Chiese in Provincia di Verona - città di : Oratorio della Natività della Madonna

Oratorio della Natività della Madonna
Oratorio di Corte Chioda Oratorio di Santa Maria della Chioda

VERONA
Verona (VR)
Culto: Cattolico
Diocesi: Verona
Tipologia: oratorio
L'oratorio di S. Maria della Chioda fu edificato nel XVI sec. nella corte di proprietà del sig. Giuliano Clody. Nel 1602 l'oratorio di S. Maria fu riedificato nelle forme attuali per volere della sig. Paula Vichia, vedova del sig. Clody. Attualmente è proprietà della parrocchia di S. Lucia. Esternamente l'edificio si presenta con facciata a capanna rivolta occidente. Campanile a vela posto in facciata. Impianto planimetrico ad unica aula rettangolare di ridotte dimensioni, con presbiterio... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

L'oratorio di S. Maria della Chioda fu edificato nel XVI sec. nella corte di proprietà del sig. Giuliano Clody. Nel 1602 l'oratorio di S. Maria fu riedificato nelle forme attuali per volere della sig. Paula Vichia, vedova del sig. Clody. Attualmente è proprietà della parrocchia di S. Lucia. Esternamente l'edificio si presenta con facciata a capanna rivolta occidente. Campanile a vela posto in facciata. Impianto planimetrico ad unica aula rettangolare di ridotte dimensioni, con presbiterio rialzato di un gradino. Le pareti interne sono semplicemente intonacate e tinteggiate; ; al centro della parete di fondo del presbiterio si colloca l’altare in marmi policromi, sovrastato da una cornice architettonica che accoglie la pala raffigurante la “Madonna con il Bambino, S. Francesco e S. Girolamo”. L’aula è coperta da una volta a botte con unghie laterali. Copertura a due falde con struttura lignea portante e manto in coppi di laterizio. La pavimentazione è realizzata in piastrelle di cemento.

Pianta

Oratorio con impianto planimetrico ad unica aula rettangolare di ridotte dimensioni, con presbiterio rialzato di un gradino e con fondale piatto; al centro della parete di fondo del presbiterio si addossa l’altare pre-conciliare. L’ingresso principale si apre al centro della parete di facciata, verso il modesto sagrato antistante.

Facciata

Facciata a capanna. Rivestimento ad intonaco di colore grigio-sabbia. Orientamento ad occidente. Al centro si apre il portale d'ingresso di forma rettangolare. Lo sovrasta un ampio oculo.

Strutture di elevazione

Le strutture di elevazione sono realizzate in muratura portante di pietrame misto legato con malta di calce. I paramenti murari esterni ed interni presentano un rivestimento ad intonaco.

Strutture di orizzontamento e/o voltate

L’aula è coperta da una volta a botte a sezione semi-ellittica con lunette laterali, intonacata e tinteggiata verso l’intradosso.

Coperture

Copertura a due falde con presunta struttura portante costituita da capriate lignee, ovvero con trave di colmo centrale e terzere longitudinali; orditura secondaria composta da arcarecci e travetti; manto in coppi di laterizio.

Pavimenti e pavimentazioni

La pavimentazione dell’aula è realizzata in piastrelle di cemento bianche e rosse disposte a scacchiera. Il presbiterio, rialzato con un gradino in pietra bianca, è pavimentato con piastrelle di cemento bianche.

Prospetti interni

Il modesto e raccolto ambiente interno dell’Oratorio presenta le pareti intonacate e tinteggiate, prive di modanature architettoniche; al centro della parete di fondo del presbiterio si colloca l’altare in marmi policromi, sovrastato da una cornice architettonica che accoglie la pala raffigurante la “Madonna con il Bambino, S. Francesco e S. Girolamo”; due finestrature rettangolari si aprono lungo la parete meridionale.

Prospetti esterni

I prospetti esterni presentano un rivestimento con intonaco grezzo; due finestrature rettangolari si aprono lungo il fronte meridionale.

Campanile

Campanile a vela posto in facciata.

XVI sec. - XVI sec. (origini e costruzione intero bene )

L'oratorio di S. Maria della Chioda fu edificato nel XVI sec. nella corte di proprietà del sig. Giuliano Clody.

1602 - 1602 (costruzione intero bene )

Nel 1602 l'oratorio di S. Maria fu riedificato nelle forme attuali per volere della sig. Paula Vichia, vedova del sig. Clody.

1626 - 1933 (passaggi di proprietà carattere generale)

Nel 1626 l'oratorio risulta di proprietà del sig. Vergeri (marito della figlia della sig. Vichia e del sig. Clody), nel 1717 risulta appartenere ai Morosini, nel 1775 a Giacomo Bottagisio. All'inizio del XX sec. passò alla famiglia Bianchi che lo mantenne fino al 1933, anno in cui lo cedette alla parrocchia di S. Lucia.

Mappa

Cimiteri a VERONA

Via Vo Povegliano Veronese (Vr)

Via Cantona Ronco All'adige (Vr)

Via Ugo Foscolo Nogarole Rocca (Vr)

Onoranze funebri a VERONA

Via Ciro Menotti 2/A San Bonifacio

Via Due Porte 27 Pastrengo

Via Chiesa 2 Sant'ambrogio Di Valpolicella