Chiese in Provincia di Verona - città di : Chiesa di San Pietro Apostolo

Chiesa di San Pietro Apostolo
S. Pietro Apostolo

VERONA
Via 24 Maggio, 6 - Custoza, Sommacampagna (VR)
Culto: Cattolico
Diocesi: Verona
Tipologia: chiesa
Ignote le origini della chiesa di S. Pietro in Custoza, originariamente cappella soggetta alla pieve di S. Andrea in Sommacampagna. L’edificio attuale è il risultato della ricostruzione occorsa tra il 1790 ed il 1792. Esternamente l’edificio si presenta con facciata a capanna rivolta a sud-est. Torre campanaria addossata al fianco occidentale della chiesa. Impianto planimetrico a croce latina, definita da un’unica aula rettangolare, transetto con bracci laterali di ridotta profondità... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

Ignote le origini della chiesa di S. Pietro in Custoza, originariamente cappella soggetta alla pieve di S. Andrea in Sommacampagna. L’edificio attuale è il risultato della ricostruzione occorsa tra il 1790 ed il 1792. Esternamente l’edificio si presenta con facciata a capanna rivolta a sud-est. Torre campanaria addossata al fianco occidentale della chiesa. Impianto planimetrico a croce latina, definita da un’unica aula rettangolare, transetto con bracci laterali di ridotta profondità ospitanti rispettivamente l’altare della Madonna del Rosario a sinistra, e l’altare del S. Cuore sul lato opposto, presbiterio quadrangolare rialzato di tre gradini concluso con abside a sviluppo semicircolare. L’ambiente interno, caratterizzato da un’armonica ed equilibrata composizione architettonico-spaziale e decorativa, presenta i prospetti ritmati da snelle lesene corinzie su cui si imposta l’alta trabeazione sommitale; al centro della parete di fondo del presbiterio è collocata la pala d’altare raffigurante “S. Pietro liberato dal carcere”, opera del pittore Giulio Sartori (1869). Navata e presbiterio sono coperti da volte a botte con unghie laterali ritmate da costolonature trasversali; la crociera del transetto è sovrastata da una calotta emisferica ribassata decorata con pitture a tempera. Copertura a due falde con travature lignee portanti e manto in coppi di laterizio. La pavimentazione della navata è realizzata in piastrelle di cemento con graniglia di marmi policromi; il piano del presbiterio è pavimentato con quadrotte alternate di marmo rosso Verona e marmo biancone posate a corsi obliqui.

Pianta

La chiesa presenta un impianto planimetrico a croce latina, definita da un’aula rettangolare con asse maggiore longitudinale, transetto con bracci laterali di ridotta profondità ospitanti ciascuno un altare, presbiterio quadrangolare rialzato di tre gradini concluso da un’abside a sviluppo semicircolare. Sul lato occidentale del presbiterio si colloca la sacrestia, sul lato opposto alcuni locali di servizio; la torre campanaria si eleva addossata al fianco orientale dell’aula; la cappella feriale insiste sul fianco sinistro della chiesa, inserita all’interno del complesso edilizio dell’adiacente casa canonica. L’ingresso principale si apre al centro della parete di facciata, preceduto da un’alta scalinata esterna; è presente un’entrata laterale, con vestibolo di ingresso, sul fianco occidentale dell’aula.

Facciata

Facciata a capanna rivolta a sud-est, interamente rivestita di intonaco cementizio. Un’ampia scalinata precede l’ingresso di forma rettangolare, sovrastato da timpanetto pensile. Più alto una finestra di forma rettangolare illumina l’interno dell’edificio.

Strutture di elevazione

Le strutture di elevazione sono realizzate in muratura portante di pietrame misto composta da ciottoli, conci di pietra calcarea e mattoni pieni in laterizio legati con malta di calce. Sono presenti tiranti metallici di controventatura per il collegamento delle pareti longitudinali. I paramenti murari esterni presentano un rivestimento ad intonaco grezzo; le pareti interne sono intonacate e tinteggiate.

Strutture di orizzontamento e/o voltate

La navata ed il presbiterio sono coperti da volte a botte con unghie laterali, ritmate da costolonature lisce trasversali; la crociera del transetto è sovrastata da una calotta emisferica ribassata su pennacchi sferici decorata con pitture murali a tempera; l’abside è chiuso da una semicalotta sferica con costolature convergenti in sommità. Le strutture voltate sono realizzate in canniccio collegato ad un sistema di centinature lignee portanti, intonacate e tinteggiate verso l’intradosso.

Coperture

Copertura a due falde con presunta struttura portante costituita da capriate lignee (ovvero con trave di colmo centrale e falsi puntoni laterali in corrispondenza del presbiterio); orditura secondaria di tipo tradizionale composta da arcarecci e travetti; manto in coppi di laterizio.

Pavim

1529 ante - 1530 (origine e costruzione intero bene)

Ignote le origini della chiesa di S. Pietro in Custoza. Le prime informazioni provengono dalle visite pastorali del vescovo Giberti (1523-1543). In occasione della prima visita del 1529 la chiesa è cappella sine cura soggetta alla parrocchia di S. Andrea in Sommacampagna. Nella seconda visita del 1530 si registra la presenza di un rector, tale Ioannes Andreas. Nella terza visita (1533) l’edificio è descritto in buone condizioni, in particolare il tetto risulta di recente costruzione. Nel 1536 il vescovo concesse il battistero ed il conseguente diritto per il rettore di amministrare il Battesimo.

1790 - 1792 (ricostruzione intero bene)

La chiesa di S. Pietro venne riedificata nelle forme attuali tra 1790 e 1792. In tale occasione la torre campanaria venne soprelevata alla quota attuale con la costruzione di una seconda cella campanaria.

2011 - 2011 (costruzione rampa accesso disabili)

Risale al 2011 la realizzazione, presso l’ingresso secondario alla chiesa, di una rampa d’accesso per disabili. Progetto a cura dell’arch. Massimo Fornalè.

Mappa

Cimiteri a VERONA

Via Baesse 36 Costermano (Vr)

Viale Dei Cipressi 1 Villafranca Di Verona (Vr)

Via San Vito 30 (Vr)

Onoranze funebri a VERONA

Snc, Via Fontanelle Snc San Bonifacio

Via Roma 115 Oppeano

Via Dell' Artigianato 6 Vigasio