Chiese in Provincia di Verona - città di Sanguinetto: Chiesa di Santa Maria delle Grazie

Chiesa di Santa Maria delle Grazie
Chiesa dei Frati Santa Maria della Gazie

VERONA / SANGUINETTO
Sanguinetto (VR)
Culto: Cattolico
Diocesi: Verona
Tipologia: chiesa
La chiesa ed il convento di S. Maria delle Grazie in Sanguinetto furono edificati nei primi anni del XVII sec. dai frati “Zoccolanti “ appartenenti all’ordine dei Minori francescani. Nel 1769 il convento fu soppresso. Da allora la chiesa di S. Maria delle Grazie è officiata dal clero diocesano. Esternamente l’edificio si presenta con facciata continua rivolta a occidente. Torre campanaria addossata al fianco settentrionale della chiesa. Impianto planimetrico ad unica aula rettangolare, con... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa ed il convento di S. Maria delle Grazie in Sanguinetto furono edificati nei primi anni del XVII sec. dai frati “Zoccolanti “ appartenenti all’ordine dei Minori francescani. Nel 1769 il convento fu soppresso. Da allora la chiesa di S. Maria delle Grazie è officiata dal clero diocesano. Esternamente l’edificio si presenta con facciata continua rivolta a occidente. Torre campanaria addossata al fianco settentrionale della chiesa. Impianto planimetrico ad unica aula rettangolare, con presbiterio quadrangolare rialzato di un gradino concluso con un profondo coro a fondale piatto; lungo i fianchi della navata quattro semi-cappelle laterali accolgono l’altare del Crocifisso e l’altare di S. Francesco d’Assisi, sul lato destro, e gli altari di S. Giuseppe e di S. Carlo Borromeo, sul lato opposto; ai lati dell’arco trionfale sono posti l’alare dell’Annunciazione, a destra, e l’altare di S. Antonio da Padova, a sinistra. Le pareti interne dell’aula sono ornate dalle modanature delle archeggiature che introducono le cappelle laterali, a cui si alternano semplici finestrature semicircolari; al centro del presbiterio è posto l’altare maggiore in marmi policromi, sovrastato dalla cornice architettonica ad edicola che accoglie la pala raffigurante la “Madonna assunta con S. Giuseppe e Sant’Anna”, in cui è incastonato l’affresco cinque-seicentesco della “Madonna con Gesù Bambino”. La navata è coperta dalla sovrapposta struttura di copertura a capanna con capriate lignee e travature a vista; il presbiterio è sovrastato da una volta a botte ribassata ornata con pitture seicentesche ad affresco; copertura a due falde con manto in coppi di laterizio. La pavimentazione è realizzata in quadrotte di marmo rosso Verona e pietra bianca posate a corsi diagonali.

Pianta

La chiesa presenta un impianto planimetrico ad unica ampia aula rettangolare con asse maggiore longitudinale, e presbiterio quadrangolare emergente rialzato di un gradino, di ampiezza ridotta e concluso con un profondo coro con fondale piatto. Lungo i fianchi della navata si aprono quattro semi-cappelle laterali emergenti di ridotta profondità, due su ciascun lato e fra loro prospicienti, in cui trovano sede l’altare del Crocifisso e l’altare di S. Francesco d’Assisi, sul lato meridionale (destro), e gli altari di S. Giuseppe e di S. Carlo Borromeo, sul lato opposto; ai lati dell’arco trionfale sono posti l’alare dell’Annunciazione, a destra, e l’altare di S. Antonio da Padova, sul lato opposto. L’ingresso principale, con bussola lignea interna, si apre al centro della parete di facciata. La torre campanaria si eleva addossata al fianco settentrionale del presbiterio.

Facciata

Facciata continua in stile barocco. Orientamento a occidente. Rivestimento ad intonaco di colore beige chiaro. Una coppia di ampie finestrature centinate inquadra centralmente il portale d’ingresso a tutto sesto. Più in alto sono aperte cinque nicchie, prive di statue. Chiude il prospetto un fastigio con modanature laterali a voluta.

Strutture di elevazione

Le strutture di elevazione sono realizzate in muratura portante di mattoni pieni di laterizio a tessitura regolare legati con malta di calce. Sono presenti tiranti metalli di controventatura in corrispondenza dell’imposta della struttura voltata del presbiterio. I paramenti murari esterni ed interni sono intonacati e tinteggiati.

Strutture di orizzontamento e/o voltate

Lo spazio interno della navata è coperto dalla sovrapposta struttura di copertura a due falde con capriate lignee, travature e manto sottocoppo in tavelle di cotto a vista. Il presbiterio è sovrastato da una volta a botte a sesto ribassato con una teoria di unghie laterali impostate su peducci pensili modanati, decorata con tre ampi medaglioni con contorni in stucco che riquadrano pitture seicentesche ad affresco.

Coperture

Copertura a due falde con struttura portante composta, in corrispondenza della navata, da un sistema di capriate lignee a schema statico

XVII sec. - XVII sec. (costruzione intero bene )

La chiesa ed il convento di S. Maria delle Grazie in Sanguinetto furono edificati nei primi anni del XVII sec. dai frati “Zoccolanti “ apparentanti all’ordine dei Minori francescani.

1769 - 1769 (soppressione convento carattere generale )

Nel 1769 il convento fu soppresso su decreto del Senato Veneto. Da allora la chiesa di S. Maria delle Grazie fu officiata dal clero diocesano.

2007 - 2007 (restauro intero bene )

Risale al 2007 un organico intervento di restauro della chiesa (interno ed esterno). Progetto a firma dell’arch. Franco Mioso.

Mappa

Cimiteri a VERONA

Via Ugo Foscolo Nogarole Rocca (Vr)

Via San Vito 30 (Vr)

Via Raizzola 10 Casaleone (Vr)

Onoranze funebri a VERONA

Corso Cesare Battisti 40 Sanguinetto

Via Lavoro 9 Isola Della Scala

Via Lungadige Scrami 9 Legnago