Chiese in Provincia di Verona - città di : Chiesa di Santa Lucia di Pol

Chiesa di Santa Lucia di Pol
S. Lucia di Pol

VERONA
Via Don Morandini - Santa Lucia, Pescantina (VR)
Culto: Cattolico
Diocesi: Verona
Tipologia: chiesa
La chiesetta di S. Lucia in Pol venne edificata nel corso del XII. A lungo soggetta alla signoria del vescovo di Verona non dipese mai da alcuna pieve. Tra il XIII ed il XV sec. l’interno venne impreziosito con affreschi e cicli pittorici raffiguranti prevalentemente santi. Nel 1907 fu dichiarata oratorio pubblico soggetto alla chiesa parrocchiale di S. Lorenzo in Pescantina. Nel 1949 fu eretta in parrocchia autonoma. Il 31 maggio 1961 lo status di parrocchia fu trasferito alla nuova... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesetta di S. Lucia in Pol venne edificata nel corso del XII. A lungo soggetta alla signoria del vescovo di Verona non dipese mai da alcuna pieve. Tra il XIII ed il XV sec. l’interno venne impreziosito con affreschi e cicli pittorici raffiguranti prevalentemente santi. Nel 1907 fu dichiarata oratorio pubblico soggetto alla chiesa parrocchiale di S. Lorenzo in Pescantina. Nel 1949 fu eretta in parrocchia autonoma. Il 31 maggio 1961 lo status di parrocchia fu trasferito alla nuova parrocchiale di S. Lucia di Pescantina (edificata tra 1958 e 1961) e la chiesetta di Pol divenne cappella ad essa soggetta. Recentemente l’edificio h beneficiato di un organico intervento di restauro sull’esterno e sulle decorazioni pittoriche interne di XIII-XV sec. Esternamente si presenta con facciata a capanna rivolta ad occidente. Campanile a vela posto al di sopra della falda di copertura meridionale. Impianto planimetrico ad unica aula rettangolare con presbiterio quadrangolare rialzato di un gradino. Lo spazio interno della chiesa, sobrio ed austero nell’essenzialità delle sue linee architettoniche, presenta le pareti interne ornate con un pregevole ciclo di affreschi tardo-medievali raffiguranti teorie di santi. La navata è coperta dalla sovrapposta struttura di copertura a capanna con travature e capriate lignee a vista; manto in coppi di laterizio. La pavimentazione è realizzata in lastre di pietra calcarea bianco-rosata.

Pianta

La chiesa presenta un impianto planimetrico ad unica aula rettangolare a marcato sviluppo longitudinale, presbiterio emergente a pianta quadrangolare rialzato di un gradino e con fondale piatto. L’ingresso principale della chiesa si apre al centro della parete di facciata verso l’ampio sagrato antistante, è presente un’entrata laterale sul fianco sud-orientale dell’aula.

Facciata

Facciata a capanna semplice e lineare. Orientamento ad ovest. Al centro si apre il portale d’ingresso di forma rettangolare. Più in alto una finestra di forma semicircolare illumina l’interno dell’edificio. Sul vertice sommitale, infissa su un supporto litico a pigna campeggia una esile croce in ferro.

Strutture di elevazione

Le strutture di elevazione sono realizzate in muratura portante di pietrame misto composto da conci di pietra calcarea, ciottoli di fiume e puntuali elementi in cotto. I paramenti murari esterni ed interni presentano un rivestimento con intonacatura a base di calce.

Strutture di orizzontamento e/o voltate

L’ambiente dell’aula è coperto dalla sovrapposta struttura lignea di copertura con travature e capriate a vista. Il vano dell’abside è chiuso da una volta a crociera in muratura, intonacata e tinteggiata verso l’intradosso.

Coperture

Copertura a due falde con struttura portante costituita da quattro capriate lignee a schema statico semplice con monaco centrale poggianti su mensole in pietra in corrispondenza degli innesti nelle murature; orditura secondaria composta da arcarecci e travetti con sovrapposte tavelle in cotto; manto in coppi di laterizio.

Pavimenti e pavimentazioni

La pavimentazione interna, con sottostante vespaio aerato, è realizzata in lastre rettangolari di pietra calcarea bianco-rosata.

Prospetti interni

Lo spazio interno della chiesa, sobrio ed austero nell’essenzialità delle sue linee architettoniche, caratterizzato da un impianto spaziale a marcato sviluppo longitudinale, presenta le pareti longitudinali della navata ornate con un pregevole ciclo di affreschi tardo-medievali recentemente riportati alla luce, raffiguranti teorie di santi; il presbiterio è introdotto da un arco trionfale a tutto sesto modanato; l’altare maggiore in marmi policromi, addossato alla parete di fondo, è sovrastato da un pittura murale che disegna una quinta architettonica, al centro della quale una nicchia con contorni in marmo custodisce la piccola statua lignea dipinta di S. Lucia.

Prospetti esterni

I prospetti esterni, caratterizzati da uno sviluppo semplice e linear

XII sec. - XII sec. (origini e costruzione intero bene)

Ignote sono le origini della chiesetta di S. Lucia di Pol. In base all’analisi delle strutture murarie ed architettoniche si ipotizza una datazione al XII sec. La chiesetta, a lungo soggetta (fino al XVIII sec.) alla signoria del vescovo di Verona (iurisdictionis episcopi), non dipese mai da alcuna pieve.

XIII sec. - XV sec. (decorazioni ad affresco interno)

Tra il XIII ed il XV sec. l’interno venne impreziosito con affreschi e cicli pittorici raffiguranti prevalentemente santi, alcuni illeggibili a causa delle picchettature da intonaco. Ancora leggibili risultano una S. Valeria ed un S. Cristoforo, una Madonna in trono, un S. Paolo S. Maria Egiziaca, S. Lucia, S. Antonio Abate, S. Giovanni Evangelista, S. Zeno e due crocifissioni con la Vergine.

XVII sec. - XVII sec. (rinnovamento e sopraelevazione abside e copertura)

Risale agli ultimi anni del XVII sec. il rinnovamento del presbiterio, con la costruzione di un arco trionfale più imponente e la conseguente soprelevazione dell’edificio alla quota attuale.

1907 - 1907 (cappella soggetta a Pescantina carattere generale)

Nel 1907 la chiesetta di S. Lucia venne dichiarata oratorio pubblico soggetto alla chiesa parrocchiale di S. Lorenzo in Pescantina.

1949/03/25 - 1949/03/25 (erezione in parrocchia carattere generale)

Risale al 25 marzo del 1949 l’erezione in parrocchia della chiesa di S. Lucia di Pol. Decreto a firma del vescovo di Verona Girolamo Cardinale (1923-1954).

1961/05/31 - 1961/05/31 (cappella soggetta a S. Lucia di Pescantina carattere generale)

Il 31 maggio 1961 lo status di parrocchia fu trasferito alla nuova parrocchiale di S. Lucia in S. Lucia di Pescantina (edificata tra 1958 e 1961). La chiesetta di Pol divenne cappella ad essa soggetta.

2007 - 2007 (restauro intero bene )

Risale al 2007 l’intervento di restauro sui paramenti esterni, sulla copertura e sulle decorazioni pittoriche interne di XIII-XV sec.

Mappa

Cimiteri a VERONA

Via Dei Cipressi 1 Malcesine (Vr)

Via Cantona Ronco All'adige (Vr)

Via San Martino Lazise (Vr)

Onoranze funebri a VERONA

Via Fontanelle 2 San Bonifacio

Via Carlo Alberto 22 San Giovanni Lupatoto

Via Carlo Alberto, 22 37057 San Giovanni Lupatoto