Chiese in Provincia di Verona - città di : Chiesa di San Nicola da Bari

Chiesa di San Nicola da Bari
S. Nicola da Bari

VERONA
Contrada Postuman - Castagnè, Mezzane di Sotto (VR)
Culto: Cattolico
Diocesi: Verona
Tipologia: chiesa
Salendo da Mezzane di Sotto a Castagnè, a metà strada si incontra Postuman, che civilmente da parte del comune di Mezzane, mentre come parrocchia fa capo a Castagnè. La chiesa di S. Nicola da Bari venne edificata prima del XIV sec e restaurata tra 1891 e 1892. Esternamente si presenta con semplice facciata a capanna rivolta ad ovest. Campanile addossato al fianco meridionale della chiesa. Impianto planimetrico ad unica navatella rettangolare con presbiterio emergente a pianta quadrangolare.... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

Salendo da Mezzane di Sotto a Castagnè, a metà strada si incontra Postuman, che civilmente da parte del comune di Mezzane, mentre come parrocchia fa capo a Castagnè. La chiesa di S. Nicola da Bari venne edificata prima del XIV sec e restaurata tra 1891 e 1892. Esternamente si presenta con semplice facciata a capanna rivolta ad ovest. Campanile addossato al fianco meridionale della chiesa. Impianto planimetrico ad unica navatella rettangolare con presbiterio emergente a pianta quadrangolare. Le pareti interne sono semplicemente intonacate e tinteggiate; sulla parete meridionale dell’aula si conserva un affresco raffigurante la “Madonna con Gesù Bambino”, opera popolare della seconda metà del XIV sec; l’altare è sovrastato da una tela con la “Vergine ed il Figlio in Gloria tra Santi”. Copertura a due falde con struttura portante composta da travature e capriate a vista; manto in coppi di laterizio. La pavimentazione è realizzata in piastrelle di cemento. Discrete le condizioni di conservazione dell’edificio.

Pianta

Oratorio di modeste dimensioni con impianto planimetrico ad unica navatella rettangolare con asse maggiore longitudinale, presbiterio emergente a pianta quadrangolare, di ampiezza di poco ridotta rispetto l’aula con la quale risulta complanare, concluso con il coro a fondale piatto. L’ingresso principale si apre al centro della parete di facciata, verso l’ampio sagrato antistante.

Facciata

Facciata a capanna rivolta ad occidente. Al centro si apre il portale d’ingresso di forma rettangolare. Sopra il portale una epigrafe ricorda un terremoto occorso nel 1891. Sul vertice sommitale e su quelli laterali campeggiano tre pinnacoli.

Strutture di elevazione

Le strutture di elevazione sono realizzate in muratura portante costituita da conci di pietra calcarea della Lessinia legati con malta di calce; le ammorsature tra le pareti in corrispondenza delle angolate sono rinforzate con blocchi squadrati di pietra. Sono presenti tiranti metallici trasversali in corrispondenza dell’arco trionfale e delle catene lignee delle capriate della struttura di copertura. I paramenti esterni presentano un rivestimento ad intonaco cementizio in buona parte ammalorato; le pareti interne sono intonacate e tinteggiate.

Strutture di orizzontamento e/o voltate

L’ambiente dell’aula è coperto dalla sovrapposta struttura lignea di copertura con travature e capriate a vista. Il vano del presbiterio è chiuso da un solaio piano in canniccio intonacato collegato ad una semplice intelaiatura portante costituita da travicelli lignei.

Coperture

Copertura a due falde con struttura portante costituita da tre capriate lignee a schema statico semplice con monaco centrale (ovvero con trave di colmo centrale e terzere laterali in corrispondenza del presbiterio) poggianti su mensole in pietra in corrispondenza dell’innesto nelle murature; orditura secondaria composta da arcarecci e travetti con sovrapposte tavelle in cotto; manto in coppi di laterizio.

Pavimenti e pavimentazioni

La pavimentazione interna, realizzata in piastrelle di cemento color bianco e rosso posate a colori alternati con un disegno a scacchiera, è attraversata in corrispondenza dei due assi principali dell’aula, da due fasce tra loro ortogonali pavimentate con piastrelle di cemento ad impasto chiaro con graniglia di marmi policromi; la fascia centrale longitudinale si prolunga fino ai gradini in pietra calcarea bianco-rosata dell’altare.

Prospetti interni

Il piccolo e modesto ambiente interno della chiesa, dalle linee sobrie ed equilibrate, presenta le pareti interne semplicemente intonacate e tinteggiate; sulla parete meridionale dell’aula si conserva un affresco raffigurante la “Madonna con Gesù Bambino”, opera popolare della seconda metà del XIV sec.; l’altare in marmi policromi è sovrastato da una tela con la “Vergine ed il Figlio in Gloria tra Santi”.

Prospetti esterni

I prospetti esterni, semplicemente intonacati, sono caratterizzati da uno

ante XIV - XIV sec. (origini e costruzione intero bene)

Ignote sono le origini della chiesetta di S. Nicola da Bari in contrada Postuma di Castagnè. Sicuramente era già stata edificata quando fu decorata con il pregevole affresco interno raffigurante la “Vergine in trono con Bambino”, dagli studiosi attribuito alla seconda metà del XIV sec.

1891 - 1891 (restauro intero bene)

L’edificio nel 1891 venne danneggiato da un terremoto. L’anno successivo venne restaurato. L’evento è ricordato da una lapide murata al di sopra del portale d’ingresso la data 1891.

Mappa

Cimiteri a VERONA

Via San Vito 30 (Vr)

Via Baesse 36 Costermano (Vr)

Via Roe 1 Cerea (Vr)

Onoranze funebri a VERONA

Via Luigi Prina 56 Villafranca Di Verona

Via Mantova 20 Legnago

Via Chiesa 42 Albaredo D'adige