Chiese in Provincia di Verona - città di : Chiesa di Santa Maria Assunta

Chiesa di Santa Maria Assunta
S. Maria Assunta

VERONA
Piazza 3 Martiri, 4 - Spinimbecco, Villa Bartolomea (VR)
Culto: Cattolico
Diocesi: Verona
Tipologia: chiesa
L’attuale parrocchiale della Beata Vergine in Spinimbecco fu edificata tra il 1815 ed il 1818 in sostituzione della precedente (documentata a partire dal 1355, eretta in parrocchia nel 1526) demolita nel 1818 (ad eccezione del campanile, tutt’ora utilizzato). Esternamente l’edificio si presenta con facciata continua rivolta a meridione. Torre campanaria separata dalla chiesa, a sud della stessa. Impianto planimetrico ad unica aula rettangolare, con presbiterio quadrangolare rialzato di tre... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

L’attuale parrocchiale della Beata Vergine in Spinimbecco fu edificata tra il 1815 ed il 1818 in sostituzione della precedente (documentata a partire dal 1355, eretta in parrocchia nel 1526) demolita nel 1818 (ad eccezione del campanile, tutt’ora utilizzato). Esternamente l’edificio si presenta con facciata continua rivolta a meridione. Torre campanaria separata dalla chiesa, a sud della stessa. Impianto planimetrico ad unica aula rettangolare, con presbiterio quadrangolare rialzato di tre gradini, concluso con abside semicircolare, e fiancheggiato da due aule minori per i fedeli; lungo i fianchi della navata si aprono quattro semi-cappelle laterali, di cui quelle prossime al presbiterio accolgono l’altare della Madonna, sul lato occidentale, e l’altare di S. Antonio da Padova, sul lato opposto. I prospetti sono scanditi da lesene d’ordine composito con fusto decorato, a sostegno dell’alta trabeazione sommitale; le cappelle laterali sono introdotte da archeggiature inquadrate dall’ordine; al centro del presbiterio è posto l’altare maggiore in marmi policromi; le pareti, intonacate e tinteggiate, sono ornate con cornici modanate in stucco e nicchie con statue. L’aula è coperta da una volta a padiglione con unghie laterali; nel quadrilungo centrale è dipinta l’”Assunzione della Madonna”, opera del 1826 del pittore Giovanni Pirelli; il presbiterio è sovrastato da una volta a crociera; il vano del coro è chiuso da un catino absidale. Copertura a due falde con struttura lignea portante e manto in coppi di laterizio. La pavimentazione della navata è realizzata in lastre di marmo rosso Verona, nembro rosato e marmo nero; il piano del presbiterio è caratterizzato da un disegno geometrico in marmi policromi.

Pianta

La chiesa presenta un impianto planimetrico ad unica aula rettangolare con asse maggiore longitudinale, e presbiterio quadrangolare rialzato di tre gradini e di ampiezza ridotta, concluso con abside a sviluppo semicircolare; ai lati del presbiterio si collocano due aule minori per i fedeli, di cui quella sul lato orientale adibita anche a cappella feriale. Lungo i fianchi della navata si aprono quattro semi-cappelle laterali emergenti di ridotta profondità, due su ciascun lato e fra loro prospicienti, di cui quelle prossime al presbiterio accolgono l’altare della Madonna, sul lato occidentale, e l’altare di S. Antonio da Padova, sul lato opposto. L’ingresso principale, con bussola lignea interna, si apre al centro della parte di facciata.

Facciata

Facciata continua tripartita. Orientamento a meridione. Due coppie di paraste con capitelli di ordine ionico inquadrano centralmente il portale d’ingresso. La porzione centrale è coronata da un fastigio terminante con un timpano curvilineo. Sui vertici laterali sono collocate due urne acroteriali.

Strutture di elevazione

Le strutture di elevazione sono realizzate in muratura portante di mattoni pieni di laterizio a tessitura regolare legati con malta di calce, con paramento murario esterno a vista (ad eccezione della facciata); le pareti interne sono intonacate e tinteggiate.

Strutture di orizzontamento e/o voltate

L’ambiente dell’aula è coperto da una volta a padiglione con ampie unghie laterali; nel quadrilungo centrale contornato da una cornice modanata in stucco, è dipinta l’”Assunzione della Madonna”, opera del 1826 del pittore Giovanni Pirelli. Il presbiterio è sovrastato da una semplice volta a crociera; il vano del coro è chiuso da un catino absidale tripartito da costolonature dipinte a tempera. Le strutture voltate sono realizzate in canniccio intonacato, collegato ad un sistema di centinature lignee portanti, e decorate con semplici cornici dipinte a tempera.

Coperture

Copertura a due falde con struttura portante composta da capriate lignee; orditura secondaria di tipo tradizionale costituita da arcarecci e correntini con sovrapposte tavelle in cotto; manto in coppi di laterizio.

Pavimenti e pavimentazioni

La pavimentazione dell’aula è

1815 - 1818 (origini e costruzione intero bene)

L’attuale parrocchiale della Beata Vergine in Spinimbecco fu edificata tra il 1815 ed il 1818 in sostituzione della precedente (documentata a partire dal 1355, eretta in parrocchia nel 1526) demolita nel 1818 (ad eccezione del campanile, tutt’ora utilizzato

1826 - 1826 (decorazione pittorica interno )

Nel 1826 il pittore veronese Giovanni Pirelli dipinse le volte e realizzò il quadrilungo raffigurante “l’Assunzione in cielo della Beata Vergine Maria”.

1936 - 1936 (costruzione aule fedeli)

Nel 1936 l’edificio fu ampliato con la realizzazione delle due aule fedeli adiacenti al presbiterio.

1983 - 1983 (restauro intero bene)

Risale al 1983 un organico intervento di restauro del bene comprensivo di: manutenzione straordinaria della copertura, tinteggiatura interna, risanamento dei

Mappa

Cimiteri a VERONA

Viale Dei Cipressi 1 Villafranca Di Verona (Vr)

Via Cantona Ronco All'adige (Vr)

Via Chiesa San Pietro In Cariano (Vr)

Onoranze funebri a VERONA

Via Olive' 32/C Verona

Via Dell' Industria 19 37014 Castelnuovo Del Garda

Via General Cantore 115 Caprino Veronese