Chiese in Provincia di Verona - città di : Chiesa di Santa Maria Maddalena

Chiesa di Santa Maria Maddalena
S. Maria Maddalena

VERONA
Via della Chiesa, 1 - Novaglie, Verona (VR)
Culto: Cattolico
Diocesi: Verona
Tipologia: chiesa
Oscure sono le origini della chiesa di S. Maria Maddalena in Novaglie, frazione del Comune di Verona situato nella bassa Valpantena. L’erezione in parrocchia è precedente al 1529. La costruzione della chiesa attuale avvenne tra 1824 e 1829 su progetto dell’arch. Francesco Ronzani. Esternamente l’edificio si presenta con facciata a capanna in stile neoclassico. Orientamento a ponente. La torre campanaria si eleva addossala al fianco settentrionale della sacrestia. Impianto planimetrico ad... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

Oscure sono le origini della chiesa di S. Maria Maddalena in Novaglie, frazione del Comune di Verona situato nella bassa Valpantena. L’erezione in parrocchia è precedente al 1529. La costruzione della chiesa attuale avvenne tra 1824 e 1829 su progetto dell’arch. Francesco Ronzani. Esternamente l’edificio si presenta con facciata a capanna in stile neoclassico. Orientamento a ponente. La torre campanaria si eleva addossala al fianco settentrionale della sacrestia. Impianto planimetrico ad unica ampia aula quadrangolare con marcata spazialità centrale, dilatata lateralmente con due semi-cappelle emergenti; presbiterio a pianta rettangolare rialzato di un gradino. La navata è coperta centralmente da una cupola ribassata su quattro pennacchi sferici con decorazione a finti cassettoni, contornata da una teoria di semplici volte; il presbiterio è sovrastato da un’ampia crociera decorata a cassettoni. La pavimentazione dell’aula è realizzata in lastre di marmo rosso Verona e pietra bianca; il presbiterio è pavimentato in marmi policromi che compongono un disegno geometrico. Copertura a due falde con struttura lignea portante e manto in coppi di laterizio. I prospetti interni sono ritmati e tripartiti da lesene ioniche su cui si imposta una trabeazione modanata; il presbiterio è introdotto da un’elegante struttura a serliana su colonne ioniche. Buone le condizioni di conservazione dell’edificio.

Pianta

La chiesa presenta un impianto planimetrico ad unica ampia aula quadrangolare con marcata spazialità centrale, la cui crociera baricentrica è sottolineata da quattro colonne; si registra una modesta espansione dell’asse trasversale con le due cappelle emergenti che si aprono nel settore centrale dei fianchi laterali, ed ospitanti rispettivamente l’altare della Beata Vergine Maria, sul lato settentrionale, e l’altare del S. Cuore sul lato opposto. L’asse maggiore longitudinale si prolunga con il presbiterio a pianta rettangolare, rialzato di un gradino e di ampiezza pari al modulo centrale dell’aula, separato da questa e dal coro mediante una struttura a serliana sostenuta da due colonne libere. Sul fianco meridionale del presbiterio si colloca la cappella feriale, sul lato opposto sono presenti due ambienti di servizio; oltre la parete absidale è presente l’ambiente della sacrestia, dalla quale avviene il collegamento con la casa canonica che si sviluppa sul lato meridionale del complesso parrocchiale. L’ingresso principale della chiesa, con bussola lignea interna, si apre al centro della parete di facciata verso l’ampio sagrato antistante, preceduto da una breve scalinata esterna; è presente un ingresso laterale sul fianco meridionale della chiesa, con il passaggio da un vestibolo compreso tra l’aula e la cappella feriale. La torre campanaria di eleva addossala al fianco settentrionale della sacrestia.

Facciata

Facciata a capanna in stile neoclassico. Orientamento ad occidente. Tinteggiatura principale color bianco, lesene e cornice del frontone color sabbia. Due coppie di lesene di ordine ionico incorniciano centralmente un arco trionfale nel quale è inserito in portale d’ingresso di forma rettangolare preceduto da una scalinata a tre gradoni. Chiude verticalmente il prospetto il timpano. Sul vertice sommitale, infissa in un supporto litico, campeggia una croce in ferro.

Strutture di elevazione

Le strutture di elevazione sono realizzate in muratura portante in conci di pietra locale legati con malta di calce. I paramenti murari esterni ed interni sono intonacati e tinteggiati. All’interno dell’aula sei colonne libere in pietra contribuiscono al sostegno delle strutture voltate e di copertura.

Strutture di orizzontamento e/o voltate

L’ampia navata interna è coperta, in corrispondenza della crociera centrale, da una cupola ribassata impostata su quattro pennacchi sferici e con decorazione a finti cassettoni, contornata da una teoria di semplici volte a chiusura dei bracci e dei quadri d’angolo, decorate con corni

1529 ante - 1529 (origini, costruzione ed erezione in parrocchia intero bene )

La prima notizia certa inerente la chiesa di S. Maria Maddalena risale al 1527, anno della visita pastorale di Matteo Canato, delegato del vescovo G.M. Giberti (1524-1543). tuttavia si ipotizza che l'edificio originario risalga all'epoca romanica (almeno al XIII sec.)

1529 ante - 1529 (erezione in parrocchia carattere generale )

La chiesa di S. Maria Maddalena fu eretta in parrocchia prima del 1529.

1999 - 2001 (costruzione intero bene)

L’attuale chiesa parrocchiale venne edificata tra 1824 e 1829 su progetto dell’arch. Francesco Ronzani.

1999 - 2001 (restauro paramenti interni ed esterni )

Al biennio 1999-2001 risalgono gli interventi di restauro dei paramenti interni ed esterni della chiesa. Progetto a cura dell’arch. Luciano Raineri.

Mappa

Cimiteri a VERONA

Via Arzaron Villa Bartolomea (Vr)

Via San Vito 30 (Vr)

Viale Del Silenzio Bovolone (Vr)

Onoranze funebri a VERONA

Via Monti Lessini 31 Cerro Veronese

Via Pianura 6 Bosco Chiesanuova

Via Raizzola Casaleone