Chiese in Provincia di Verona - città di : Chiesa della Madonna Addolorata

Chiesa della Madonna Addolorata

VERONA
Cerna, Sant'Anna d'Alfaedo (VR)
Culto: Cattolico
Diocesi: Verona
Tipologia: chiesa
Chiesetta ben inserita nel contesto del piccolo borgo di Mondrago, situato tra i paesi di Marano di Valpolicella a sud, e di Cerna a nord. Edificata nel 1860 dagli abitanti della zona, tra 1955 e 1956 venne ampliata con l'aggiunta di un vano laterale. Restaurata nel 1978 versa oggi in buone condizioni e vanta una buona affluenza di fedeli. Facciata a capanna, molto semplice, edificata, come il resto della chiesa, in blocchetti di pietra locale. L' interno, ad aula unica, presenta una... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

Chiesetta ben inserita nel contesto del piccolo borgo di Mondrago, situato tra i paesi di Marano di Valpolicella a sud, e di Cerna a nord. Edificata nel 1860 dagli abitanti della zona, tra 1955 e 1956 venne ampliata con l'aggiunta di un vano laterale. Restaurata nel 1978 versa oggi in buone condizioni e vanta una buona affluenza di fedeli. Facciata a capanna, molto semplice, edificata, come il resto della chiesa, in blocchetti di pietra locale. L' interno, ad aula unica, presenta una soffittatura a botte nell'aula e a vela nel presbiterio. Copertura a doppia falda in lastre di pietra della Lessinia, pavimentazione anch'essa in lastroni di pietra locale. Molto venerata dai fedeli una nicchia contenente una statuetta della Vergine, situata dietro l'altare.

Pianta

Piccolo oratorio ad unica aula rettangolare; presbiterio a pianta quadrangolare a fondale piatto, rialzato di due gradini, con una sopraelevazione ulteriore del piano che ospita l’altare e la sede del celebrante. Il fianco meridionale del presbiterio si apre verso una cappellina a pianta rettangolare, in parte adibita a sacrestia, ospitata in un corpo di fabbrica minore addossato alla chiesa e con accesso indipendente dall’esterno. L’ingresso principale è preceduto da una bassa scalinata esterna.

Facciata

Facciata a capanna, rivolta a ponente. Portale rettangolare in marmo bianco preceduto da una stretta scalinata a quattro gradini. Più in alto una finestra a mezzaluna illumina l'interno dell'edificio. Timpano lineare, senza decorazioni, sormontato da una croce di ferro.

Strutture di elevazione

Le strutture portanti verticali sono realizzate in muratura costituita da lastame di pietra calcarea locale a spacco, legato con malta di calce e con tessitura regolare. I paramenti esterni (ad eccezione del presbiterio) ed interni sono intonacati.

Strutture di orizzontamento e/o voltate

L’ambiente dell’aula è coperto da una struttura in muratura voltata a botte, la cui superficie presenta una decorazione a tempera che disegna semplici riquadrature geometriche. Anche lil presbiterio è coperto da una volta a botte in muratura, in questo caso interrotta da due unghiature laterali che si raccordano in sommità.

Coperture

Il corpo principale della chiesa presenta una copertura a due falde con struttura portante costituita presumibilmente da semplici capriate lignee e orditura secondaria di tipo tradizionale con arcarecci e travetti; manto di copertura in lastre di pietra calcarea della Lessinia. L’ambiente del presbiterio e della cappellina laterale presentano una copertura a due falde con struttura portante costituita da travature lignee e manto di copertura in lastre di pietra locale.

Pavimenti e pavimentazioni

La pavimentazione dell’aula e del presbiterio è realizzata in lastre rettangolari di pietra calcarea della Lessinia. L’aula minore è pavimentata con piastrelle di cemento con graniglia di marmo ricomposto.

Prospetti interni

L’ambiente interno è caratterizzato da una complessiva armoniosità compositiva e sobrietà decorativa. I prospetti, dalla geometria semplice e lineare, sono intonacati e presentano un trattamento cromatico uniforme, con una zoccolatura in lastre di pietra calcarea della Lessinia ed una cornice modanata che segna l’imposta della volta. Un arco trionfale a tutto sesto su semipilastri con modanature in pietra introduce il presbiterio. Nella parete di fondo del presbiterio una nicchia inquadrata da un’edicola accoglie la statua della Madonna Addolorata.

Prospetti esterni

I prospetti laterali, semplicemente intonacati e tinteggiati, presentano una geometria lineare e sono definiti nell’angolata della facciata da una lesena in conci di pietra calcarea. Le pareti esterne del presbiterio, prive di intonacatura, esibiscono la tessitura muraria in conci di pietra locale.

Campanile

Campanile assente.

1860 - 1860 (costruzione intero bene )

La chiesetta dell'Addolorata venne eretta nel 1860 dagli abitanti della frazione di Mondrago, nel comune di Marano di Valpolicella. Lo attesta un'epigrafe, tutt'ora visibile sopra l'ingresso dell'edificio, che recita: "D.O.M. PIISSIMAEQUE V(IRGINI) M(ARIAE) DICATUM A(NNO) MDCCCLX". Poco dopo la sua costruzione un devoto, angelo Marchesini da Cerna, fece dono dell'immagine dell'Addolorata che ancora oggi si venera.

1955 - 1956 (ampliamento intero bene )

Tra 1955 e 1956 l'edificio venne aggiunto lateralmente un vano da utilizzarsi come sagrestia.

1977 - 1978 (restauro intero bene)

Tra 1977 e 1978 la popolazione di Mondrago fornì la chiesa di un nuovo altare in marmo e provvide al restauro dell'edificio.

Mappa

Cimiteri a VERONA

Circonvallazione Aldo Moro Soave (Vr)

Via Chiesa San Pietro In Cariano (Vr)

Via Baesse 36 Costermano (Vr)

Onoranze funebri a VERONA

Piazza Poggi 43 Arcole

Via Capovilla, 28 37031 Illasi

Snc, Centralino: Snc Albaredo D'adige