Chiese in Provincia di Verona - città di Sanguinetto: Chiesa del Santissimo Nome di Maria

Chiesa del Santissimo Nome di Maria
Ss.mo Nome di Maria

VERONA / SANGUINETTO
Via Cesare Battisti - Sanguinetto (VR)
Culto: Cattolico
Diocesi: Verona
Tipologia: chiesa
L’oratorio della Beata Vergine fu edificato tra 1746 e 1747 su progetto dell’arch. Alessandro Pompei, in sostituzione di un capitello decorato con una immagine della Vergine, che fu traslata sopra l’altar maggiore. Edificio privo di un prospetto riconoscibile come facciata principale. Torre campanaria addossata al fianco sud-orientale della chiesa. Impianto spaziale centrale ad unica aula a pianta circolare di ridotte dimensioni, con presbiterio quadrangolare emergente rialzato di un gradino.... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

L’oratorio della Beata Vergine fu edificato tra 1746 e 1747 su progetto dell’arch. Alessandro Pompei, in sostituzione di un capitello decorato con una immagine della Vergine, che fu traslata sopra l’altar maggiore. Edificio privo di un prospetto riconoscibile come facciata principale. Torre campanaria addossata al fianco sud-orientale della chiesa. Impianto spaziale centrale ad unica aula a pianta circolare di ridotte dimensioni, con presbiterio quadrangolare emergente rialzato di un gradino. Le pareti interne sono ritmate da lesene con capitelli d’ordine ionico su cui si imposta la cornice modanata sommitale; nelle campate intermedie si aprono alternativamente tre ingressi e quattro finestrature con imbotte strombato; alla parete di fondo del presbiterio si addossa l’altare in marmi policromi, sovrastato da una cornice architettonica che accoglie l’affresco settecentesco raffigurante la “Madonna con Gesù Bambino, S. Giovanni Nepomuceno e S. Francesco d’Assisi”. L’aula è coperta da una cupola con decorazione a lacunari; il presbiterio è chiuso da una volta a botte. Copertura a padiglione a pianta circolare ad otto falde, con struttura lignea portante e manto in coppi di laterizio. La pavimentazione è realizzata in quadrotte di marmo rosso Verona e pietra bianca posate a corsi diagonali.

Pianta

La chiesa presenta un impianto spaziale centrale ad unica aula a pianta circolare di ridotte dimensioni; in posizione diametralmente opposta all’ingresso principale si sviluppa il modesto presbiterio emergente a pianta quadrangolare rialzato di un gradino; sul lato destro del presbiterio si colloca il locale della sacrestia; sul lato opposto insiste la torre campanaria. L’ingresso principale, con bussola lignea interna, si apre al centro del fronte principale; su entrambi i fianchi dell’aula è presente un’entrata laterale.

Facciata

Edificio a pianta circolare, privo di un prospetto riconoscibile come facciata principale. Due i portali d’ingresso.

Strutture di elevazione

Le strutture di elevazione sono realizzate in muratura portante di mattoni pieni in laterizio legati con malta di calce e con tessitura regolare. I paramenti murari esterni ed interni sono intonacati e tinteggiati.

Strutture di orizzontamento e/o voltate

L’aula è coperta da una cupola emisferica con struttura in canniccio intonaco, collegato una centinatura lignea portante, con decorazione policroma a finti lacunari con rosetta centrale. Il vano del presbiterio è sovrastato da una volta a botte, intonacata e tinteggiata verso l’intradosso.

Coperture

Copertura a padiglione a pianta circolare ad otto falde, con struttura portante costituita da travature lignee; orditura secondaria composta da travetti con sovrapposte tavelle in cotto; manto in coppi di laterizio.

Pavimenti e pavimentazioni

La pavimentazione dell’aula e del presbiterio è realizzata in quadrotte alternate di marmo rosso Verona e pietra bianca posate a corsi diagonali; il piano del presbiterio è rialzato con un gradino in nembro rosato.

Prospetti interni

L’interno della chiesa, fortemente caratterizzato dalla spazialità centrale dell’aula, esibisce un’armonica ed equilibrata composizione architettonica e decorativa d’insieme di matrice neoclassica; le pareti sono ritmate da lesene con capitelli d’ordine ionico su cui si imposta l’alta cornice modanata che segna l’imposta della struttura voltata di copertura; nelle campate intermedie si aprono alternativamente tre ingressi e quattro ampie finestrature con imbotte strombato; il presbiterio è introdotto da un arco trionfale con contorni modanati; alla parete di fondo del presbiterio si addossa l’altare in marmi policromi, sovrastato da una cornice architettonica che accoglie l’affresco settecentesco raffigurante la “Madonna con Gesù Bambino, S. Giovanni Nepomuceno e S. Francesco d’Assisi”; le pareti sono intonacate e tinteggiate.

Prospetti esterni

Esternamente l’edificio si presenta come un volume cilindrico compatt

1746 - 1747 (origini e costruzione intero bene )

L’oratorio della Beata Vergine fu edificato tra 1746 e 1747 su progetto dell’arch. Alessandro Pompei, in sostituzione di un capitello decorato con una immagine della Vergine, che fu traslata sopra l’altar maggiore.

2014 - 2014 (restauro intero bene )

Attualmente (novembre 2014) è in corso un intervento di restauro conservativo del bene. Progetto a firma dell’arch. Alberto Sartori.

Mappa

Cimiteri a VERONA

Viale Del Silenzio Bovolone (Vr)

Via Cimitero 1 San Bonifacio (Vr)

Via Spiazzi Bosco Chiesanuova (Vr)

Onoranze funebri a VERONA

Corso Cesare Battisti 40 Sanguinetto

Via C? Dede 73 San Pietro In Cariano