Chiese in Provincia di Verona - città di : Chiesa di San Michele Arcangelo

Chiesa di San Michele Arcangelo

VERONA
Via Croce Gaium - Rivoli Veronese (VR)
Culto: Cattolico
Diocesi: Verona
Tipologia: chiesa
La chiesa di S. Michele Arcangelo fu edificata nel XII sec. su preesistenze di epoca longobarda. Ampliata nel XV secolo e successivamente nel 1562 dai Conti Gaioni, fu bombardata e quasi completamente distrutta durante la II Guerra Mondiale. Di essa rimane oggi visibile solo un locale sagrestia, una cappella laterale e la torre campanaria di epoca romanica. Esternamente l’edificio si presenta con semplice facciata a capanna rivolta ad oriente. Torre campanaria addossata al fianco... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa di S. Michele Arcangelo fu edificata nel XII sec. su preesistenze di epoca longobarda. Ampliata nel XV secolo e successivamente nel 1562 dai Conti Gaioni, fu bombardata e quasi completamente distrutta durante la II Guerra Mondiale. Di essa rimane oggi visibile solo un locale sagrestia, una cappella laterale e la torre campanaria di epoca romanica. Esternamente l’edificio si presenta con semplice facciata a capanna rivolta ad oriente. Torre campanaria addossata al fianco settentrionale della chiesa. Impianto planimetrico ad unica aula rettangolare di ridotte dimensioni, con presbiterio delimitato da una fascia pavimentale a sviluppo semicircolare rialzata di un gradino; l’altare si imposta sull’antico pavimento posto ad una quota di poco ribassata. Le pareti interne, in parte con tessitura muraria a vista ed in parte intonacate, conservano decorazioni ad affresco cinquecentesche a motivi vegetali che interessano in particolare la volta a crociera di copertura e le lunette dei fianchi laterali. Copertura a due falde con struttura lignea portante a manto in coppi di laterizio. L’aula è pavimentata in quadrotte di marmo rosso Verona e pietra bianca; la pavimentazione del presbiterio è realizzata in pianelle di cotto.

Pianta

Chiesetta ad unica aula a pianta rettangolare di ridotte dimensioni, con presbiterio delimitato da una fascia pavimentale a sviluppo semicircolare rialzata di un gradino; l’altare si imposta sull’antico pavimento posto ad una quota di poco ribassata; in corrispondenza dell’estremità settentrionale del presbiterio avviene il collegamento all’adiacente torre campanaria; l’ingresso principale si apre al centro della parete di facciata.

Facciata

Facciata a capanna rivolta ad oriente. Si accede tramite un semplice portale a tutto sesto.

Strutture di elevazione

Le strutture di elevazione sono realizzate in muratura portante di pietrame misto legato con malta di calce, composto da conci sbozzati e blocchi squadrati di pietra calcarea locale, ciottoli e mattoni pieni in laterizio; le strutture murarie sono controventate mediante una cerchiatura perimetrale realizzata mediante catene metalliche disposte lungo il settore superiore delle pareti; è presente un tirante metallico in corrispondenza dell’imposta dell’arco trionfale. I paramenti murari esterni ed interni presentano un parziale rivestimento con intonaco a base di calce.

Strutture di orizzontamento e/o voltate

L’interno della chiesa è coperto da una struttura voltata a crociera in muratura, decorata verso l’intradosso con affreschi cinquecenteschi a motivi vegetali.

Coperture

Copertura a due falde con struttura portante costituita da una trave di colmo centrale e falsi puntoni laterali; orditura secondaria composta da arcarecci e travetti con sovrapposte tavelle in cotto; manto in coppi di laterizio.

Pavimenti e pavimentazioni

Il settore anteriore dell’aula presenta una pavimentazione in quadrotte alternate di marmo rosso Verona e pietra bianca. Una fascia pavimentale rialzata a sviluppo semicircolare, con rivestimento in lastre di marmo rosso Verona, precede il presbiterio pavimentato in pianelle di cotto.

Prospetti interni

Il piccolo e raccolto ambiente interno della chiesa, sobrio ed austero, armonico nelle linee e nelle proporzioni, presenta le pareti interne in parte con tessitura muraria a vista ed in parte intonacate; le pareti conservano decorazioni ad affresco cinquecentesche, che interessano in particolare la struttura voltata e le lunette dei fianchi laterali; una finestratura ogivale trilobata con imbotte strombato si apre nel settore superiore della parete meridionale; due strette finestrelle si aprono nella parete di fondo del presbiterio.

Prospetti esterni

I prospetti esterni, caratterizzati da uno sviluppo semplice e lineare, presentano un parziale rivestimento con intonaco a base di calce che in più punti lascia a vista l’articolato palinsesto murario; il fronte meridionale, coronato da un

XII sec. - XII sec. (origini e costruzione intero bene)

La chiesa di S. Michele Arcangelo in Gaium fu edificata nel XII sec. su preesistenze di epoca longobarda (come lascia pensare anche il toponimo del paese, che deriverebbe da l termine longobardo “gahagium” che significa bosco).

XV sec. - XV sec. (ampliamento intero bene )

Nel corso del XV sec. l’edificio è stato ampliato con l’abbattimento dell’abside romanica e la costruzione di un presbiterio più profondo e la creazione di una nicchia sul fianco settentrionale.

1460 - 1460 (erezione in parrocchia carattere generale )

Nel 1460, anno della visita pastorale di Matteo Canato, vescovo di Tripoli e luogotenente del vescovo di Verona Ermolao Barbaro (1453-1471), la chiesa di S. Michele è dotata di fonte battesimale. Tuttavia persiste ancora qualche legame con la pieve matrice di Cisano.

1562 - 1562 (ampliamento e rinnovamento intero bene )

Nel 1562 si registra un altro intervento di ampliamento e rinnovamento, operato dai Conti Gaioni. La cappella di epoca romanica, ampliata nel XV sec., fu inglobata nel nuovo edificio.

1944 - 1951 (restauro intero bene )

Nel corso della II Guerra Mondiale la chiesa fu bombardata, parzialmente distrutta e abbandonata. Tra il 1950 ed il 1951 l’edificio fu restaurato ad opera della Soprintendenza. Le strutture superstiti giunte fino a noi sono: la sagrestia, una cappella laterale e la torre campanaria di epoca romanica

1951 - 1951 (trasferimento della sede parrocchiale carattere generale )

Nel 1951 la sede parrocchiale fu trasferita dalla antica chiesa di S. Michele alla nuova chiesa di S. Michele edificata a poca distanza, in contrada Rivolti.

2003 - 2003 (soggezione a Rivoli carattere generale )

Nel 2003 la chiesa di S. Michele in Gaium fu aggregata alla parrocchia di S. Giovanni Battista in Rivoli.

2008 - 2009 (restauro intero bene )

Risale al 2008-2009 l’intervento di restauro conservativo degli apparati decorativi interni ed esterni . Progetto a firma dell’arch. Renzo Nicolis.

Mappa

Cimiteri a VERONA

Viale Della Pace Buttapietra (Vr)

Via Della Rimembranza Oppeano (Vr)

Via Mazzini Valeggio Sul Mincio (Vr)

Onoranze funebri a VERONA

Via Spaziani 5 Isola Della Scala

Via S. Francesco 22 San Pietro In Cariano

Piazza Della Della Vittoria 10 Bussolengo