Chiese in Provincia di Verona - città di : Chiesa dei Santi Vito, Modesto e Crescenzia

Chiesa dei Santi Vito, Modesto e Crescenzia

VERONA
Piazza Roncari - Pazzon, Caprino Veronese (VR)
Culto: Cattolico
Diocesi: Verona
Tipologia: chiesa
L’attuale chiesa parrocchiale dedicata ai SS. Vito, Crescenzia e Modesto in Pazzon fu edificata tra il 1932 ed il 1935 in sostituzione della preesistente (originariamente cappella soggetta alla pieve di Caprino, eretta in parrocchia nel 1568). Il nuovo edificio fu benedetto in data 10 ottobre 1935. L’edificio fu consacrato il 15 giugno del 1997 dal vescovo di Verona Attilio Nicora. Esternamente la chiesa si presenta con facciata a salienti in stile neo gotico. Orientamento a meridione. Torre... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

L’attuale chiesa parrocchiale dedicata ai SS. Vito, Crescenzia e Modesto in Pazzon fu edificata tra il 1932 ed il 1935 in sostituzione della preesistente (originariamente cappella soggetta alla pieve di Caprino, eretta in parrocchia nel 1568). Il nuovo edificio fu benedetto in data 10 ottobre 1935. L’edificio fu consacrato il 15 giugno del 1997 dal vescovo di Verona Attilio Nicora. Esternamente la chiesa si presenta con facciata a salienti in stile neo gotico. Orientamento a meridione. Torre campanaria separata dalla chiesa e parzialmente inglobata nel complesso edilizio casa canonica-opere parrocchiali. Impianto planimetrico di tipo basilicale a tre navate separate da due file archeggiature impostate su colonne; la navata maggiore si prolunga con il presbiterio rialzato di tre gradini, concluso con abside semicircolare. Le pareti interne, intonacate e tinteggiate, sono ritmate lungo i fianchi delle navate minori da lesene lisce poste in asse con le colonne centrali in marmo rosso Verona; una spessa cornice modanata si sviluppa lungo la parete absidale. La navata maggiore è coperta da una volta a botte con unghie laterali; le navate minori sono chiuse da una teoria di volte a crociera; un ampio catino absidale sovrasta il presbiterio. Copertura a due falde in corrispondenza della navata centrale, ad unica falda lungo le navate minori, con struttura lignea portante e manto in coppi di laterizio. La pavimentazione dell’aula, realizzata in quadrotte di marmo rosso Verona e nembro bianco-rosato, è attraversata, in corrispondenza degli assi principali, da due fasce ortogonali in marmo rosso Verona e marmo biancone; il piano del presbiterio è pavimentato con quadrotte di marmo rosso Verona, marmo grigio e nembro rosato.

Pianta

La chiesa presenta un impianto planimetrico di tipo basilicale a tre navate con asse maggiore longitudinale, separate tra loro da due file di cinque colonne; la navata maggiore si prolunga con il presbiterio rialzato di tre gradini e concluso con ampia abside emergente a sviluppo semicircolare; a conclusione dell’ultima campata delle navate laterali, rialzata di due gradini, sono posti gli altari dell’Addolorata, a destra, e di S. Giuseppe, a sinistra. Dalla navata destra avviene l’accesso al locale della sacrestia. L’ingresso principale, con bussola lignea interna, si apre al centro della parete di facciata (navata centrale); è presente un’entrata laterale lungo il fianco orientale dell’aula (navata destra). La torre campanaria si eleva a breve distanza sul lato orientale della chiesa, inglobata nel complesso edilizio che ospita la casa canonica e le opere parrocchiali.

Facciata

Facciata a salienti in stile neogotico, edificata in mattoni di laterizio e conci squadrati di pietra calcarea locale faccia a vista. Orientamento a meridione. Al centro si apre il portale d’ingresso di forma rettangolare, sormontato da una lunetta e protetto da un protiro pensile. Oltre il protiro, un arco trionfale delimita un’ampia vetrata artistica a tutto sesto. Nelle ali laterali sono aperti due bifore cieche. Lungo i sottogronda corre una decorazione ad archetti.

Strutture di elevazione

Le strutture di elevazione sono realizzate in muratura portante costituita da conci e blocchi squadrati di pietra calcarea e rosso ammonitico locale legati con malta di calce; i setti murari che separano le navate dell’aula si impostano su arcate gravanti su possenti colonne monolitiche in rosso ammonitico. I paramenti murari esterni ed interni sono intonacati e tinteggiati.

Strutture di orizzontamento e/o voltate

Lungo la navata maggiore si sviluppa una profonda volta a botte con unghie laterali; le navate minori sono coperte da una teoria di volte a crociera, scandite da costolonature trasversali; un ampio catino absidale chiude il presbiterio.

Coperture

Copertura a due falde in corrispondenza della navata centrale (con testata a padiglione in corrispondenza del presbiterio) con presunta struttura portante compost

1932 - 1935 (origini e costruzione intero bene)

L'attuale chiesa parrocchiale dedicata ai SS. Vito, Crescenzia e Modesto in Pazzon fu edificata tra il 1932 ed il 1935 in sostituzione della preesistente (originariamente cappella soggetta alla pieve di Caprino, eretta in parrocchia nel 1568). Il nuovo edificio fu benedetto in data 10 ottobre 1935 dal vicario generale Mons. Giuseppe Manzini.

1986 - 1998 (consolidamento statico intero bene)

Tra il 1986 ed il 1998 si registrano interventi di carattere statico: tra questi consolidamento chiesa (1986), consolidamento campanile (1988), tetto della chiesa (1998).

1997/06/15 - 1997/06/15 (consacrazione carattere generale )

L’edificio fu consacrato il 15 giugno del 1997 dal vescovo di Verona Attilio Nicora (1992-1997).

Mappa

Cimiteri a VERONA

Via Ugo Foscolo Nogarole Rocca (Vr)

Via Spiazzi Bosco Chiesanuova (Vr)

Circonvallazione Aldo Moro Soave (Vr)

Onoranze funebri a VERONA

Via Prina 56 37069 Verona

Via Lazzaretto 93 Monteforte D'alpone