Chiese in Provincia di Verona - città di : Cappella Benedettina di San Michele Arcangelo

Cappella Benedettina di San Michele Arcangelo
S. Michele Arcangelo

VERONA
Via Chiesa - Verona (VR)
Culto: Cattolico
Diocesi: Verona
Tipologia: cappella
Antiche sono le origini della cappella benedettina di S. Michele in S. Michele Extra, paese situato subito ad est di Verona. Documentata sin dall’813, la chiesetta venne ampliata in forme romaniche nel corso del XII sec. L’erezione in parrocchia risale al 1221. In seguito alla costruzione della chiesa cinquecentesca, la cappella benedettina venne alterata con la distruzione della facciata ( demolita per lasciar posto al transetto est) e con la soprelevazione delle pareti perimetrali,... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

Antiche sono le origini della cappella benedettina di S. Michele in S. Michele Extra, paese situato subito ad est di Verona. Documentata sin dall’813, la chiesetta venne ampliata in forme romaniche nel corso del XII sec. L’erezione in parrocchia risale al 1221. In seguito alla costruzione della chiesa cinquecentesca, la cappella benedettina venne alterata con la distruzione della facciata ( demolita per lasciar posto al transetto est) e con la soprelevazione delle pareti perimetrali, dell’abside e del campanile. L’edificio, orientato (abside ad oriente), è privo di facciata, inglobata dal transetto sud della chiesa rinascimentale. In essa si accede tramite una porta aperta nella parete di fondo. Esternamente rimangono visibili i fianchi, l’abside romanico edificato in mattoni di laterizio e conci di tufo ed il campanile romanico (a nord dell’abside). Impianto planimetrico ad unica aula rettangolare conclusa con un abside semicircolare, con area presbiteriale ribassata di circa 1,80. Le pareti interne sono intonacate e decorate con affreschi trecenteschi e cinquecenteschi attualmente in fase di restauro. Lo spazio dell’aula è coperto da una volta a botte ribassata in canniccio intonacato collegato ad una centinatura lignea portante; l’abside è chiusa da una semicalotta sferica in muratura, intonacata ed affrescata verso l’intradosso. La pavimentazione è realizzata in pianelle di cotto posate a spina di pesce. Copertura a due falde con travature lignee portanti e manto in coppi di laterizio.

Pianta

Inserita nel settore orientale dell’articolato complesso edilizio della parrocchia di S. Michele Arcangelo, la cappella benedettina, ridotta ed in parte alterata rispetto la sua consistenza originaria a seguito degli interventi di ampliamento che si sono verificati nel tempo, si presenta attualmente caratterizzata da un impianto planimetrico ad unica aula rettangolare conclusa verso est con un’abside emergente semicircolare; altimetricamente si articola su un doppio livello, di cui quello corrispondente alla zona absidale e preabsidale risulta posto ad una quota ribassata di circa 1,80 m rispetto il livello del settore anteriore dell’aula, da cui risulta accessibile discendendo una scaletta in muratura; la porzione occidentale del fianco meridionale è compenetrata da parte della struttura absidale dell’adiacente chiesa rinascimentale; addossato alla parete settentrionale del presbiterio si eleva il campaniletto romanico, mentre sul lato opposto si sviluppa una stretta navetella conclusa da un’absidiola; l’entrata alla cappella avviene lungo la parete occidentale, in posizione lievemente disassata rispetto l’asse longitudinale, in corrispondenza del transetto destro della suddetta chiesa rinascimentale.

Facciata

L’edificio risulta essere privo di facciata.

Strutture di elevazione

Le strutture di elevazione sono realizzate in muratura portanti costituita da corsi irregolari di cotto, tufo e ciottoli di fiume legati con malta di calce, con paramenti esterni lasciati a vista; le pareti interne sono intonacate.

Strutture di orizzontamento e/o voltate

Il settore corrispondente alla porzione anteriore dell’aula fino alla regione pre-absidale è coperta da una volta a botte a sesto ribassata realizzata in canniccio intonacato collegato ad una centinatura lignea portante. L’area absidale è chiusa da una semicalotta sferica in muratura, intonacata ed affrescata verso l’intradosso.

Coperture

Copertura a due falde, a padiglione in corrispondenza dell’abside, con travature lignee portanti; orditura secondaria di tipo tradizionale e manto in coppi di laterizio.

Pavimenti e pavimentazioni

La pavimentazione interna è realizzata in pianelle di cotto posate a “spina di pesce”; la navatella meridionale è pavimentata con quadrotte di pietra calcarea bianco-rosata.

Prospetti interni

Il modesto e raccolto spazio interno della cappella, dalle linee sobrie ed equilibrate, debolmente illuminato dalle finestrature che s

813 ante - 813 (origini e costruzione intero bene )

Le origini del monastero e della cappella benedettina di S. Michele sono molto antiche. Dell’ 813 è il documento con il quale vescovo Ratoldo la concesse ai canonici della Cattedrale di Verona.

1063 - 1063 (concessione alle monache benedettine carattere generale)

Nel 1063 la chiesa venne affidata alle monache benedettine che occupavano l’adiacente monastero, rimanendo però sempre soggetta al Capitolo.

XII sec. - XII sec. (costruzione intero bene )

Risale al XII sec. il rifacimento delle’edificio nelle forme romaniche attuali. A questa fase appartiene il ciclo d’affreschi che decorano l’abside.

1221 - 1221 (erezione in parrocchia carattere generale )

Risale al 1221 l’erezione in parrocchia, con decreto del vescovo di Verona Norandino (1214-1224).

XIV sec. - XIV sec. (decorazione ad affresco aula )

Al XIV sec. risale la decorazione pittorica ad affresco dell’aula.

XVI sec. - XVI sec. (costruzione seconda chiesa, soprelevazione cappell intero bene)

Verso la metà del XVI sec. venne edificata una seconda chiesa antistante la cappella benedettina. La costruzione del nuovo edificio comportò la demolizione della facciata della cappella, alla quale tutt’ora si accede tramite una porta aperta nel transetto meridionale della chiesa cinquecentesca. In tale occasione, per amor di proporzione, cappella e campanile vennero soprelevati.

XX sec. - XX sec. (restauro intero bene)

La cappella benedettina di S. Michele venne restaurata internamente nel corso del XX sec.

2007 - 2007 (restauro esterno e campanile)

Risale al 2007 l’intervento di restauro dei paramenti murari esterni di cappella e campanile. Progetto a cura dell’arch. Marco Molon.

2013 - 2014 (restauro intero bene)

Del 2013-2014 è l’intervento di restauro dell’edificio e delle decorazione pittoriche interne risalenti al XII e al XIV sec. Progetto a cura dell’arch. Marco Molon.

Mappa

Cimiteri a VERONA

Via Roe 1 Cerea (Vr)

Via Raizzola 10 Casaleone (Vr)

Via Cimitero 1 San Bonifacio (Vr)

Onoranze funebri a VERONA

Via Roma, 32 37032 Ronca'

Via Marconi 24 Albaredo D'adige

Via Negrelli Luigi 81/D Verona