Chiese in Provincia di Verona - città di : Chiesa della Natività di Maria Vergine

Chiesa della Natività di Maria Vergine

VERONA
Piazza Chiesa, 3 - Cisano, Bardolino (VR)
Culto: Cattolico
Diocesi: Verona
Tipologia: chiesa
La chiesa di Natività di Maria Vergine venne edificata nel corso del XII sec. in sostituzione di un precedente edificio di epoca longobarda, risalente almeno al IX sec (a sua volta costruito su preesistenze di epoca paleocristiana). Della chiesa altomedievale rimane oggi visibile solo una porzione di abside ed alcuni reperti di epoca longobarda murati nella facciata principale, in quelle laterali e a lato dell’abside della chiesa di epoca romanica. Tra il 1849 ed il 1851 l’edificio fu... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa di Natività di Maria Vergine venne edificata nel corso del XII sec. in sostituzione di un precedente edificio di epoca longobarda, risalente almeno al IX sec (a sua volta costruito su preesistenze di epoca paleocristiana). Della chiesa altomedievale rimane oggi visibile solo una porzione di abside ed alcuni reperti di epoca longobarda murati nella facciata principale, in quelle laterali e a lato dell’abside della chiesa di epoca romanica. Tra il 1849 ed il 1851 l’edificio fu rinnovato internamente nelle forme attuali secondo il gusto neoclassico del tempo. Contestualmente l’aula, la facciata e l’abside furono soprelevate alla quota attuale. Esternamente l’edificio si presenta con facciata a capanna in stile romanico. Torre campanaria addossata al fianco meridionale della chiesa, in continuazione con la facciata. Impianto planimetrico a croce latina con unica aula rettangolare, pseudo-transetto trasversale con bracci absidati, presbiterio quadrangolare rialzato di due gradini concluso con abside semicircolare, a cui si contrappone, nella parete di controfacciata, un’analoga struttura absidata; nei bracci del transetto trovano sede l’altare dell’Immacolata con S. Anna, sul lato meridionale, e l’altare della Madonna del Rosario, sul lato opposto. I prospetti interni sono ritmati da lesene d’ordine corinzio a sostegno dell’alta trabeazione sommitale; nella parete absidale sono dipinti i Santi Giuliano, Vito, Modesto e Crescenzia, opera del pittore Gaetano Miolato. L’aula è coperta da una volta a botte con teste di padiglione ed unghie laterali, decorata con motivi ornamentali a tempera; nella crociera del transetto sono dipinti quattro medaglioni in cui sono raffigurati gli Evangelisti; sul catino absidale è dipinta la Natività di Maria; le decorazioni delle volte sono realizzate dal Miolato. Copertura a due falde con strutture lignee portanti e manto in coppi di laterizio. La pavimentazione è realizzata in lastre di marmo rosso Verona e marmo biancone.

Pianta

La chiesa presenta un impianto planimetrico a croce latina definita da un’unica aula rettangolare con asse maggiore longitudinale, pseudo-transetto trasversale con bracci absidati a sviluppo semicircolare, presbiterio quadrangolare rialzato di due gradini concluso con abside semicircolare, a cui si contrappone, nella parete di controfacciata, un’analoga struttura absidata (non emergente verso l’esterno) al centro della quale si apre l’ingresso principale. Nei bracci del transetto trovano sede l’altare dell’Immacolata con S. Anna, sul lato meridionale, e l’altare della Madonna del Rosario, sul lato opposto. Sul lato destro del presbiterio si colloca un corpo edilizio minore che accoglie l’ambiente della sacrestia, accessibile dal presbiterio, oltre ad un locale di servizio ed il vestibolo dell’ingresso laterale; un ulteriore accesso alla chiesa avviene sul lato settentrionale dell’aula. La torre campanaria si eleva addossata al fianco meridionale della chiesa, di poco emergente rispetto il piano della facciata principale. Sul lato settentrionale della chiesa si sviluppa il complesso edilizio della casa canonica e delle opere parrocchiali.

Facciata

Facciata a capanna in stile romanico. Orientamento a occidente. Al centro si apre il portale d’ingresso di forma rettangolare, sormontato da un protiro pensile a protezione di una nicchia decorata ad affresco con un dipinto cinquecentesco raffigurante la “Vergine con Bambino”. Ai lati del protiro, su blocchi di pietra calcarea bianca provenienti dal preesistente edificio di epoca longobarda, sono incise alcune figure: a destra un’aquila, un pesce ed un cavallo, a sinistra un cavaliere stilizzato recante un pugnale ed uno scudo. Lateralmente sono aperte due monofore. Più in alto una bifora oggi murata un tempo illuminava l’interno dell’edificio. Sopra di essa sono murate tre pietre lavorate anch’esse di reimpiegate, di epoca longobarda. Chiude il prospetto il tetto a doppio spiovente decorato nel sottogronda da

IXsec.ante - XII sec. (origini e costruzione intero bene)

La chiesa di Natività di Maria Vergine venne edificata nel corso del XII sec. in sostituzione di un precedente edificio di epoca longobarda, risalente almeno al IX sec (a sua volta costruito su preesistenze di epoca paleocristiana). Della chiesa altomedievale rimane oggi visibile solo una porzione di abside ed alcuni reperti di epoca longobarda murati nella facciata principale, in quelle laterali e a lato dell’abside della chiesa di epoca romanica. E’ poi giunta fino a noi una epigrafe il cui testo ci informa che nel X sec. la chiesetta fu fatta restaurare e decorare dal presbitero Teupo.

1849 - 1851 (rinnovamento intero bene)

Tra il 1849 ed il 1851 l’edificio fu rinnovato internamente nelle forme attuali secondo il gusto neoclassico del tempo. Contestualmente l’aula, la facciata e l’abside furono soprelevate alla quota attuale.

1935 - 1935 (decorazione pittorica interno)

Risale al 1935 la decorazione pittorica del presbiterio e del coro ad opera del pittore Gaetano Miolato (1875-1961).

Mappa

Cimiteri a VERONA

Via Ugo Foscolo Nogarole Rocca (Vr)

Strada Provinciale 10 Tregnago (Vr)

Via Raizzola 10 Casaleone (Vr)

Onoranze funebri a VERONA

Via Trento 1 Casaleone

Via Monti Lessini 31 Cerro Veronese