Chiese in Provincia di Verona - città di : Chiesa di San Carlo Borromeo

Chiesa di San Carlo Borromeo
S. Carlo Borromeo

VERONA
Marchesino, Buttapietra (VR)
Culto: Cattolico
Diocesi: Verona
Tipologia: chiesa
La chiesetta dedicata a S. Carlo Borromeo venne edificata tra 1614 e 1628 dalla famiglia Filippi . Oggi è proprietà della parrocchia di Marchesino, nel cui territorio ricade. Infelice la collocazione, ai margini della Strada Statale 12. Esternamente si presenta con facciata a capanna rivolta ad ovest. L’interno è ad aula unica, terminante con abside a sviluppo semicircolare. Copertura a doppia falda in coppi di cotto, sorretta da un sistema di capriate lignee a vista. Pavimentazione in... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesetta dedicata a S. Carlo Borromeo venne edificata tra 1614 e 1628 dalla famiglia Filippi . Oggi è proprietà della parrocchia di Marchesino, nel cui territorio ricade. Infelice la collocazione, ai margini della Strada Statale 12. Esternamente si presenta con facciata a capanna rivolta ad ovest. L’interno è ad aula unica, terminante con abside a sviluppo semicircolare. Copertura a doppia falda in coppi di cotto, sorretta da un sistema di capriate lignee a vista. Pavimentazione in piastrelle quadrate di graniglia di cemento di colore bianco e rosso. Precarie le condizioni di conservazione dell’edificio. All’interno è custodita una pala ottocentesca di autore ignoto raffigurante “S. Carlo Borromeo che comunica gli appestati”.

Pianta

Oratorio di modeste dimensioni ad unica aula rettangolare con asse maggiore longitudinale, conclusa dalla parete absidale a sviluppo semicircolare. L’ingresso principale si apre al centro della parete di facciata, direttamente prospiciente la strada statale; è presente un ingresso laterale sul fianco settentrionale, in corrispondenza del presbiterio. La chiesa è collocata in posiziona isolata in corrispondenza di un’intersezione viaria di tre strade.

Facciata

Facciata a capanna rivolta ad occidente. Al centro si apre il portale d’ingresso di forma rettangolare, incorniciato da due finestre di forma quadrata, oggi murate sovrastato da una nicchia di forma rettangolare, decorata con un affresco oggi completamente illeggibile. L’aggetto del tetto è sorretto da cinque mensoloni. Sul vertice sommitale, infissa in un supporto litico, campeggia una croce di ferro.

Strutture di elevazione

Le strutture portanti verticali, con particolare riferimento alle pareti longitudinali, sono realizzate in muratura mista con prevalenza di ciottoli di fiume a corsi orizzontali e legati con malta di calce, con l’inserimento puntuale di elementi in laterizio (mattoni, frammenti di coppi). Le strutture murarie della parete di facciata, della parete absidale e della porzione sommitale delle pareti laterali, presentano una tessitura costituita prevalentemente in mattoni pieni di laterizio a tessitura regolare. E’ presente un tirante metallico trasversale in corrispondenza della parete di facciata. I paramenti esterni conservano limitate porzioni di intonaco fortemente degradato; i paramenti interni sono in buona parte intonacati e tinteggiati, anche se in precario stato di conservazione.

Strutture di orizzontamento e/o voltate

L’ambiente interno è coperto dalla struttura lignea di copertura con travature e capriate a vista.

Coperture

Copertura a due falde con struttura portante costituita da due capriate lignee a schema statico semplice con monaco centrale; l’orditura secondaria è realizzata con arcarecci e travetti, su cui è posato il manto sottocoppo in tavelle di laterizio.

Pavimenti e pavimentazioni

La pavimentazione interna è realizzata in piastrelle di cemento policrome fortemente deteriorate. L’altare maggiore si colloca su una basamento in marmo rosso Verona, complanare alla pavimentazione dell’aula.

Prospetti interni

Il piccolo e raccolto ambiente dell’Oratorio è caratterizzato da linee semplici e sobrie. I prospetti interni sono intonacati e tinteggiati, anche se fortemente degradati. Una finestrella sul fianco meridionale, e due nella parete absidale, illuminano lo spazio interno; le due finestrature che fiancheggiano il portale di ingresso si presentano attualmente tamponate e intonacate. Nel vano absidale è collocato un altare seicentesco in marmi policromi, alle cui spalle in passato era posta l’ottocentesca tela di “San Carlo che comunica gli appestati”, oggi conservata nella chiesa parrocchiale.

Prospetti esterni

I prospetti esterni esibiscono una geometria semplice e lineare; l’intonacatura superficiale, in buona parte degradata e distaccata, lascia a vista ampi brani della tessitura muraria delle strutture di elevazione; le finestrature laterali e le apert

1614 - 1628 (costruzione intero bene)

L’oratorio di S. Carlo venne edificato per volere e a spese della famiglia Filippi tra il 1614 ed il 1628. Oggi l’oratorio è di proprietà della parrocchia di Marchesino.

Mappa

Cimiteri a VERONA

Piazzale Fenil Novo San Martino Buon Albergo (Vr)

Via Ugo Foscolo Nogarole Rocca (Vr)

Via Raizzola 10 Casaleone (Vr)

Onoranze funebri a VERONA

Via Kennedy 29 Vigasio

Via G. Camuzzoni 31 Soave

Via Consolini 99 Costermano