Chiese in Provincia di Verona - città di Soave: Chiesa di Sant'Antonio di Padova

Chiesa di Sant'Antonio di Padova
S. Antonio di Padova

VERONA / SOAVE
Via San Matteo - Soave (VR)
Culto: Cattolico
Diocesi: Verona
Tipologia: chiesa
La chiesetta o oratorio di S. Antonio di Padova venne edificato nel 1677 dal sig. Maffeo Cusani a lato della sua residenza. Utilizzato dai discendenti e dalla gente del luogo per tutto il XVIII e XIX sec. nel XX sec. venne donato alla parrocchia di S. Lorenzo in Soave. Attualmente l’edificio si presenta con semplice facciata a capanna in stile neoclassico rivolta a settentrione. Campanile a vela posto al di sopra della falda di copertura orientale. Impianto planimetrico ad unica aula... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesetta o oratorio di S. Antonio di Padova venne edificato nel 1677 dal sig. Maffeo Cusani a lato della sua residenza. Utilizzato dai discendenti e dalla gente del luogo per tutto il XVIII e XIX sec. nel XX sec. venne donato alla parrocchia di S. Lorenzo in Soave. Attualmente l’edificio si presenta con semplice facciata a capanna in stile neoclassico rivolta a settentrione. Campanile a vela posto al di sopra della falda di copertura orientale. Impianto planimetrico ad unica aula rettangolare di modeste dimensioni con presbiterio rialzato di un gradino e altare maggiore addossato centralmente alla parete di fondo. Le pareti interne, intonacate e tinteggiate, sono coronate da una semplice cornice modanata che segna l’imposta della volta a botte in canniccio a chiusura dell’aula. La pavimentazione è realizzata in piastrelle di cemento decorate. Copertura a due falde con travature lignee portanti e manto in coppi di laterizio.

Pianta

L’Oratorio presenta un impianto planimetrico ad unica aula rettangolare di modeste dimensioni con presbiterio rialzato di un gradino e altare maggiore addossato centralmente alla parete di fondo; sul lato meridionale dell’aula si colloca un ambiente adibito a sacrestia. L’ingresso principale si apre al centro della parete di facciata, direttamente prospiciente la strada comunale.

Facciata

Facciata a capanna in stile neoclassico. Orientamento a settentrione. Intonacatura color rosa tenue. Due finestre di forma rettangolare illuminano l’interno dell’edificio ed inquadrano il portale d’ingresso di forma rettangolare. Sopra il portale, all’interno di una nicchia, è custodita una statuetta raffigurante il santo patrono. Conclude verticalmente il prospetto il timpano con cornice leggermente aggettante. Sul vertice sommitale campeggia una esile croce in ferro. Sui vertici laterali due urnette acroteriali in pietra.

Strutture di elevazione

Le strutture di elevazione sono realizzate in muratura portante di pietrame misto legato con malta di calce composta da conci di pietra calcarea, tufo e mattoni pieni di laterizio. I paramenti murari esterni ed interni si presentano intonacati e tinteggiati.

Strutture di orizzontamento e/o voltate

Lo spazio interno della chiesa è coperto da una volta a botte in canniccio con centinatura lignea portante, intonacata e tinteggiata verso l’intradosso.

Coperture

Copertura a due falde con presunta struttura portante costituita da capriate lignee semplici (ovvero con trave di colmo centrale e falsi puntoni laterali); orditura secondaria composta da arcarecci e travetti; manto in coppi di laterizio.

Pavimenti e pavimentazioni

La pavimentazione è realizzata in piastrelle esagonali di cemento decorate con un disegno geometrico policromo (bianco, grigio e nero); il piano del presbiterio è rialzato con un gradino in pietra calcarea rosata.

Prospetti interni

Il piccolo ambiente interno, dalle linee sobrie ed equilibrate, diffusamente illuminato dalle ampie finestrature che si aprono in facciata e nella parete absidale, presenta le pareti intonacate e tinteggiate, coronate da una semplice cornice modanata sommitale; su entrambi i fianchi laterali sono presenti due aperture (tamponata quella settentrionale) con contorni in pietra e architrave modanati; nella fascia inferiore sono murate alcune lastre tombali ed epigrafi.

Prospetti esterni

L’edificio si inserisce in un aggregato edilizio che rende quasi illeggibili i prospetti esterni, ad accezione della facciata, della parete absidale e della fascia sommitale dei prospetti longitudinali, semplicemente intonacati e tinteggiati.

Campanile

Campanile a vela in muratura posto sulla falda di copertura orientale. Intonacatura color rosa tenue.

1677 - 1677 (origini e costruzione intero bene)

La chiesa di S. Antonio di Padova, situata nel Borgo Braglio S. Matteo, venne edificata nel 1677 come oratorio privato attiguo al palazzo dal sig. Maffeo Cusani. L’evento è ricordato con una iscrizione posta sull’unico altare (“sacellum hoc / D. Antonio Patavino Sacrum / Maphaesu Cusanus erexit / dotavit/ MDCLXXVII”). Attualmente la chiesetta è proprietà della parrocchia di S. Lorenzo in Soave.

Mappa

Cimiteri a VERONA

Circonvallazione Aldo Moro Soave (Vr)

Via Ugo Foscolo Nogarole Rocca (Vr)

Via Dei Cipressi 1 Malcesine (Vr)