Chiese in Provincia di Verona - città di Verona Città: Chiesa di San Giuseppe Sposo della Beata Vergine Maria

Chiesa di San Giuseppe Sposo della Beata Vergine Maria
S. Giuseppe Sposo della Beata Vergine Maria

VERONA / VERONA città
Piazza Libero Vinco, 37 - Verona (VR)
Culto: Cattolico
Diocesi: Verona
Tipologia: chiesa
La chiesa di S. Giuseppe venne edificata tra 1914 e 1915 nel quartiere cittadino di Borgo Venezia, allora in rapido aumento demografico ed abitato prevalentemente da operai. Originariamente rettoria della parrocchiale dei SS. Nazaro e Celso, nel 1920 venne eretta in parrocchia autonoma. La consacrazione risale al 1942, l’erezione della torre campanaria al 1964. Attualmente l’edificio, affacciato su Piazza Libero Vinco, si presenta con facciata a salienti in stile neo-romanico, rivolta a... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa di S. Giuseppe venne edificata tra 1914 e 1915 nel quartiere cittadino di Borgo Venezia, allora in rapido aumento demografico ed abitato prevalentemente da operai. Originariamente rettoria della parrocchiale dei SS. Nazaro e Celso, nel 1920 venne eretta in parrocchia autonoma. La consacrazione risale al 1942, l’erezione della torre campanaria al 1964. Attualmente l’edificio, affacciato su Piazza Libero Vinco, si presenta con facciata a salienti in stile neo-romanico, rivolta a settentrione. La torre campanaria è situata a lato della chiesa, in posizione avanzata rispetto ad essa e comunicante con la canonica tramite un locale un tempo utilizzato come battistero. Impianto planimetrico di tipo basilicale a tre navate, presbiterio con abside semicircolare preceduto da uno pseudo-transetto. Lo spazio interno è coperto da una teoria di volte a crociera in canniccio intonacato con nervature diagonali; il catino absidale è decorato con un affresco realizzato dal pittore Pino Casarini raffigurante il “Transito di S. Giuseppe”. Copertura a due falde, e ad unico spiovente in corrispondenza delle navate laterali, con struttura portante costituita da capriate e travature lignee e manto in coppi di laterizio. La pavimentazione è realizzata in marmette di graniglia e piastrelle di cemento decorate con motivi geometrici. Buono lo stato di conservazione generale della chiesa.

Pianta

La chiesa presenta un impianto planimetrico di tipo basilicale a tre navate separate da due file di arcate sostenute alternativamente da pilastri polistili e colonne su basamento a sezione cruciforme gli uni, quadrata le altre; uno pseudo-transetto i cui bracci mantengono la medesima profondità delle navate minori, precede il presbiterio rialzato di tre gradini, di ampiezza pari a quella della navata centrale e concluso con abside a sviluppo semicircolare. In corrispondenza delle testate delle navate laterali si collocano la cappellina del battistero, sul lato destro, e quella della S. Famiglia sul lato opposto. Sul fianco occidentale del presbiterio insiste la sacrestia, sul lato opposto è presente la cappella dell’Immacolata; entrambi gli ambienti sono in collegamento diretto con il vano absidale. L’ingresso principale, con bussola lignea interna, si apre al centro della parete di facciata verso l’ampio sagrato antistante; è presente un’entrata laterale lungo il fianco occidentale della navata. La torre campanaria si eleva in posizione avanzata rispetto la facciata della chiesa, sul lato sinistro, collegata mediante un modesto corpo edilizio (utilizzato in origine come battistero) all’edificio della casa canonica che insiste sul fianco orientale della chiesa.

Facciata

Facciata a salienti in stile neo-romanico, interamente edificata in mattoni di laterizio faccia a vista. Orientamento a settentrione. Al centro si apre il portale d’ingresso di forma rettangolare sormontato da lunetta decorata con un bassorilievo raffigurante il Santo patrono e protetto da un protiro a tutto sesto sorretto da due colonne con capitelli d’ordine corinzio poggianti su altrettante zoccolature. Sopra il protiro è aperto un rosone a dodici petali. Nelle ali laterali due monofore a tutto sesto di grandi dimensioni illuminano le navatelle. Lungo i sottogronda dei quattro spioventi corre una decorazione ad archetti pensili a tutto sesto e a denti di sega. Sul vertice sommitale campeggia una croce in pietra, sui quattro vertici laterali dei pinnacoli in pietra anch’essi.

Strutture di elevazione

Le strutture di elevazione sono realizzate in muratura portante di mattoni pieni di laterizio legati con malta di calce a tessitura regolare. I paramenti murari esterni (ad eccezione della parete di facciata) e interni sono intonacati e tinteggiati.

Strutture di orizzontamento e/o voltate

Le singole campate in cui sono ritmate le tre navate dell’aula, il transetto ed il presbiterio, sono coperte da volte a crociera scandite da costolonature trasversali e che lungo la

1914 - 1915 (origini e costruzione intero bene)

La chiesa di S. Giuseppe venne edificata tra 1914 e 1915 nel quartiere cittadino di Borgo Venezia, allora in rapido aumento demografico ed abitato prevalentemente da operai. Il nuovo edificio nacque come rettoria della chiesa parrocchiale dei SS. Nazaro e Celso.

1920/01/23 - 1920/01/23 (erezione in parrocchia carattere generale)

Con decreto del vescovo di Verona Bartolomeo Bacilieri (1900-1923) la chiesa di S. Giuseppe il 23 gennaio del 1920 venne smembrata dalla parrocchia dei SS. Nazaro e Celso ed eretta in parrocchia autonoma.

1934/05/20 - 1934/05/20 (costruzione e consacrazione altare di San Giovanni Bosco)

Risale al 20 maggio 1934 la costruzione e consacrazione dell’altare dedicato a S. Giovanni Bosco (il primo al mondo), canonizzato l’1 aprile del 1934.

1942/09/20 - 1942/09/20 (consacrazione carattere generale)

L’edificio venne consacrato dal vescovo Girolamo Cardinale (1923-1954) il 20 settembre del 1942.

1945 - 1948 (danneggiamento e restauro facciata e copertura)

La sera dell’11 marzo 1945 cinque ordigni esplosero nella piazza antistante la chiesa danneggiando la facciata e parte della copertura, che prese fuoco. Tre anni più tardi, nel 1948, si provvide al restauro delle parti danneggiate.

1954 - 1954 (costruzione cappella dell'Immacolata)

Nel 1954, in occasione del centenario della proclamazione del dogma dell’Immacolato Concepimento di Maria venne edificata, a lato del presbiterio, la Cappella dell’Immacolata.

1964 - 1964 (erezione campanile )

Risale al 1964 l’erezione della torre campanaria della chiesa parrocchiale di S. Giuseppe.

1989 - 1990 (rifacimento tetto )

Del 1989-1990 è il rifacimento della copertura. Progetto a cura dell’arch. Cinzia Rempoli (Verona, 1964/10/17- ?)

2010 - 2010 (costruzione rampa disabili)

Risale al 2010 la costruzione della rampa per disabili all’esterno dell’ingresso laterale sul fianco occidentale dell’edificio.

Mappa

Cimiteri a VERONA

Via Spiazzi Bosco Chiesanuova (Vr)

Via Cantona Ronco All'adige (Vr)

Via Castello Lavagno (Vr)

Onoranze funebri a VERONA

Via Mameli, 134/C Verona

Via Noris 1 Verona

Via G. Da Monte 20/B Verona