Chiese in Provincia di Verona - città di : Chiesa di Sant'Eurosia Vergine e Martire

Chiesa di Sant'Eurosia Vergine e Martire
Chiesa di Santa Eurosia Vergine e Martire S. Eurosia Vergine e Martire

VERONA
Via Lumini, 18 - Lumini, San Zeno di Montagna (VR)
Culto: Cattolico
Diocesi: Verona
Tipologia: chiesa
La chiesa di Sant’Eurosia in Lumini fu edificata nel 1724 per volere della famiglia Campagnari. Fu eretta in parrocchia in data 16 giugno 1943. Esternamente l’edificio si presenta con facciata a capanna rivolta a sud-ovest. Torre campanaria addossata al fianco orientale della chiesa. Impianto planimetrico ad unica aula rettangolare, con presbiterio quadrangolare rialzato di due gradini con terminazione a sviluppo poligonale a tre lati; lungo i fianchi dell’aula due nicchie di ridotta... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa di Sant’Eurosia in Lumini fu edificata nel 1724 per volere della famiglia Campagnari. Fu eretta in parrocchia in data 16 giugno 1943. Esternamente l’edificio si presenta con facciata a capanna rivolta a sud-ovest. Torre campanaria addossata al fianco orientale della chiesa. Impianto planimetrico ad unica aula rettangolare, con presbiterio quadrangolare rialzato di due gradini con terminazione a sviluppo poligonale a tre lati; lungo i fianchi dell’aula due nicchie di ridotta profondità accolgono l’altare della Madonna del Rosario, a destra, e l’altare di S. Eurosia, a sinistra. I prospetti interni, intonacati e tinteggiati, cinti da una cornice modanata sommitale, sono modulati da specchiature rettangolari in lieve sfondato; l’altare maggiore in marmi policromi si addossa alla parete di fondo del presbiterio; sul lato sinistro del presbiterio è posta la pala raffigurante S. Eurosia, opera del 1911 del pittore Aristide Bolla. L’aula è coperta da una volta a botte ribassata con unghie laterali ritmata da costolonature trasversali; il presbiterio è sovrastato da una volta a botte. Copertura a due falde con struttura lignea portante e manto in coppi di laterizio. La pavimentazione è realizzata in piastrelle di cemento con graniglia di marmi policromi.

Pianta

La chiesa presenta un impianto planimetrico ad unica aula rettangolare di modeste dimensioni, con presbiterio quadrangolare rialzato di due gradini con terminazione a sviluppo poligonale a tre lati. Lungo i fianchi dell’aula, in posizione mediana, due nicchie di ridotta profondità, una su ciascun lato e fra loro prospicienti, accolgono l’altare della Madonna del Rosario, a destra, e l’altare di S. Eurosia, a sinistra. Sul lato meridionale del presbiterio si colloca il locale della sacrestia, adibito anche ad aula minore per i fedeli; sullo stesso lato si addossa la torre campanaria. L’ingresso principale, con bussola lignea interna, si apre al centro della parete di facciata.

Facciata

Facciata a capanna rivolta a sud-ovest. Due coppie di paraste in pietrame misto faccia a vista reggono la trabeazione su cui si imposta il timpano schiacciato e inquadrano centralmente il portale d’ingresso di forma rettangolare. Più in alto un’ampia finestratura illumina l’interno dell’edificio.

Strutture di elevazione

Le strutture di elevazione sono realizzate in muratura portante costituita da conci sbozzati di pietra calcarea locale legati con malta di calce. Sono presenti due tiranti metallici di controventatura in corrispondenza dell’arco trionfale e della parete di fondo del presbiterio. I paramenti esterni si presentano con tessitura muraria a vista; le pareti interne sono intonacate e tinteggiate.

Strutture di orizzontamento e/o voltate

L’ambiente dell’aula è coperto da una volta a botte ribassata con unghie laterali ritmata da costolonature trasversali. Il presbiterio è sovrastato da una volta a botte decorata al centro con un medaglione ellissoidale contornato da una cornice in stucco. Le superfici voltate sono intonacate e tinteggiate.

Coperture

Copertura a due falde, con terminazione a padiglione in corrispondenza del presbiterio, con presunta struttura portante composta da capriate lignee, ovvero con trave di colmo centrale e terzere longitudinali; orditura secondaria costituita da arcarecci e travetti; manto in coppi di laterizio.

Pavimenti e pavimentazioni

La pavimentazione dell’aula è realizzata in piastrelle quadrate in cemento, con graniglia di marmo bianco e rosso, posate a comporre un motivo a scacchiera. Il piano del presbiterio, rialzato con due gradini in marmo rosso Verona, presenta una pavimentazione in piastrelle di cemento con graniglia di marmo che compongono un disegno ornamentale policromo.

Prospetti interni

Il sobrio e raccolto ambiente interno della chiesa, armonico ed equilibrato nelle linee e nelle proporzioni, presenta i prospetti modulati da specchiature rettangolari in lieve sfondato, cinti da una cornice mod

1724 - 1724 (origini e costruzione intero bene)

La chiesa di Lumini fu edificata nel 1724 per volere delle famiglia Campagnari.

1943/06/16 - 1943/06/16 (erezione in parrocchia carattere generale )

La chiesa di Sant’Eurosia fu svincolata da S. Zeno di Montagna ed eretta in parrocchia il 16 giugno del 1943.

2006 - 2006 (restauro intero bene )

Nel 2006 l’edificio ha beneficiato di un organico intervento di restauro e consolidamento statico. Progetto a cura dell’arch. Maria Luisa Franceschi.

Mappa

Cimiteri a VERONA

Via Spiazzi Bosco Chiesanuova (Vr)

Via Santa Toscana Zevio (Vr)

Via Castello Lavagno (Vr)

Onoranze funebri a VERONA

Via Del Donatore 16 Castelnuovo Del Garda

Via Xxv Aprile 31 San Giovanni Lupatoto

Via Pasubio 16 Legnago