Chiese in Provincia di Verona - città di : Chiesa di San Bartolomeo Apostolo

Chiesa di San Bartolomeo Apostolo

VERONA
Via N. Sauro, 1 - Ronconi, Sant'Anna d'Alfaedo (VR)
Culto: Cattolico
Diocesi: Verona
Tipologia: chiesa
Il paese di Ronconi è situato a nord-est del comune di Sant'Anna d'Alfaedo, di cui fa parte. Una prima chiesa, di piccole dimensioni e a pianta quadrata venne edificata tra 1786 e 1790 e dedicata a San Bartolomeo Apostolo. Nel 1942 venne ampliata, assumendo pianta a croce latina. Nello stesso anno venne eretta in parrocchia. Recentemente (2000 e 2007), l'edificio ha beneficiato di necessari interventi di restauro su coperture e paramenti murari. Esternamente presenta facciata molto semplice,... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

Il paese di Ronconi è situato a nord-est del comune di Sant'Anna d'Alfaedo, di cui fa parte. Una prima chiesa, di piccole dimensioni e a pianta quadrata venne edificata tra 1786 e 1790 e dedicata a San Bartolomeo Apostolo. Nel 1942 venne ampliata, assumendo pianta a croce latina. Nello stesso anno venne eretta in parrocchia. Recentemente (2000 e 2007), l'edificio ha beneficiato di necessari interventi di restauro su coperture e paramenti murari. Esternamente presenta facciata molto semplice, a capanna, priva di elementi architettonici di rilievo. L'interno è a croce latina con abside semicircolare allungata, controsoffittatura a voltata a botte e copertura a doppia falda in lastre di pietra della Lessinia. Pavimentazione in piastrelle di marmo bianco con profilatura rossa. Buone le condizioni di conservazione dell'edificio.

Pianta

La chiesa presenta un impianto planimetrico ad unica aula rettangolare con asse maggiore longitudinale; presbiterio a pianta quadrangolare, ridotto in larghezza rispetto all’aula e sopraelevato di tre gradini, concluso con un'abside emergente a sviluppo semicircolare. Lungo i fianchi laterali dell’aula si aprono due semi-cappelle emergenti, una per lato, che ospitano altrettanti altari: l’altare di S. Bartolomeo a sinistra, e l’altare del Cuore di Maria sul lato opposto. In prossimità dell’ingresso una nicchia ricavata nello spessore murario della parete settentrionale ospitava in origine il fonte battesimale. Sul fianco destro del presbiterio avviene il collegamento con la torre campanaria che si eleva addossata alle murature d’ambito della chiesa. L’ambiente della sacrestia è accessibile, oltre che dal vano a piano terra del campanile, anche da un’apertura sul fianco meridionale della navata; la sacrestia è posta in comunicazione diretta con gli ambienti della casa canonicale, quest’ultima collocata in aderenza al fianco destro della chiesa. Sul fianco settentrionale, il volume emergente della cappella laterale è contenuta in un corpo di fabbrica nel quale è stato ricavato un ulteriore locale adibito a centrale termica con accesso indipendente. L’ingresso principale alla chiesa, con bussola lignea interna, è raggiungibile superando una bassa scalinata esterna.

Facciata

Facciata a capanna, rivolta a sud-ovest. Una scalinata a tre gradoni conduce all'ingresso, costituito da un portale rettangolare sormontato da un frontoncino. Più in alto, unico altro elemento architettonico è una finestra rettangolare, anch'essa sormontata da piccolo frontone. Sul vertice sommitale della facciata campeggia un'esile croce ferrea.

Strutture di elevazione

Le strutture di elevazione sono realizzate in muratura portante con conci squadrati di pietra calcarea della Lessinia legati con malta di calce e disposti a corsi regolari; blocchi squadrati di maggiori dimensioni sono posti in corrispondenza dei cantonali. La porzione sommitale delle strutture di elevazione è stata oggetto di un recente intervento di consolidamento strutturale, con il quale si è introdotto un cordolo perimetrale in muratura armata. I paramenti esterni, ad eccezione della facciata principale, risultano privi di intonacatura. E’ presente una doppio tirante metallico trasversale di collegamento tra le strutture murarie longitudinali in corrispondenza dell’arco trionfale.

Strutture di orizzontamento e/o voltate

La navata è coperta da una controsoffittatura voltata a botte caratterizzata da un apparato decorativo che disegna finte costolonature trasversali che riprendono la scansione dei prospetti interni; il marcato sviluppo longitudinale della volta è interrotto nella sua continuità da quattro strette unghie laterali, due su ciascun lato. La struttura voltata è realizzata in canniccio intonacato collegato alla sovrapposta struttura lignea centinata. L’area presbiterale è coperta da una volta a crociera, presumibilmente in muratura, analogamente al catino absidale che si sovrappone al coro semicircolare; la decorazione delle volte

1786 - 1790 (origini e costruzione intero bene)

L'oratorio di S. Bartolomeo Apostolo venne edificato tra 1786 e 1790 in contrada Ronconi, al fine di servire gli abitanti delle contrade Ronconi, Vallicella, Steffani e Provalo, situate a nord-est della parrocchiale di S. Anna d'Alfaedo. Tale edificio originario presentava pianta quadrata.

1791/08/24 - 1791/08/24 (inaugurazione carattere generale)

Fu aperta al culto nel 1791 nel giorno di S. Bartolomeo apostolo, festeggiato il 24 agosto.

1846 - 1847 (erezione campanile)

Tra il 1846 e 1847 venne innalzato il campanile.

1942 - 1942 (ampliamento e ricostruzione campanile intero bene)

Nel 1942 la chiesetta fu ampliata. La pianta divenne a croce latina con due cappelle laterali dedicate a San Bartolomeo ed al Cuore di Maria. In questa occasione venne riedificato il campanile nelle forme attuali.

1942/12/17 - 1942/12/17 (erezione in parrocchia carattere generale)

Il 26 dicembre dello stesso anno del 1942 la chiesa di S. Bartolomeo fu svincolata dalla parrocchiale di S. Anna d'Alfaedo ed elevata allo status di parrocchia autonoma.

1995 - 1995 (controsoffittatura navata )

Nel 1995 si eseguì la controsoffittatura.

2000 - 2000 (restauro copertura)

Nel 2000 l'edificio ha beneficiato di un intervento di restauro della copertura, su progetto dell'arch. Francesco Bragantini.

2006/10/23 - 2006/10/23 (chiusura al culto intero bene)

Il 23 ottobre del 2006 il sindaco del comune di S. Anna d'Alfaedo, a causa delle condizioni di dissesto statico dell'edificio, ha ordinato la chiusura della chiesa di Ronconi.

2007 - 2007 (restauro copertura e murature e riapertura al cult intero bene)

Nel 2007 è stato condotto un intervento di rifacimento delle coperture e di consolidamento dei paramenti murari, su progetto dell'ing. Giovanni Montresor, al termine del quale la chiesa di S. Bartolomeo è stata riaperta al culto.

Mappa

Cimiteri a VERONA

Circonvallazione Aldo Moro Soave (Vr)

Via Ugo Foscolo Nogarole Rocca (Vr)

Viale Della Pace Buttapietra (Vr)

Onoranze funebri a VERONA

Via Mantova 20 Legnago

Snc, Via Gardesana Snc Bardolino