Chiese in Provincia di Verona - città di : Chiesa di San Bernando

Chiesa di San Bernando
Chiesa di San Bernardo S. Bernando

VERONA
Via Chiesa - Campiano, Cazzano di Tramigna (VR)
Culto: Cattolico
Diocesi: Verona
Tipologia: chiesa
All’attuale edificio dedicato a S. Bernardo, pre-esisteva una antica cappella, soggetta alla Pieve di S. Giorgio in Cazzano di Tramigna, che la tradizione narra essere stata consacrata nel 1185 da Papa Lucio III, mentre storicamente l’edificio è attestato per la prima volta nel 1530, anno della visita pastorale del vescovo di Verona Gian Matteo Giberti (1524-1543). La costruzione della chiesa attuale avvenne tra 1834 e 1840. Risale al 1924 l’erezione in parrocchia, mentre la decorazione... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

All’attuale edificio dedicato a S. Bernardo, pre-esisteva una antica cappella, soggetta alla Pieve di S. Giorgio in Cazzano di Tramigna, che la tradizione narra essere stata consacrata nel 1185 da Papa Lucio III, mentre storicamente l’edificio è attestato per la prima volta nel 1530, anno della visita pastorale del vescovo di Verona Gian Matteo Giberti (1524-1543). La costruzione della chiesa attuale avvenne tra 1834 e 1840. Risale al 1924 l’erezione in parrocchia, mentre la decorazione pittorica interna, opera dell’artista Adolfo Mattielli, venne eseguita nell’anno mariano 1954. Esternamente l’edificio si presenta con facciata a capanna rivolta ad occidente. Torre campanaria addossata al fianco settentrionale della chiesa. Impianto planimetrico ad unica aula rettangolare con quattro semi-cappelle laterali, presbiterio quadrangolare rialzato di due gradini concluso con abside a fondale piatto. La navata è coperta da una volta a botte con ampie unghie laterali decorata centralmente con un dipinto raffigurante S. Bernardo; la crociera che sovrasta il presbiterio è ornata con la raffigurazione dei quatto Evangelisti. I prospetti sono movimentati lungo i fianchi dell’aula dalle ampie archeggiature a tutto sesto che introducono le cappelle con altare; una cornice sommitale modanata si sviluppa cingendo l’intero perimetro interno; dipinti murali, opera del pittore Adolfo Mattielli, completano la decorazione interna. La pavimentazione è realizzata in piastrelle di cemento con decorazioni policrome. Copertura a due falde con struttura lignea portante e manto in coppi di laterizio. Discrete le condizioni di conservazione dell’edificio.

Pianta

La chiesa presenta un impianto planimetrico ad unica aula rettangolare ad asse maggiore longitudinale, presbiterio a pianta quadrangolare di ampiezza ridotta, rialzato di due gradini e concluso con abside a fondale piatto. Lungo i fianchi dell’aula si aprono quattro semi-cappelle laterali emergenti, entro cui trovano sede gli altari di S. Giuseppe e della Madonna, sul lato settentrionale, gli altari di S. Rita (ora sede confessionale) e del S. Cuore sul lato opposto; sul lato meridionale, in prossimità dell’ingresso, si colloca la cappellina del battistero. Il presbiterio si apre su entrambi i fianchi verso due cappelle, di cui quella sul lato meridionale utilizzata come aula minore per i fedeli. L’ingresso principale, con bussola lignea interna, si apre al centro della parete di facciata verso l’ampio sagrato antistante, preceduto da una breve scalinata esterna; è presente un’entrata laterale lungo il fianco meridionale dell’aula. La torre campanaria si eleva addossata alla parete settentrionale dell’aula; sul fianco orientale della chiesa (parete absidale) insiste l’edificio della casa canonica.

Facciata

Facciata a capanna, in stile neoclassico. Orientamento ad occidente. Intonacatura colo giallo-ocra. Al centro, preceduto da una scalinata a tre gradoni, si apre il portale d’ingresso di forma rettangolare. Più in alto una finestra di forma semicircolare illumina l’aula. Conclude verticalmente il prospetto il timpano con cornice lievemente aggettante. Sul vertice sommitale è infissa una esile croce in ferro.

Strutture di elevazione

Le strutture di elevazione sono realizzate in muratura portante di pietrame misto, composto da conci di pietra calcarea, tufo e mattoni in cotto legati con malta di calce. Sono presenti tiranti metallici trasversali in corrispondenza della sommità delle angolate delle pareti longitudinali della navata. I paramenti murari esterni ed interni sono intonacati e tinteggiati.

Strutture di orizzontamento e/o voltate

L’ambiente dell’aula è coperto da una volta a botte a sezione semicircolare con ampie unghie laterali, realizzata in canniccio intonacato collegato ad un sistema di centinature lignee portanti, tinteggiata verso l’intradosso e decorata al centro con un dipinto raffigurante S. Bernardo. Il vano del presbiterio è sovrastato da un’ampia volta

1530 ante - 1530 (origini e costruzione intero bene)

All’attuale edificio ottocentesco dedicato a S. Bernardo, pre-esisteva una antica cappella (soggetta alla Pieve di S. Giorgio in Cazzano di Tramigna) , che la tradizione narra essere stata consacrata nel 1185 da Papa Lucio III, mentre storicamente l’edificio è attestato per la prima volta nel 1530, anno della visita pastorale del vescovo di Verona Gian Matteo Giberti (1524-1543.

1681 - 1681 (costruzione campanile )

La torre campanaria venne innalzata nel 1681. Nello stesso anno venne aperta una porta di comunicazione tra chiesa e campanile.

1834 - 1840 (costruzione intero bene)

Risale al periodo compreso tra il 1834 ed il 1840 la ricostruzione della chiesa di S. Bernardo in Campiano, divenuta insufficiente per le esigenze della comunità. Il vecchio edificio fu parzialmente demolito ed inglobato nella nuova costruzione. Anche il campanile eretto nel 1681 venne demolito e riedificato in forme neoclassiche.

1853 - 1853 (collocazione altare maggiore )

Nel 1853 fu acquistato e collocato il nuovo altar maggiore proveniente dalla chiesa parrocchiale di S. Giovanni Battista in Cadidavid.

1924/08/22 - 1924/08/22 (erezione in parrocchia carattere generale)

Risale al 22 agosto del 1924 l’erezione in parrocchia della chiesa di S. Bernardo in Campiano. Decreto a firma del vescovo di Verona Girolamo Cardinale (1923-1954).

1954 - 1954 (decorazione pittorica interno )

Nel 1954, anno mariano, la chiesa fu abbellita con decorazioni pittoriche nel presbiterio, sulle pareti perimetrali e sul soffitto, opera dell’artista soavese Adolfo Mattielli.

1981 - 1981 (restauro Cupola del campanile )

Nel 1981 la cupola del campanile fu restaurata sostituendo il rivestimento in zinco con un rivestimento in rame.

1986 - 1987/12/22 (Soppressione e ripristino della parrocchia. carattere generale)

Nel 1986 la parrocchia di S. Bernardo in Campiano venne soppressa. Il 22 dicembre dell’anno successivo venne ripristinata con decreto ministeriale.

Mappa

Cimiteri a VERONA

Via Arzaron Villa Bartolomea (Vr)

Via Santa Toscana Zevio (Vr)

Via Dei Cipressi 1 Malcesine (Vr)

Onoranze funebri a VERONA

Via Kennedy 29 37068 Vigasio

Via Lazzaretto 93 Monteforte D'alpone

Via G. Da Monte 20/B Verona