Chiese in Provincia di Verona - città di : Oratorio di Santa Maria della Neve

Oratorio di Santa Maria della Neve
S. Maria della Neve

VERONA
Via Quar - Pedemonte, San Pietro in Cariano (VR)
Culto: Cattolico
Diocesi: Verona
Tipologia: chiesa
La chiesetta di S. Maria della Neve fu eretta probabilmente verso la fine del XVI sec. in località Quar, un tempo attraversata dalla antica Via Claudia Augusta Padana. Fu per alcuni anni curata e mantenuta dal Canonico veronese Francesco Bonelli, seppellito all'interno del sacello (lapide sepolcrale vicino all'altare) nel 1610. Nel 1874 fu donata al vescovo di Verona Luigi di Canossa. Nel 1959 il vescovo Giuseppe Carraro la aggregò alla parrocchia di Pedemonte, alla quale tuttora appartiene.... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesetta di S. Maria della Neve fu eretta probabilmente verso la fine del XVI sec. in località Quar, un tempo attraversata dalla antica Via Claudia Augusta Padana. Fu per alcuni anni curata e mantenuta dal Canonico veronese Francesco Bonelli, seppellito all'interno del sacello (lapide sepolcrale vicino all'altare) nel 1610. Nel 1874 fu donata al vescovo di Verona Luigi di Canossa. Nel 1959 il vescovo Giuseppe Carraro la aggregò alla parrocchia di Pedemonte, alla quale tuttora appartiene. Facciata a capanna. Orientamento a sud-est. Campanile a vela posto sulla falda di copertura nord-ovest. Impianto planimetrico ad unica aula rettangolare di modeste dimensioni, con presbiterio quadrangolare rialzato di un gradino concluso con absidiola semicircolare. Le pareti interne, intonacate e tinteggiate, sono coronate da un’alta cornice modanata; il presbiterio è introdotto da un arco trionfale sostenuto da colonne corinzie con fusto scanalato; al centro del presbiterio è posto l’altare maggiore in marmi policromi; una nicchia al centro della parete absidale accoglie la statua della Madonna. Aula e presbiterio sono coperti da una volta a botte con unghie laterali. Copertura a due falde con struttura lignea portante e manto in coppi di laterizio. La pavimentazione è realizzata in lastre di rosso ammonitico.

Pianta

La chiesa presenta un impianto planimetrico ad unica aula rettangolare di modeste dimensioni con asse maggiore longitudinale, e presbiterio quadrangolare rialzato di un gradino, concluso con absidiola semicircolare; lungo il fianco orientale dell’aula si apre una piccola cappella. L’ingresso principale si apre al centro della parete di facciata.

Facciata

Facciata a capanna. Orientamento a sud-est. Rivestimento ad intonaco di colore bianco panna. Due paraste recanti un rivestimento ad intonaco di colore rosa tenue reggono la trabeazione ed inquadrano centralmente il portale d'ingresso di forma rettangolare. Chiude il prospetto un timpano lievemente aggettante.

Strutture di elevazione

Le strutture di elevazione sono realizzate in muratura portante costituita da conci sbozzati di pietra calcarea locale legati con malta di calce. I paramenti murari esterni ed interni sono intonacati e tinteggiati.

Strutture di orizzontamento e/o voltate

L’interno della chiesa è coperto da una semplice volta a botte, con unghie laterali in corrispondenza del presbiterio, intonacata e tinteggiata verso l’intradosso.

Coperture

Copertura a due falde con presunta struttura portante composta da capriate lignee, ovvero con trave di colmo centrale e falsi puntoni laterali; orditura secondaria composta da arcarecci e travetti; manto in coppi di laterizio.

Pavimenti e pavimentazioni

La pavimentazione interna è realizzata in lastre rettangolari di rosso ammonitico; il piano del presbiterio è rialzato con un gradino in pietra bianca.

Prospetti interni

Il modesto e raccolto ambiente interno della chiesa presenta le pareti interne intonacate e tinteggiate, coronate da un’alta cornice modanata, e percorse da un’alta zoccolatura realizzata con lastre di marmo; il presbiterio è introdotto da un arco trionfale sostenuto da colonne corinzie con fusto scanalato; al centro del presbiterio è posto l’altare maggiore in marmi policromi; una nicchia al centro della parete absidale accoglie la statua della Madonna; ai lati del presbiterio si aprono due finestrelle centinate.

Prospetti esterni

I prospetti esterni, intonacati e tinteggiati, presentano uno sviluppo geometrico sobrio e regolare, e sono coronati da una cornice sottogronda con modanatura a guscia.

Campanile

Campanile a vela posto sulla falda di copertura nord-ovest.

XVI sec. - XVI sec. (origini e costruzione intero bene )

La chiesetta di S. Maria della Neve fu eretta probabilmente verso la fine del XVI sec. in località Quar, un tempo attraversata dalla antica Via Claudia Augusta Padana. Fu per alcuni anni curata e mantenuta dal Canonico veronese Francesco Bonelli, seppellito all'interno del sacello (lapide sepolcrale vicino all'altare) nel 1610.

XIX sec. - 1959 (passaggi di proprietà carattere generale )

Nella seconda metà del XIX sec. l'edificio risulta di proprietà di don Giacomo Mayer.Nel 1874, in esecuzione delle volontà testamentarie del Mayer la chiesa passò in eredità al vescovo di Verona Luigi di Canossa. Nel 1959 il vescovo Giuseppe Carraro la donò alla parrocchia di Pedemonte, alla quale tuttora appartiene.

XX sec. - XX sec. (restauro intero bene )

Negli ultimi anni del XX sec. si registrano alcuni interventi di ordinaria manutenzione.

Mappa

Cimiteri a VERONA

Via Chiesa San Pietro In Cariano (Vr)

Piazzale Fenil Novo San Martino Buon Albergo (Vr)

Via San Martino Lazise (Vr)

Onoranze funebri a VERONA

Via Pianura 6 Bosco Chiesanuova

Via Tunisi, 15 Verona