Chiese in Provincia di Verona - città di : Chiesa di San Vincenzo Ferreri

Chiesa di San Vincenzo Ferreri
S. Vincenzo Ferreri

VERONA
Via Foscarino snc - Fittà, Soave (VR)
Culto: Cattolico
Diocesi: Verona
Tipologia: chiesa
La chiesa di S. Vincenzo Ferreri in Fittà venne edificata nel 1901 come cappella soggetta alla chiesa parrocchiale di S.Maria Maddalena in Castelcerino. L’erezione in parrocchia risale al 1930. L’ampliamento nelle forme attuali al biennio 1940-1941. Di recente realizzazione (2001) il progetto di restauro della copertura della chiesa e dei locali parrocchiali. Esternamente l’edificio si presenta con facciata a capanna rivolta ad oriente. Campanile a vela posto al di sopra della falda di... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa di S. Vincenzo Ferreri in Fittà venne edificata nel 1901 come cappella soggetta alla chiesa parrocchiale di S.Maria Maddalena in Castelcerino. L’erezione in parrocchia risale al 1930. L’ampliamento nelle forme attuali al biennio 1940-1941. Di recente realizzazione (2001) il progetto di restauro della copertura della chiesa e dei locali parrocchiali. Esternamente l’edificio si presenta con facciata a capanna rivolta ad oriente. Campanile a vela posto al di sopra della falda di copertura della cappella feriale (a nord del presbiterio). Impianto planimetrico ad unica aula rettangolare con due semi-cappelle laterali con altare (l’altare della Madonna del Rosario, sul lato meridionale, e l’altare di S. Giuseppe, sul lato opposto), presbiterio quadrangolare rialzato di due gradini e concluso con il coro poligonale a tre lati. La navata è coperta da un soffitto ligneo a cassettoni decorati con motivi ornamentali a tempera; il presbiterio è chiuso da una semplice controsoffittatura piana in canniccio intonacato e decorato verso l’intradosso. I prospetti interni sono caratterizzati da un’articolata decorazione pittorica policroma arricchita da dipinti murali. La pavimentazione è realizzata in piastrelle di cemento con graniglia di marmi policromi. Copertura a due falde con travature lignee portanti e manto in coppi di laterizio. Buone le condizioni di conservazione dell’edificio.

Pianta

La chiesa presenta un impianto planimetrico ad unica aula rettangolare con asse maggiore longitudinale, presbiterio quadrangolare, rialzato di due gradini e di ampiezza minore, concluso con il coro a sviluppo poligonale a tre lati. Lungo le pareti longitudinali della navata, in prossimità del presbiterio, si aprono due semi-cappelle laterali emergenti, una su ciascun lato e fra loro prospicienti, in cui trovano sede l’altare della Madonna del Rosario (con i Santi Domenico e Caterina) sul lato meridionale, e l’altare di S. Giuseppe, sul lato opposto. Lateralmente al presbiterio, con cui risultano in collegamento diretto, si collocano l’ambiente della sacrestia, a destra, e la cappella feriale a sinistra. Lungo il fianco meridionale della chiesa insiste un volume edilizio con locali di servizio della parrocchia. L’ingresso principale, con bussola lignea interna, si apre al centro della parete di facciata, preceduto da una breve scalinata esterna; sono presenti due entrate laterale sul fianco meridionale dell’aula. La sezione muraria del fianco settentrionale presenta un progressivo allargamento a partire dalla facciata fino a collegarsi al volume edilizio della sacrestia.

Facciata

Facciata a capanna rivolta ad oriente. Intonacatura color rosa tenue. Due coppie di lesene in pietra calcarea con capitelli ionico-corinzi, reggono la trabeazione ed incorniciano il portale d’ingresso a tutto sesto e le due monofore, anch’esse a tutto sesto. Sopra il portale un oculo illumina l’interno dell’edificio. Conclude verticalmente il prospetto il timpano con cornice lievemente aggettante.

Strutture di elevazione

Le strutture di elevazione sono realizzate in muratura portante di pietrame misto composta da conci di pietra calcarea, tufo e mattoni in laterizio legati con malta di calce. I paramenti murari esterni ed interni sono intonacati e tinteggiati.

Strutture di orizzontamento e/o voltate

L’ambiente dell’aula è coperto da un soffitto piano a cassettoni realizzato con struttura portante composta da travature trasversali e orditura minore di travetti lignei a maglia ortogonale; i lacunari sono chiusi da pannellature lignee decorati con motivi ornamentali a tempera; le travature presentano decorazioni policrome e dorature. Il presbiterio è chiuso da una controsoffittatura piana in canniccio intonacato e decorato verso l’intradosso.

Coperture

Copertura a due falde con struttura portante costituita da capriate lignee a schema statico semplice con monaco centrale e saette di controventatura; orditura secondaria composta da arcarecci e

1901 - 1901 (origini e costruzione intero bene )

La chiesa di San Vincenzo Ferreri in Fittà venne edificata nel 1901 come cappella soggetta alla chiesa parrocchiale di S. Maria Maddalena in Castelcerino.

1930/12/12 - 1930/12/12 (erezione in parrocchia carattere generale)

La chiesa di S. Vincenzo Ferreri venne eretta in parrocchia autonoma, smembrandola da Castelcerino, il 12 dicembre del 1930. Decreto a firma del vescovo di Verona Girolamo Cardinale.

1940 - 1941 (ampliamento intero bene)

Tra 1940 e 1941 l’edificio venne ampliato con la costruzione di due locali a lato del presbiterio, oggi utilizzati come sagrestia ce come cappella feriale, e di altri locali ad uso ripostiglio.

2001 - 2001 (reatauro intero bene)

Risale al 2001 l’intervento di restauro della copertura del complesso parrocchiale di Fittà. Progetto a cura dell’arch. Massimo Valdinoci.

Mappa

Cimiteri a VERONA

Via Cimitero 1 San Bonifacio (Vr)

Via San Vito 30 (Vr)

Viale Del Silenzio Bovolone (Vr)

Onoranze funebri a VERONA

Via Roma 13 Montecchia Di Crosara

Via Roma 110 Grezzana

Via Lazzaretto 93 Monteforte D'alpone