Chiese in Provincia di Verona - città di : Chiesa di Santa Maria e San Giuseppe

Chiesa di Santa Maria e San Giuseppe
S. Maria e S. Giuseppe

VERONA
Via Mazzini, 21 - Bonferraro, Sorgà (VR)
Culto: Cattolico
Diocesi: Verona
Tipologia: chiesa
La chiesa di Bonferraro, paese della bassa veronese, al confine con il territorio mantovano, esiste almeno dal 1145. Eretta in parrocchia prima del 1530 l'attuale edificio venne eretto tra il 1939 ed il 1940, su progetto dell'architetto friulano Domenico Rupolo. Esternamente si presenta con facciata neogotica rivolta a settentrione. Pianta a croce latina. Presbiterio a pianta rettangolare, abside a fondale piatto. Soffittatura voltata. Copertura a doppia falda con struttura lignea portante e... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa di Bonferraro, paese della bassa veronese, al confine con il territorio mantovano, esiste almeno dal 1145. Eretta in parrocchia prima del 1530 l'attuale edificio venne eretto tra il 1939 ed il 1940, su progetto dell'architetto friulano Domenico Rupolo. Esternamente si presenta con facciata neogotica rivolta a settentrione. Pianta a croce latina. Presbiterio a pianta rettangolare, abside a fondale piatto. Soffittatura voltata. Copertura a doppia falda con struttura lignea portante e manto in coppi di laterizio. Pavimentazione in piastrelle di cemento con graniglia di marmo ricomposto. Discrete le condizioni di conservazione.

Pianta

La chiesa presenta un impianto planimetrico a croce latina, con aula unica a sviluppo longitudinale, ampio transetto trasversale, presbiterio quadrangolare rialzato di due gradini e concluso con il coro a fondale piatto. Lungo i fianchi della navata si aprono quattro semi-cappelle emergenti laterali, due su ciascun lato e fra loro prospicienti, collocate in prossimità della facciata e del transetto. La parete meridionale di entrambi i bracci laterali del transetto, si apre verso una cappella con altare rialzata di tre gradini, laterale rispetto al presbiterio e comunicante con questo. L’ingresso principale, con bussola lignea interna, si apre al centro della parete di facciata, verso l’ampio sagrato antistante, preceduto all’esterno da una breve scalinata. Sono presenti due ingressi laterali in corrispondenza del prospetto settentrionale di entrambi i bracci del transetto. La torre campanaria si eleva addossata al fianco orientale del presbiterio; sul lato opposto si collocano la sacrestia e l’edificio della casa canonica.

Facciata

Facciata a capanna allungata verso l'alto. Orientamento a nord. Al centro si apre il portale d'ingresso a tutto sesto. Sopra di esso una grande bifora, a tutto sesto anch'essa, illumina l'interno. Ai lati della bifora sono aperte due monofore dalla stessa morfologia ma dalle dimensioni inferiori. Sul vertice sommitale, infissa in un supporto litico di forma quadrata, campeggia una croce in cemento.

Strutture di elevazione

Le strutture di elevazione sono realizzate in muratura portante di mattoni pieni in laterizio legati con malta di calce. I paramenti esterni e interni sono intonacati e tinteggiati.

Strutture di orizzontamento e/o voltate

La navata è coperta da una sequenza di cinque strette volte a botte con unghie laterali scandite da costolonature trasversali. Un’ampia volta a crociera copre la campata centrale del transetto, i cui bracci laterali sono sovrastati da volte a botte lunettate. L’ambiente del presbiterio è coperto da una volta a crociera. Le strutture voltate sono realizzate in pannelli di fibrocemento alleggerito collegato ad una centinatura lignea portante. Le superfici sono intonacate e tinteggiate all’intradosso, con decorazioni a tempera che disegnano nervature diagonali e motivi geometrici; le vele della crociera del presbiterio sono decorate con le raffigurazioni simboliche degli Evangelisti.

Coperture

La struttura portante della copertura a due falde sovrapposte alla navata, al presbiterio ed ai bracci laterali del transetto, convergenti in corrispondenza della crociera centrale, è costituita da capriate lignee; orditura secondaria composta tra terzere ed arcarecci con sovrapposti tavelloni in cotto; manto di copertura in coppi di laterizio.

Pavimenti e pavimentazioni

La pavimentazione della navata e del transetto è realizzata in piastrelle quadrate di cemento con graniglia di marmo policromo, disposte a formare un disegno a scacchiera bianco e nero; gli assi maggiori della navata e del transetto sono attraversati da una fascia centrale realizzata anch’essa in piastrelle di cemento con graniglia di marmo a fondo rosato, con bordature laterali bianche e nere. Il piano del presbiterio, rialzato con tre gradini in marmo rosso Verona, presenta una pavimentazione “alla Palladiana” con scaglie di marmi policr

1145 ante - 1145 (origini carattere generale )

Antiche le origini della chiesa dei SS. Maria e Giuseppe in Bonferraro. Nel 1145 papa Eugenio III ricorda la "ecclesiam Vauferrari cum decimis" .

1530 ante - 1530 (erezione in parrocchia carattere generale)

Il vescovo Gian Matteo giberti fu a Bonferraro in visita pastorale a più riprese tra 1529 e 1541. Nel 1530 la chiesa è definita "parocchialem (...) Sanctae Mariae de Bonferraro."

1939 - 1940 (costruzione intero bene )

L'attuale parrocchiale fu edificata tra il 1939 ed il 1940 in sostituzione della pre-esintente, che fu demolita. Progetto a firma dell'arch. Domenico Ruopolo.

1940/09/18 - 1940/09/18 (consacrazione carattere generale)

Il nuovo edificio fu consacrato in data 18 settembre 1940 dal vescovo di Verona Girolamo Cardinale (1923-1954).

2007 - 2007 (restauro e consolidamento copertura)

Nel 2007 la chiesa ha beneficiato di un intervento di straordinaria manutenzione della copertura e di parte del soffitto interno.

Mappa

Cimiteri a VERONA

Via San Martino Lazise (Vr)

Via Corso San Lorenzo Pescantina (Vr)

Via Cantona Ronco All'adige (Vr)

Onoranze funebri a VERONA

Via S. Francesco 22 San Pietro In Cariano

Via Roma, 32 37032 Ronca'

Via Strà, 108 37030 Colognola Ai Colli