Chiese in Provincia di Verona - città di : Chiesa di Santa Maria della Neve

Chiesa di Santa Maria della Neve

VERONA
Via Madonna - Colà, Lazise (VR)
Culto: Cattolico
Diocesi: Verona
Tipologia: chiesa
La chiesa della Madonna della Neve, originariamente dedicata a S. Giorgio Martire, venne edificata in epoca romanica (X-XI sec.) come cappella soggetta alla pieve di S. Andrea in Sandrà. Forse a causa delle distruzioni provocate dalla calata dei Lanzichenecchi, tra 1526 e 1530 la chiesa di S. Giorgio, situata all’esterno della cortina muraria del paese fu temporaneamente abbandonata e declassata a semplice cappella. La sede parrocchiale fu trasferita alla vicina chiesetta privata dedicata... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa della Madonna della Neve, originariamente dedicata a S. Giorgio Martire, venne edificata in epoca romanica (X-XI sec.) come cappella soggetta alla pieve di S. Andrea in Sandrà. Forse a causa delle distruzioni provocate dalla calata dei Lanzichenecchi, tra 1526 e 1530 la chiesa di S. Giorgio, situata all’esterno della cortina muraria del paese fu temporaneamente abbandonata e declassata a semplice cappella. La sede parrocchiale fu trasferita alla vicina chiesetta privata dedicata alla Vergine, situata all’interno del castello. Nel corso del XVII sec. si diffuse la notizia che l’immagine scultorea della Vergine, posta sull’altare della antica chiesa di S. Giorgio, aveva concesso alcune grazie ad infermi ed ammalati. Nel 1652, In considerazione della grande devozione dei fedeli la chiesa fu riedificata nelle forme attuali e dedicata alla Madonna della Neve. Esternamente l’edificio si presenta con facciata a capanna. Orientamento ad occidente. Campanile a vela a campana doppia, posto sull’angolo nord-est della copertura. Impianto planimetrico ad unica aula rettangolare, presbiterio quadrangolare rialzato di un gradino e concluso con il coro a fondale piatto. Le pareti interne, intonacate e tinteggiate, sono coronate da un fregio con decorazioni policrome a motivi vegetali; sul lato sinistro un’archeggiatura a tutto sesto accoglie l’altare della Passione; sulla parete opposta è posto un dipinto murale raffigurante il “Compianto su Gesù Cristo morto”; ai lati dell’arco trionfale è raffigurata l’Annunciazione; nella lunetta della parete di fondo del presbiterio è dipinta la “Madonna della Neve”. L’aula è coperta dalla sovrapposta struttura di copertura a due falde con capriate e travature lignee a vista; il presbiterio è chiuso da una volta a botte decorata con un ciclo pittorico con raffigurazioni delle litanie della Beata Vergine. La pavimentazione dell’aula è realizzata in pianelle di cotto; il presbiterio è pavimentato con lastre di marmo rosso Verona.

Pianta

La chiesa presenta un impianto planimetrico ad unica aula rettangolare con asse maggiore longitudinale, presbiterio quadrangolare rialzato di un gradino e di ampiezza ridotta, concluso con il coro a fondale piatto. Sul lato settentrionale del presbiterio si colloca la sacrestia, mentre sul lato opposto insiste l’edificio della casa canonica. Lungo il fianco sinistro dell’aula è posto l’altare della Passione. L’ingresso principale della chiesa, con bussola interna, si apre al cento della parete di facciata, verso il sagrato antistante; è presente un’entrata laterale sul lato meridionale della navata, con il passaggio da un vestibolo di ingresso interno al corpo edilizio della casa canonica.

Facciata

Facciata a capanna. Al centro, inquadrato da due finestre di forma rettangolare si apre il semplice portale d’ingresso in pietra calcarea sovrastato da una nicchia decorata con un dipinto sbiadito raffigurante una “Vergine con Bambino”. Più in alto altre due finestre illuminano l’interno dell’edificio. Chiude il prospetto il frontone con cornice lievemente aggettante .

Strutture di elevazione

Le strutture di elevazione sono realizzate in muratura portante di pietrame misto composta da ciottoli, conci di pietra locale e mattoni pieni di laterizio legati con malta di calce; l’ammorsatura delle angolate è realizzata con blocchi squadrati di pietra e mattoni in cotto a tessitura regolare. E’ presente un tirante metallico trasversale di controventatura in prossimità della parete absidale, all’imposta della volta. I paramenti murari esterni presentano un rivestimento ad intonaco; le pareti interne sono intonacate e tinteggiate.

Strutture di orizzontamento e/o voltate

L’ambiente dell’aula è coperto dalla sovrapposta struttura lignea di copertura con travature e capriate a vista; le catene lignee delle capriate presentano decori a tempera. Il presbiterio è sovrastato da una volta a botte, con presunta struttura in muratura, intonacata e decorata verso l’i

X sec.ante - XI sec. (origini e costruzione intero bene)

La chiesa della Madonna della Neve, originariamente dedicata a S. Giorgio Martire, venne edificata in epoca romanica (X-XI sec.) come cappella soggetta alla pieve di S. Andrea in Sandrà.

1526 ante - 1526 (erezione in parrocchia carattere generale)

La chiesa di S. Giorgio in Colà fu eretta in parrocchia prima del 1526. Nella trascrizione della visita pastorale di quell’anno si legge: “[…] fu visitata ecclesia parrocchialis Sancti Georgi de Colado”.

1526 - 1530 (trasferimento della sede parrocchiale carattere generale)

Forse a causa delle distruzioni provocate dalla calata dei Lanzichenecchi, tra 1526 e 1530 la chiesa di S. Giorgio, situata all’esterno della cortina muraria del paese fu temporaneamente abbandonata e declassata a semplice cappella. La sede parrocchiale fu trasferita ad una chiesetta privata dedicata alla Vergine, situata all’interno del castello.

1652 - 1652 (costruizone e dedicazione intero bene)

Nel corso del XVII sec. si diffuse la notizia che l’immagine scultorea della Vergine, posta sull’altare della antica chiesa di S. Giorgio, aveva concesso alcune grazie ad infermi ed ammalati. Nel 1652, In considerazione della grande devozione dei fedeli la chiesa fu riedificata nelle forme attuali e dedicata alla Madonna della Neve

1945 - 1945 (decorazione pittorica interno )

Risale al 1945 il ciclo pittorico interno (si ricorda la “Annunciazione” sull’arco trionfale, la “Deposizione” sulla parte meridionale dell’aula e la “il miracolo della Madonna della Neve” nella lunetta del presbiterio), opera dell’artista locale Casimiro Salvelli (Vr 1882 - Castelnuovo del Garda 1980). L’evento è ricordato da una iscrizione posta in controfacciata, al di sopra del portale d’ingresso.

1982 - 1982 (sistemazione sagrato )

Al 1982 risale la sistemazione del sagrato antistante la chiesa ad opera del Gruppo Alpini di Colà. L’evento è ricordato da una lapide incastonata all’esterno del portale d’ingresso.

1991 - 1993 (restauro intero bene)

Risale al biennio 1991-1993 l’intervento di restauro della copertura della chiesa.

Mappa

Cimiteri a VERONA

Viale Dei Cipressi 1 Villafranca Di Verona (Vr)

Via Cavalieri Di Vittorio Veneto Negrar (Vr)

Via Raizzola 10 Casaleone (Vr)

Onoranze funebri a VERONA

Via Guglielmo Marconi, 16 37041 Albaredo D'adige

Via Chiesa 2 Sant'ambrogio Di Valpolicella

Piazza Iv Novembre 2 Mezzane Di Sotto