )

Nel 1676 sull'edificio primitivo venne edificata una chiesa più capiente.

1870 - 1870 (ampliamento intero bene )

Nel 1870 l'edificio venne ampliato e configurato nelle forme attuali dagli abitanti della zona.

1952/11/22 - 1952/11/22 (erezione in parrocchia carattere generale)

La chiesa di SS. Trinità venne eretta in parrocchia il 22 novembre 1952 su decreto del vescovo di Verona Girolamo Cardinale (1923-1954).

1954 - 1954 (restauro intero bene )

In seguito all'erezione in parrocchia, l'edificio venne integralmente restaurato. Anno 1954.

Mappa

Cimiteri a VERONA

Viale Della Pace Buttapietra (Vr)

Via Castello Lavagno (Vr)

Via Della Rimembranza Oppeano (Vr)

Onoranze funebri a VERONA

Via Monti Lessini 31 Cerro Veronese

Via Lungadige Scrami 9 Roverchiara

Via Due Porte 27 Pastrengo