Chiese in Provincia di Verona - città di : Chiesa della Cattedra di San Pietro

Chiesa della Cattedra di San Pietro
Chiesa di Cattedra di San Pietro Cattedra di S. Pietro

VERONA
Via Chiesa, 5 - Marcellise, San Martino Buon Albergo (VR)
Culto: Cattolico
Diocesi: Verona
Tipologia: chiesa
La chiesa di Cattedra di S. Pietro in Marcellise venne eretta tra XIV e XV sec. come cappella soggetta alla pieve di S. Briccio di Lavagno. Eretta in parrocchia prima del 1460 venne riedificata nelle forme neoclassiche attuali tra 1819 e 1827. In precarie condizioni statiche a causa del cedimento del terreno sottostante le fondazioni, tra 2011 e 2014 l’edificio ha beneficiato di un intervento di risanamento statico e di restauro conservativo. Attualmente l’edifici si presenta con facciata... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa di Cattedra di S. Pietro in Marcellise venne eretta tra XIV e XV sec. come cappella soggetta alla pieve di S. Briccio di Lavagno. Eretta in parrocchia prima del 1460 venne riedificata nelle forme neoclassiche attuali tra 1819 e 1827. In precarie condizioni statiche a causa del cedimento del terreno sottostante le fondazioni, tra 2011 e 2014 l’edificio ha beneficiato di un intervento di risanamento statico e di restauro conservativo. Attualmente l’edifici si presenta con facciata neoclassica rivolta a settentrione preceduta da un pronao monumentale. Torre campanaria situata a meridione della chiesa e da essa separata. Impianto planimetrico ad unica aula rettangolare con semi-cappelle laterali con altari, presbiterio quadrangolare rialzato di tre gradini, concluso con abside semicircolare. La navata è coperta da un’ampia volta a botte decorata, con teste di padiglione ed unghie laterali; il presbiterio è sovrastato da una cupola emisferica ornata con un motivo a cassettoni. I prospetti interni sono scanditi da possenti lesene su cui si imposta la cornice modanata che si svolge cingendo l’intero perimetro interno; le pareti, intonacate e tinteggiate, sono decorate con cornici e motivi ornamentali a tempera. Nella chiesa si conservano tele del Morone, di Girolamo Dai Libri e Giovanni Battista Caliari. La pavimentazione è realizzata in lastre in marmo rosso Verona e pietra calcare bianca; un disegno geometrico in marmi policromi caratterizza il pavimento del presbiterio. Copertura a due falde con struttura lignea portante e manto in coppi di laterizio. Buone le condizioni di conservazione dell’edificio.

Pianta

La chiesa presenta un impianto planimetrico ad unica aula rettangolare ad asse maggiore longitudinale, presbiterio a pianta quadrangolare, rialzato di tre gradini e di ampiezza ridotta rispetto la navata, concluso con abside emergente a sviluppo semicircolare. Lungo i fianchi dell’aula si aprono quattro semi-cappelle laterali, due su ciascun lato e fra loro prospicienti, in cui sono collocati gli altari laterali: l’altare di S. Antonio da Padova e l’altare dell’Immacolata Concezione, sul lato occidentale, l’altare di S. Antonio Abate e l’altare della Beata Vergine del Rosario sul lato opposto. A questi ambienti si interpongono il vestibolo dell’ingresso laterale con sovrapposta cantoria lignea, sul lato orientale, ed il battistero con il pulpito ligneo sul lato opposto. Sul fianco occidentale del presbiterio si collocano la sacrestia e l’antica cappella feriale. La torre campanaria si eleva addossata alla parete meridionale dell’abside. L’ingresso principale, con bussola lignea interna, si apre al centro della parete di facciata preceduta da un pronao ipostilo; è presente un’entrata laterale sul fianco orientale dell’aula.

Facciata

Facciata a capanna in stile neoclassico rivolta a settentrione. La precede un pronao monumentale a quattro colonne con capitelli ionici e cornice del timpano decorata a denti di sega che divide il prospetto in due registri. In quello inferiore, protetto dal pronao, si apre il portale d’ingresso di forma rettangolare sormontato da un timpanetto retto da mensole modanate. Il registro superiore, chiuso superiormente dal volume del timpano, presenta intonacatura a finto bugnato.

Strutture di elevazione

Le strutture di elevazione sono realizzate in muratura portante in pietra, con prevalenza di conci di pietra tufacea e calcare della Lessinia legati con malta di calce. L’ammorsatura tra le strutture murarie che definiscono la navata è rinforzata mediante tiranti metallici trasversali posizionati nel settore sommitale delle angolate. Sono presenti tiranti metallici in corrispondenza della linea di imposta delle arcate degli altari laterali. I paramenti murari esterni ed interni sono intonacati e tinteggiati.

Strutture di orizzontamento e/o voltate

L’ambiente dell’aula è coperto da un’ampia volta a botte con teste di padiglione ed unghie laterali, decorata con semplici co

1407 ante - 1407 (origini e costruzione intero bene)

L'esistenza a Marcellise di una chiesa intitolata alla Cattedra di San Pietro è attestata già all'inizio del XV secolo, come prova un’iscrizione in lingua volgare datata 5 ottobre 1407 (attualmente murata sopra l'architrave dell’ingresso secondario est della chiesa ottocentesca). Si tratta del testamento di tale Faccio, residente in Lavagno, che disponeva che i suoi eredi donassero ogni anno, in occasione della «festa de San Pero de Febraro, in Marcelise», una certa quantità di frumento e di vino ai sacerdoti che si fossero recati alla solenne celebrazione. La rimanenza sarebbe stata distribuita alle persone partecipanti alla festa e ai poveri.

1460 ante - 1460 (erezione in parrocchia carattere gnerale)

Al momento della visita pastorale del vescovo Ermolao Barbaro (1524-1543), a Marcellise nel 1460, la chiesa di S. Pietro è già dotata di fonte battesimale ed eucarestia.

1819 - 1827 (costruzione intero bene)

Tra 1819 e 1827 la chiesa di S. Pietro in Marcellise venne riedificata nelle forme neoclassiche attuali su progetto attribuito al celebre architetto veronese Giuseppe Barbieri. In tale occasione inoltre la torre campanaria venne soprelevata alla quota attuale.

1873 - 1897 (restauro intero bene)

Tra 1873 e 1895 l’edificio venne restaurato e decorato internamente ed esternamente con la costruzione del portale ligneo interno (1883) la sostituzione dell'orologio del campanile (1885) e la collocazione della banderuola (1897).

1931 - 1931 (costruzione pronao)

Risale al 1931 la costruzione del pronao antistante la facciata della chiesa.

1970 - 1970 (rinnovamento facciata )

Nel 1970 venne modificata la facciata con l’eliminazione della la terza falda del tetto e l'inserimento del timpano superiore.

2003 - 2003 (tinteggiatura interno)

Del 2003 è la tinteggiatura interna della chiesa. Progetto a cura dell’arch. M. Casali.

2011 - 2011 (risanamento statico e restauro intero bene)

Tra 2011 e 2014 la chiesa di S. Pietro in Cattedra in Marcellise ha beneficiato di un necessario intervento di risanamento statico e restauro conservativo. Progetto a cura dell’arch. Marco Molon e dell’ing. Ilaria Segala.

Mappa

Cimiteri a VERONA

Via Santa Toscana Zevio (Vr)

Via Cantona Ronco All'adige (Vr)

Via Vo Povegliano Veronese (Vr)

Onoranze funebri a VERONA

Snc, Centralino: Snc Albaredo D'adige

Piazzale Del Cimitero 5 Verona

Via Zenona 247 Castagnaro