Chiese in Provincia di Verona - città di : Chiesa di Sant'Andrea Apostolo

Chiesa di Sant'Andrea Apostolo
S. Andrea Apostolo

VERONA
Via Centro, 2 - Romagnano, Grezzana (VR)
Culto: Cattolico
Diocesi: Verona
Tipologia: chiesa
Nel luogo dove oggi sorge la chiesa parrocchiale di Romagano, fin dal 967 esisteva una cappella eretta dai monaci benedettini dell’Abazia di S. Zeno in Verona. L’erezione in parrocchia risale al 1460 se non prima. L’ampliamento dell’edificio nelle forme attuali risale all’intervento occorso nel 1836. Del 1882 è il completamento della facciata. Attualmente l’edificio si presenta con facciata neoclassica a capanna rivolta a nord-ovest. Torre campanaria adiacente al fianco nord dell’edificio.... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

Nel luogo dove oggi sorge la chiesa parrocchiale di Romagano, fin dal 967 esisteva una cappella eretta dai monaci benedettini dell’Abazia di S. Zeno in Verona. L’erezione in parrocchia risale al 1460 se non prima. L’ampliamento dell’edificio nelle forme attuali risale all’intervento occorso nel 1836. Del 1882 è il completamento della facciata. Attualmente l’edificio si presenta con facciata neoclassica a capanna rivolta a nord-ovest. Torre campanaria adiacente al fianco nord dell’edificio. Impianto planimetrico ad unica aula quadrangolare con altari laterali, presbiterio rialzato di due gradini concluso da un’abside semicircolare. L’ampia navata interna è coperta da una volta a sezione semiellittica in canniccio intonacato e decorato a finti cassettoni; il presbiterio è coperto da una controsoffittatura lignea tripartita e interamente decorata: una volta a botte nel registro centrale, un soffitto piano nei settori laterali. Copertura a due falde con struttura a capriate lignee e manto in coppi di laterizio. La pavimentazione dell’aula è realizzata in marmo rosso Verona e marmo biancone; il piano rialzato del presbiterio è pavimentato con quadrotte di marmi policromi (marmo biancone, marmo rosso Verona e marmo nero) a corsi diagonali. Buone le condizioni di conservazione dell’edificio.

Pianta

La chiesa presenta un impianto planimetrico ad unica ampia aula quadrangolare, presbiterio rialzato di due gradini concluso da un’abside emergente a sviluppo semicircolare sopraelevato di un ulteriore gradino. Lungo i fianchi laterali della navata si aprono due semi-cappelle emergenti, una su ciascun lato e fra loro prospicienti, in cui trovano sede l’altare del S. Cuore (già di S. Antonio da Padova) sul lato meridionale, e l’altare della Madonna del Rosario sul lato opposto. Il settore centrale del presbiterio è delimitato da quattro possenti colonne su basamento a pianta quadrata. Il fianco settentrionale del presbiterio si apre verso un oratorio (o aula minore) a pianta rettangolare con sviluppo ortogonale rispetto l’asse maggiore della chiesa; a questo si affiancano sul lato occidentale la sacrestia e la torre campanaria. La cappella feriale, dedicata a S. Anna, si colloca in un locale dell’adiacente casa canonica, raggiungibile da un’apertura sul fianco sinistro dell’aula, in prossimità dell’ingresso. L’ingresso principale, con bussola lignea interna, si apre al centro della parete di facciata ed è preceduto da due gradini esterni; è presente un’entrata laterale sul fianco meridionale dell’aula.

Facciata

Facciata in stile neoclassico, a capanna. Orientamento a nord-ovest. Due coppie di paraste, poggianti su un’alta zoccolatura, incorniciano il portale d’ingresso di forma rettangolare e reggono la trabeazione (recante l’iscrizione: “BEATO ANDREAE APOSTOLO DICATUM”). Al di sopra del portale una finestra a mezzaluna illumina l’interno dell’edificio. Chiude il prospetto il timpano lievemente sporgente.

Strutture di elevazione

La chiesa si imposta su una possente sostruzione muraria a sezione decrescente verso la facciata principale in relazione alla pendenza del terreno. Le strutture portanti di elevazione sono realizzate in muratura di pietrame misto legato con malta di calce, con prevalenza di conci di pietra calcarea della Lessinia e puntuali elementi in laterizio.

Strutture di orizzontamento e/o voltate

L’ampia navata interna è coperta da una controsoffittatura voltata a sezione semiellittica, realizzata in listelli di legno intonacati e collegati ad una centinatura lignea portante; la superficie voltata presenta verso l’intradosso una decorazione a tempera che disegna due costolonature trasversali che scandiscono la volta in tre campate: quella centrale con unghie laterali, quelle laterali decorate con una finta cassettonatura. Il presbiterio è coperto da una controsoffittatura lignea con una configurazione geometrica tripartita: una volta a botte nel registro centrale, un soffitto piano nei settori laterali;

961 - 967 (origini e costruzione intero bene)

Sul luogo dove oggi sorge la chiesa parrocchiale di Romagnano, si dal 967 esisteva una cappella eretta dai monaci benedettini di S. Zeno, su territorio loro concesso in feudo dall’imperatore Ottone I il 3 ottobre del 961.

1460 ante - 1460 (erezione in parrocchia carattere generale)

Risale almeno al 1460 l’erezione in parrocchia autonoma della chiesa di S. Andrea in Romagnano.

1706 - 1706 (collocazione altare maggiore)

Nel 1706 venne collocato il nuovo altare maggiore (tutt’ora visibile) una iscrizione posta sul retro dello stesso ricorda che era allora rettore della chiesa tale Bartholo de Zuanis.

1836 - 1836 (ampliamento e restauro intero bene)

Nel 1836 l’edificio venne restaurato ed ampliato in direzione della facciata. L’interno venne portato alle forme attuali basandosi su disegno del conte Giuseppe Gazzola. L’evento è ricordato da una lapide posta in facciata.

1882 - 1882 (completamento facciata)

Nel 1882 venne completata la facciata rimasta incompiuta nel precedente intervento del 1836. Ideatore dell’opera fu Leonardo Lonardoni, fratello dell’allora parroco Giò Batta Lonardoni. Anche tale evento è ricordato con un’epigrafe posta in facciata in posizione simmetrica rispetto alla precedente.

2000 - 2000 (costruzione cappella S. Anna)

Risale all’anno 2000 la costruzione della cappella di S. Anna, situata a lato della parete meridionale in prossimità dell’ingresso.

2006 - 2006 (restauro intero bene )

Del 2006 è il progetto di restauro e risanamento conservativo della chiesa parrocchiale di S. Andrea a Romagnano. Progetto a cura dell’arch. Giovanni Mengalli.

Mappa

Cimiteri a VERONA

Via Baesse 36 Costermano (Vr)

Circonvallazione Aldo Moro Soave (Vr)

Via Corso San Lorenzo Pescantina (Vr)

Onoranze funebri a VERONA

Via Madonna 151 Bovolone

Via Carrari 62 Sommacampagna

Via Xx Settembre, 1 B 37036 San Martino Buon Albergo