Chiese in Provincia di Verona - città di Erbezzo: Chiesa dei Santi Filippo e Giacomo Apostoli

Chiesa dei Santi Filippo e Giacomo Apostoli

VERONA / ERBEZZO
Via Roma, 40 - Erbezzo (VR)
Culto: Cattolico
Diocesi: Verona
Tipologia: chiesa
Tra la fine del Trecento ed i primi anni del Quattrocento ad Erbezzo, paese montano dei Lessini Occidentali, si stanziarono popolazioni di origine bavaro-tirolese, i Cimbri. Essi, nel corso del XV sec. innalzarono un primo edificio di culto, attestato sin dal 1437. La consacrazione dell’edificio risale al 1492, l’erezione in parrocchia a prima del 1527. La chiesa venne riedificata nelle forme attuali nel 1720. Esternamente l’edificio si presenta con facciata a capanna rivolta ad occidente.... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

Tra la fine del Trecento ed i primi anni del Quattrocento ad Erbezzo, paese montano dei Lessini Occidentali, si stanziarono popolazioni di origine bavaro-tirolese, i Cimbri. Essi, nel corso del XV sec. innalzarono un primo edificio di culto, attestato sin dal 1437. La consacrazione dell’edificio risale al 1492, l’erezione in parrocchia a prima del 1527. La chiesa venne riedificata nelle forme attuali nel 1720. Esternamente l’edificio si presenta con facciata a capanna rivolta ad occidente. Torre campanaria adiacente il fianco meridionale della chiesa. Impianto planimetrico ad unica aula rettangolare, con presbiterio quadrangolare protetto da balaustrata, rialzato di tre gradini e concluso con abside semicircolare. La navata è coperta da una volta a botte a sesto ribassato con unghie laterali ritmata da costolonature trasversali; il presbiterio è sovrastato da un’ampia volta a crociera; il catino absidale è decorato con un affresco raffigurante il “Sacro Cuore di Gesù con Santi”. Copertura a due falde con struttura portante costituita da capriate lignee; manto di copertura in lamiera e lastre di pietra calcarea. La pavimentazione della navata è realizzata in lastre rettangolari di marmo biancone e nembro rosato; il piano del presbiterio è pavimentato in piastrelle di cemento decorate con un disegno geometrico policromo. I prospetti interni sono ritmati da lesene ioniche a sostegno di un’alta trabeazione modanata con fregio decorato che si sviluppa cingendo l’intero perimetro interno. Buone le condizioni di conservazione.

Pianta

La chiesa presenta un impianto planimetrico ad unica ampia aula rettangolare ad asse maggiore longitudinale, presbiterio a pianta quadrangolare protetto da balaustrata, rialzato di tre gradini e di ampiezza ridotta rispetto la navata, concluso con abside emergente a sviluppo semicircolare. Lungo i fianchi dell’aula si dispongono sei altari laterali, tre su ciascun lato e fra loro prospicienti: l’altare della Madonna con Bambino (con i Santi Antonio Abate, Rocco, Sebastiano e Gaetano Thiene), l’altare del S. Cuore e l’altare della Madonna della cintura sul lato settentrionale, l’altare dei SS. Antonio, Domenico, Lucio ed Apolonnia, l’altare della Beata Vergine di Lourdes e l’altare della Madonna del Rosario, sul lato opposto. I due altari prossimi al presbiterio sono collocati in due semicappelle emergenti a pianta semicircolare, che definiscono i bracci laterali di uno pseudo-transetto. L’ingresso principale, con bussola lignea interna, si apre al centro della parete di facciata, direttamente prospiciente la strada comunale, preceduto all’esterno da una breve scalinata; su entrambi i fianchi della navata è presente un ingresso laterale. Sul fianco meridionale del presbiterio si colloca un locale adibito a sacrestia e cappella feriale; sul lato opposto insistono la torre campanaria ed il centro giovanile parrocchiale. il corpo edilizio della navata è fiancheggiato da due porticati esterni con sovrapposti ambienti di servizio.

Facciata

Facciata a capanna, intonacata di colore aranciato. Orientamento ad occidente. Al centro, preceduto da tre scalini, si apre il portale d’ingresso di forma rettangolare con architrave modanato, protetto da una mensoletta, anch’essa modanata. Sopra il portale all’interno di una nicchia è inserita una decorazione ad affresco raffigurante i due Santi patroni e la Vergine. Ai lati due monofore a tutto sesto illuminano l’interno dell’edificio. Conclude verticalmente il prospetto il semplice timpano, all’interno del quale è aperto un oculo, parzialmente chiuso da una croce modanata. Sul vertice sommitale campeggia una tozza croce litica. Sui vertici laterali due pinnacoli, in pietra anch’essi.

Strutture di elevazione

Le strutture di elevazione sono realizzate in muratura portante in pietra, con prevalenza di conci di pietra calcarea della Lessinia legati con malta di calce; le ammorsature delle angolate sono realizzate con blocchi di pietra squadrati. Sono present

1437 - 1480 (origini e costruzione intero bene)

Tra la fine del Trecento ed i primi anni del Quattrocento ad Erbezzo, paese montano dei Lessini Occidentali, si stanziarono popolazioni di origine bavaro-tirolese, i Cimbri. Essi, nel corso del XV sec. innalzarono un primo edificio di culto, attestato sin dal 1437. Alla realizzazione o alla decorazione della chiesa parteciparono nel 1480 tale Maestro Pero Daguaz, il lapicida locale Maestro Lorenzo, originario di Erbezzo, e il più celebre Maestro Donato da Lugo, come ricordato da un’iscrizione incisa su un’acquasantiera in rosso ammonitico, il cui testo recita: “MCCCCLXXX / M. PERO. DAGUAZ / M. LORENZO ARBEZO / M. DONA. LUGO”.

1492 - 1492 (consacrazione carattere generale)

La chiesa dei SS. Filippo e Giacomo in Erbezzo venne consacrata nel 1492.

1527ante - 1527 (erezione in parrocchia carattere generale )

Quando il vescovo Giberti (1524-1543) il 13 settembre del 1527 visitò la chiesa di Erbezzo la trovò in buone condizioni, ben tenuta e dotata di fonte battesimale. Da ciò si evince che al momento della visita la chiesa, dotata di fonte, era già stata eretta in parrocchia, svincolandosi dalla chiesa parrocchiale di Bosco Chiesanuova, alla quale era soggetta.

1720 - 1725 (costruzione intero bene)

La chiesa parrocchiale di Erbezzo venne riedificata nelle forme attuali nel 1720. Il porticato adiacente il fianco meridionale fu terminato nel 1725.

Mappa

Cimiteri a VERONA

Via Vo Povegliano Veronese (Vr)

Strada Provinciale 10 Tregnago (Vr)

Viale Del Silenzio Bovolone (Vr)

Onoranze funebri a VERONA

Via Rosselli Carlo 12 Legnago

Via C? Dede 73 San Pietro In Cariano

Via Villaraspa, 9 37055 Ronco All'adige