Chiese in Provincia di Verona - città di : Chiesa di San Luigi

Chiesa di San Luigi
San Luigi in Gnirega Chiesa di San Luigi in Gnirega

VERONA
Valgatara, Marano di Valpolicella (VR)
Culto: Cattolico
Diocesi: Verona
Tipologia: chiesa
L'oratorio di San Luigi si trova nella contrada di Gnirega, situata due km a nord del paese di Valgatara. Venne edificato nel 1843 sul terreno e su commissione di una coppia di coniugi residenti nella zona. L'edificio, di piccole dimensioni, ha pianta a croce latina con navatellla, transetto coincidente con l'area presbiterale e sacrestia. Un'elegante cupoletta copre il presbiterio. Pianta Piccolo oratorio con impianto planimetrico a croce a Tau, con aula rettangolare e transetto... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

L'oratorio di San Luigi si trova nella contrada di Gnirega, situata due km a nord del paese di Valgatara. Venne edificato nel 1843 sul terreno e su commissione di una coppia di coniugi residenti nella zona. L'edificio, di piccole dimensioni, ha pianta a croce latina con navatellla, transetto coincidente con l'area presbiterale e sacrestia. Un'elegante cupoletta copre il presbiterio.

Pianta

Piccolo oratorio con impianto planimetrico a croce a Tau, con aula rettangolare e transetto coincidente con l’area presbiterale. Il presbiterio, a pianta quadrangolare e fondale piatto, è sopraelevato di un gradino ed è definito nelle angolate da colonnine binate, per dilatarsi lateralmente nei due bracci del transetto, ciascuno dei quali ospita un altare. Sul retro del presbiterio è presente un ambiente adibito a sacrestia.

Facciata

Facciata a capanna, rivolta a meridione. Due lesene angolari intonacate in bianco inquadrano il resto del prospetto, intonacato in rosa. Al centro si apre un portale rettangolare, sovrastato da una lunetta. All'altezza dell'architrave del portale, da lesena a lesena, corre una cornice bianca lievemente aggettante. Timpano lineare, privo di elementi architettonici e decorazioni.

Strutture di elevazione

Le strutture portanti di elevazione, la cui tessitura muraria risulta leggibile nei prospetti esterni, solo in parte intonacati, sono in muratura costituita da conci di pietra calcarea, di geometria e dimensioni alquanto eterogenei, legati con malta di calce; solo gli elementi angolari sono rinforzati da conci di pietra squadrati. I paramenti esterni presentano rappezzi con intonaco cementizio ed una fascia inferiore intonacata.

Strutture di orizzontamento e/o voltate

L’ambiente dell’aula presenta una controsoffittatura piana con struttura lignea in canniccio intonacato e decorato con una cornice perimetrale a tempera; la crociera del presbiterio è coperta da una cupolina su pennacchi sferici, mentre una semplice controsoffittatura piana si sovrappone ai bracci del transetto. L’ambiente della sacrestia è coperto dal solaio ligneo del sovrapposto ambiente sottotetto.

Coperture

La navata presenta una copertura a due falde con manto in coppi e struttura portante costituita presumibilmente da capriate lignee. Il presbiterio è sormontato da una cupolina con struttura in muratura e rivestimento in lastre di piombo. Un’unica copertura a due falde in latero-cemento e manto in coppi copre i bracci laterali del transetto e gli ambienti di servizio.

Pavimenti e pavimentazioni

La pavimentazione della navata è realizzata in piastrelle di cemento bianche e rosse disposte a scacchiera, ed è attraversata centralmente da una fascia longitudinale in marmette in graniglia con bordatura laterale in piastrelle di cemento color nero. La pavimentazione dei settori del presbiterio e dei bracci laterali del transetto riprende il motivo a scacchiera in piastrelle di cemento bianche e rosse, tra loro separati da fasce in marmette di graniglia con bordature in piastrelle di cemento color nero. L’ambiente della sacrestia è pavimentato con pianelle di cotto.

Prospetti interni

L’ambiente interno dell’aula, illuminato dalla piccola finestra che si apre in facciata, è caratterizzato da un estrema linearità e semplicità che accompagna verso l’elemento centrale della composizione spaziale rappresentato dal presbiterio, introdotto da un’elegante serliana con colonnine ioniche, replicata sulla parete di fondo ad inquadrare l’altare, e che riceve luce lateralmente dalle finestre dei bracci del transetto. Le pareti interne sono intonacare e tinteggiate, decorate con semplici cornici a stucco e decorazioni a tempera.

Prospetti esterni

I prospetti interni, dalla geometria semplice e lineare, si presentano privi di intonacatura lasciando a vista la tessitura muraria, solo in alcuni tratti coperta da rappezzature in malta cementizia. I fianchi laterali della navata sono conclusi da una cornice sottogronda moda

1843 - 1843 (costruzione intero bene)

Eretto nel 1843 per volere e su finanziamento dei coniugi Giacomo Accordini e Angela Aldrighetti su di un appezzamento di terreno di loro proprietà. Inizialmente l'oratorio venne officiato regolarmente dai fratelli Luigi e Antonio Aldrighetti, entrambe sacerdoti e imparentati con i committenti. L'eccessivo zelo dei due che volevano amministrare i sacramenti nella nuova chiesetta, trovò l'opposizione del rettore della chiesa di Valgatara, don Giuseppe Garzetta, il quale, appellandosi al vescovo di Verona ottenne che la chiesa di Gnirega rientrasse nei ranghi di pubblico oratorio, in cui recarsi saltuariamente ad ascoltar messa e pertanto giuridicamente e pastoralmente sottoposto alla parrocchiale di Valgatara.

XX sec. - XX sec. (rifacimento copertura )

Il tetto, originariamente edificato in travature lignee, crollò più volte. Negli anni Settanta del XX sec., si risolse il problema ricostruendolo in laterizio e cemento. Importante fu il contributo della gente di Gnirega che offrì manodopera gratuita.

Mappa

Cimiteri a VERONA

Via Montespada Sona (Vr)

Piazzale Fenil Novo San Martino Buon Albergo (Vr)

Via Santa Toscana Zevio (Vr)

Onoranze funebri a VERONA

Via Degli Alpini 28 Minerbe

Viale Caduti Senza Croce 1 Verona

Via Pianura 6 Bosco Chiesanuova