Chiese in Provincia di Verona - città di Isola Rizza: Chiesa di Santa Maria Janua Coeli

Chiesa di Santa Maria Janua Coeli

VERONA / ISOLA RIZZA
Via Roma - Isola Rizza (VR)
Culto: Cattolico
Diocesi: Verona
Tipologia: chiesa
La chiesa di S. Maria è situata nel cuore del paese di Isola Rizza. Edificata probabilmente nel corso del Trecento, era cappella dipendente dalla Pieve di SS. Pietro e Paolo. Ampliata nel Quattrocento, dal XVII sec. diviene di proprietà comunale. Tornata ad essere di proprietà parrocchiale nei primi anni dell'Ottocento, venne chiusa al culto nel 1979 poiché in cattive condizioni. Restaurata integralmente nel 1991, è oggi spesso utilizzata per le celebrazioni. Facciata lineare, intonacata... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa di S. Maria è situata nel cuore del paese di Isola Rizza. Edificata probabilmente nel corso del Trecento, era cappella dipendente dalla Pieve di SS. Pietro e Paolo. Ampliata nel Quattrocento, dal XVII sec. diviene di proprietà comunale. Tornata ad essere di proprietà parrocchiale nei primi anni dell'Ottocento, venne chiusa al culto nel 1979 poiché in cattive condizioni. Restaurata integralmente nel 1991, è oggi spesso utilizzata per le celebrazioni. Facciata lineare, intonacata color grigio-sabbia, presenta navata unica movimentata da due cappellette laterali e abside poligonale. All'interno pregevoli affreschi datati XIV e inizi del XV sec.

Pianta

La chiesa presenta un impianto planimetrico ad unica aula rettangolare, che si prolunga, restringendosi, con la profonda area presbiterale rialzata di un gradino rispetto alla navata, e conclusa dall'abside a sviluppo poligonale a cinque lati, sia nel profilo interno che in quello esterno. Lungo i fianchi della navata, in prossimità del presbiterio, si aprono due cappelle laterali tra loro contrapposte, con struttura muraria emergente rispetto al volume principale dell'edificio, e che ospitano l'altare del Rosario, a destra, e l'altare della S. Croce, a sinistra. L'ingresso principale presenta una bussola lignea; lungo i fianchi laterali si aprono gli ingressi minori, di cui quello destro dotato di bussola con struttura lignea e specchiature in vetro. Fiancheggiano il presbiterio, con il quale sono posti in comunicazione, oltre l'altare maggiore, tramite due aperture, l'ambiente adibito a sacrestia sul fianco destro ed il volume della torre campanaria, sul lato opposto, il cui ambiente a piano terra è destinato a vano tecnico.

Facciata

Facciata squadrata sormontata da frontone con trabeazione lineare e timpano liscio. Bel portale d'ingresso in marmo rosa composto da due piediritti monolitici con basamento e da un architrave a C. Sopra il portale una lunetta allungata verso l'alto ospita un lacerto d'affresco raffigurante la Vergine. Ancora più in alto un oculo dà luce all'interno della chiesa. Sui pinnacoli del vertice sommitale e dei due vertici laterali campeggiano tre croci ferree.

Strutture di elevazione

La struttura di elevazione, parzialmente visibile soprattutto all'esterno nei punti in cui il degrado dell'intonaco consente una lettura puntuale della tessitura muraria, si presenta realizzata in mattoni di laterizio allettati con malta di calce. Recenti interventi di restauro (anni '90) hanno permesso di rilevare, per quanto riguarda la porzione inferiore delle murature di elevazione, la presenza di una muratura a sacco.

Strutture di orizzontamento e/o voltate

Un tempo coperta da una controsoffittatura probabilmente in canniccio intonacato, l'aula della chiesa si presenta attualmente lasciando a vista la struttura di copertura. L'area presbiterale è coperta da una struttura voltata a botte che si raccorda, verso l'abside, con una volta ad ombrello a cinque vele.

Coperture

La struttura di copertura della navata è costituita da un sistema di sette capriate lignee a schema statico semplice con monaco centrale, staccato dalla catena, e saette laterali di controvento; il collegamento tra le membrature, in particolare quello monaco-catena-saette e saette-puntoni, è rinforzato con staffature metalliche; in corrispondenza dell'incastro nelle murature d'ambito, le teste delle catene poggiano su mensole in pietra, sostituite talvolta da elementi lignei con la medesima modanatura, in entrambi i casi con l'interposizione di una seconda mensolina lignea. L'orditura secondaria è costituita da arcarecci disposti sui puntoni delle capriate con sovrapposta orditura minuta di travetti lignei posti a sostegno delle tavelle in laterizio, sopra cui si posa il manto in coppi di laterizio.

Pavimenti e pavimentazioni

La pavimentazione dell'aula è realizzata con mattonelle quadrate in cotto a corsi diagonali; l'area del presbiterio, separata della navata d

XIII sec. - XIII sec. (Costruzione Intero bene)

La chiesetta dedicata a S. Maria Janua Coeli, cappella dipendente dalla pieve di SS. Pietro e Paolo Apostoli in Isola Rizza, venne edificata probabilmente nel corso del XIII sec. (come si evince dall'analisi di alcune murature a sacco, tecnica usata non oltre il XIV sec. e da alcuni affreschi rinvenuti nel corso dell'ultimo restauro, stilisticamente attribuiti anch'essi al XIV sec.).

XV sec. - XV sec. (Ampliamento Intero bene)

Nel corso del Quattrocento la navata della cappella venne innalzata ed allungata. Si mise mano anche all'area presbiterale, rendendola più profonda e a pianta poligonale.

XVII sec. - XVII sec. (Cambio di proprietà Intero bene)

Quando nel 1679 giunge a Isola Rizza in visita pastorale il vescovo Sebastiano Pisani II (1668-1690), riscontra che la chiesa è divenuta di proprietà comunale (quindi sotto il controllo del Capitano di Verona). Vi si registrano tre confraternite: quella della S. Croce, della Cintura e del Rosario.

XVIII sec. - XVIII sec. (Costruzione Cappelle laterali)

Grazie alle donazioni di due confraternite, quella del Rosario e della S. Croce, nel corso del XVIII sec. furono edificate due omonime cappellette laterali.

XIX sec. - XIX sec. (Soppressione napoleonica e nuovo cambio proprietà Intero bene)

Con le soppressioni napoleoniche delle confraternite, anche le tre di S. Maria vengono sciolte. La chiesetta torna ad essere di proprietà parrocchiale.

1979 - 1979 (Chiusura al culto Intero bene )

Caduta in disuso ed in più parti ammalorata, nel 1979 la cappella di S. Maria Janua Coeli venne termporaneamente chiusa al culto.

1991 - 1991 (Restauro e riapertura al culto Intero bene)

Nel 1991, grazie all'interessamento dell'allora parroco don Daniele Castagna e di alcuni paesani, iniziò una sistematica opera di restauro che diede all'edificio l'aspetto attuale. Attualmente la chiesetta è aperta al culto ed il parroco di SS. Pietro e Paolo vi celebra la messa con una certa assiduità.

Mappa

Cimiteri a VERONA

Via Ugo Foscolo Nogarole Rocca (Vr)

Piazzale Fenil Novo San Martino Buon Albergo (Vr)

Via Spiazzi Bosco Chiesanuova (Vr)

Onoranze funebri a VERONA

Via Noris 1 Verona

Via Predicale 64 Cologna Veneta

Via Dell' Industria 19 37014 Castelnuovo Del Garda