Chiese in Provincia di Verona - città di : Chiesa del Santissimo Redentore

Chiesa del Santissimo Redentore
Chiesa del Monte della Croce SS. Redentore

VERONA
Cerro Veronese (VR)
Culto: Cattolico
Diocesi: Verona
Tipologia: chiesa
La chiesa dedicata al SS. Redentore sul Monte Croce venne edificata nel 1900. Situata in posizione dominante e panoramica ma fortemente esposta agli agenti atmosferici, la chiesetta venne restaurata a più riprese (1937, 1964 e 1984). Oggi si presenta in buone condizioni. Edificio privo di un prospetto riconoscibile come facciata principale. Il volume prismatico a otto lati è infatti caratterizzato dall’alternanza di quattro prospetti con portale d’ingresso ogivale sormontato da oculo... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa dedicata al SS. Redentore sul Monte Croce venne edificata nel 1900. Situata in posizione dominante e panoramica ma fortemente esposta agli agenti atmosferici, la chiesetta venne restaurata a più riprese (1937, 1964 e 1984). Oggi si presenta in buone condizioni. Edificio privo di un prospetto riconoscibile come facciata principale. Il volume prismatico a otto lati è infatti caratterizzato dall’alternanza di quattro prospetti con portale d’ingresso ogivale sormontato da oculo trilobato e altrettanti caratterizzati da alta monofora trilobata. Planimetria ad impianto centrale ottagonale. Lo spazio interno è coperto da una soletta piana in cemento armato. Copertura piramidale a pianta ottagonale, con struttura portante in ferro e manto in guaina ramata. La pavimentazione è realizzata in lastre di rosso ammonitico e pietra calcarea bianca. I prospetti interni, intonacati e tinteggiati, sono ritmati nella porzione superiore da pseudo-lesene pensili angolari che si raccordano ad una cornice sommitale ad archetti ogivali. Buone le condizioni di conservazione.

Pianta

Oratorio di modeste dimensioni con impianto centrale a pianta ottagonale; l’altare maggiore si colloca in posizione decentrata verso la parete meridionale, su una base rialzata e addossato ad un setto murario che nasconde sul retro la scala che consente di raggiungere la quota della copertura. Sono presenti quattro accessi su quattro lati diametralmente opposti, ciascuno con scalinata esterna ad unica rampa.

Facciata

Edificio privo di un prospetto riconoscibile come facciata principale. Il volume prismatico a otto lati è caratterizzato dall’alternanza di quattro prospetti con portale d’ingresso ogivale sormontato da oculo trilobato e altrettanti caratterizzati da alta monofora trilobata.

Strutture di elevazione

Le strutture di elevazione sono realizzate in muratura portante costituita da conci di pietra calcarea della Lessinia, legati con malta di calce. I paramenti esterni (ad eccezione della porzione inferiore) ed interni sono intonacati e tinteggiati.

Strutture di orizzontamento e/o voltate

L’ambiente dell’aula è coperto da un soletta piana in cemento armato, realizzata nel corso dei restauri degli anni ’80 in sostituzione del preesistente solaio ligneo.

Coperture

Copertura piramidale a pianta ottagonale, con struttura portante in ferro e manto in guaina ramata.

Pavimenti e pavimentazioni

La pavimentazione interna è realizzata in lastre di rosso ammonitico, attraversata da quattro fasce tra loro ortogonali in pietra calcarea bianca che collegano i vertici contrapposti della figura ottagonale di base. L’altare maggiore è posizionato su un basamento rettangolare in rosso ammonitico.

Prospetti interni

Il modesto e raccolto spazio interno della chiesa, sottolineato da elementi decorativi di richiamo neogotico, è contraddistinto dalla forte spazialità centrale e da un marcato sviluppo verticale. I prospetti interni, intonacati e tinteggiati, sono ritmati nella porzione superiore da pseudo-lesene pensili angolari che si raccordano ad una cornice sommitale ad archetti ogivali; le pareti sono interessate alternativamente da strette ed alte monofore trilobate a profilo archiacuto, ed oculi circolari trilobati, in entrambi i casi con vetrate colorate; la fascia inferiore dei prospetti presenta un rivestimento in lastre di pietra calcarea rosata.

Prospetti esterni

L’edificio si presenta come un volume prismatico regolare ad otto lati, caratterizzato da un alto basamento in blocchi squadrati di pietra con trattamento a bugnato rustico, a cui si antepongono, a pareti alterne, le alte rampe scalinate che consentono di raggiungere gli ingressi alla chiesa; questi ultimi, con cornice architravata e sovrapposta lunetta a profilo ogivale, sono sormontati da un oculo circolare trilobato con contorno in pietra; nei prospetti intermedi si aprono alte monofore trilobate; un cornice modanata in pietra conclude lo sviluppo verticale dei

1900 - 1900 (origini e costruzione intero bene)

La chiesa del SS. Redentore sul Monte della Croce (così chiamato poiché al posto della chiesa un tempo nel terreno era conficcata una grande croce di legno) venne edificata nel 1900 . L’evento è ricordato da una iscrizione posta sulla parete orientale il cui testo recita: “CHRISTO REDENTORI SUPPLEXQUE POPULUS EREXIT A.D.M.C.M.”. Sopra il portale meridionale è inciso invece il seguente testo: “A FULGURE ET TEMPESTATE LIBERA NOS DOMINE”.

1937 - 1937 (restauro intero bene)

Nel 1937 l’edificio venne restaurato.

1964 - 1964 (restauro intero bene)

L’edificio beneficiò di un secondo intervento di restauro nel 1964. In tale occasione vennero pulite e tinteggiate le pareti, le finestre furono dotate di vetrate colorate e la cupola venne sormontata con una croce luminosa. A ricordo dell’evento, a lato dell’ingresso orientale, è stata murata una epigrafe recante la seguente iscrizione: “EDIFICATA NEL 1900, QUESTA CHIESETTA VENNE RESTAURATA NEL 1964 IN ONOMRE DELLA CROCE SUL MONTE CHE NE PORTA IL NOME E PER DOVEROSO RICONOSCIMENTO DELL’AMMIREVOLE APOSTOLATO DEL PARROCO DI CERRO D. GIUSEPPE ANTOLINI NELLA RICCORRENZA DEL SUO OTTANTUNSESIMO COMPLEANNO”.

1984 - 1984 (restauro intero bene)

Un terzo restauro venne compiuto tra 1984 e 1986. La cupola in legno venne sostituita con una in ferro ricoperta da guaina ramata. L’interno fu restaurato sostituendo le strutture in legno con altre in ferro.

Mappa

Cimiteri a VERONA

Via Arzaron Villa Bartolomea (Vr)

Viale Del Silenzio Bovolone (Vr)

Circonvallazione Aldo Moro Soave (Vr)

Onoranze funebri a VERONA

Via Ciro Menotti 2/A San Bonifacio

Via Pellegrini 10 Nogara