Chiese in Provincia di Verona - città di Verona Città: Chiesa di Santa Teresa del Bambin Gesù

Chiesa di Santa Teresa del Bambin Gesù
S. Teresa del Bambin Gesù

VERONA / VERONA città
Via Volturno 1 - Verona (VR) VERONA città
Culto: Cattolico
Diocesi: Verona
Tipologia: chiesa
La chiesa di S. Teresa del Bambino Gesù, originariamente dedicata alla Sacra Famiglia, fu edificata tra 1901 e 1905. Nel 1925 fu rinnovata ed impreziosita con marmi, sculture, mosaici e pitture (opera dei pittori Ferruccio Martinelli e Francesco Perotti). In seguito al restauro, S. Teresa divenne compatrona. Il 26 aprile del 1938 Papa Pio XI dichiarò “Basilica Minore” la chiesa di S. Teresa. Nel 1967 fu eretta in parrocchia ed affidata ai Padri Carmelitani Scalzi che tutt’ora la amministrano.... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa di S. Teresa del Bambino Gesù, originariamente dedicata alla Sacra Famiglia, fu edificata tra 1901 e 1905. Nel 1925 fu rinnovata ed impreziosita con marmi, sculture, mosaici e pitture (opera dei pittori Ferruccio Martinelli e Francesco Perotti). In seguito al restauro, S. Teresa divenne compatrona. Il 26 aprile del 1938 Papa Pio XI dichiarò “Basilica Minore” la chiesa di S. Teresa. Nel 1967 fu eretta in parrocchia ed affidata ai Padri Carmelitani Scalzi che tutt’ora la amministrano. Esternamente l’edificio si presenta con facciata a salienti rivolta a nord-ovest. Torre campanaria addossata al fianco meridionale della chiesa. Impianto planimetrico ad unica aula rettangolare, presbiterio quadrangolare rialzato di due gradini concluso con il coro semicircolare; lungo i fianchi dell’aula otto cappelle laterali accolgono, sul lato sinistro, il battistero, gli altari del S. Cuore, della Madonna del Carmine e del Crocifisso, e sul lato opposto, gli altari di S. Antonio, di S. Teresa, l’altare di S. Teresa e S. Giovanni, e l’altare del Bambino di Praga. L’interno della chiesa, in stile neogotico, presenta le pareti scandite da snelle lesene con capitelli modanati, e intensamente decorate con pitture e decorazioni murali (tra cui una teoria di santi e sante Carmelitani), mosaici, pannelli marmorei, elementi scultorei e vetrate artistiche; nella parete di controfacciata è affrescata l’Apoteosi del Carmelo, opera del pittore U. Bargellini. L’aula è coperta da una volta a botte ogivale ritmata da costolonature trasversali decorate; il presbiterio è sovrastato da una volta a crociera ornata con medaglioni in cui sono dipinti i quattro Evangelisti. Copertura a due falde con struttura portante costituita da capriate lignee con catene in acciaio; manto in coppi di laterizio. La pavimentazione è caratterizzata da un’articolata composizione con motivi geometrici in marmi policromi.

Pianta

La chiesa presenta un impianto planimetrico ad unica ampia aula rettangolare con asse maggiore longitudinale, presbiterio quadrangolare di ampiezza ridotta, rialzato di due gradini e concluso con il coro a sviluppo semicircolare, oltre il quale si colloca il locale della sacrestia. Lungo i fianchi dell’aula si aprono otto cappelle laterali emergenti, quattro su ciascun lato e fra loro prospicienti, all’interno delle quali trovano sede, sul lato settentrionale (sinistro), il battistero, gli altari del S. Cuore, della Madonna del Carmine e del Crocifisso, e sul lato opposto, gli altari di S. Antonio, di S. Teresa, l’altare di S. Teresa e S. Giovanni, e l’altare del Bambino di Praga; a questi ambienti si interpongono i vestiboli degli ingressi laterali. Ai lati del presbiterio si collocano due ambienti con sovrapposta tribuna loggiata; sul fianco meridionale del presbiterio si eleva addossata la torre campanaria. L’ingresso principale, con bussola interna, si apre al centro della parete di facciata, con ampio sagrato antistante; lungo entrambi i fianchi della navata è presente un’entrata laterale. Sul lato meridionale della chiesa si sviluppa il complesso conventuale con chiostro interno.

Facciata

Faccia a salienti in stile neo-gotico, interamente rivestita di mattoni di laterizio faccia a vista. Orientamento a nord-ovest. Al centro si apre l’ampio portale d’ingresso archiacuto e strombato. Due monofore poste a lato del portale e un’ampia trifora posta sopra di esso illuminano l’interno dell’edificio. Lungo i sottogronda degli spioventi corre una cornice ad archetti pensili. Coronano il prospetto, aumentandone la verticalità, cinque pinnacoli, posti sul fastigio e sui vertici laterali.

Strutture di elevazione

Le strutture di elevazione sono realizzate in muratura portante in conci di pietra e mattoni pieni in cotto legati con malta di calce e con tessitura regolare. I paramenti murari esterni (ad accezione della facciata) presentano un rivestimento con intonaco grezzo; le parete interne sono intonacate ed interamente decorate con pittu

1901 - 1905 (origine e costruzione intero bene)

La chiesa di S. Teresa del Bambino Gesù, originariamente dedicata alla Sacra Famiglia, fu edificata tra 1901 e 1905.

1921 - 1964 (costruzione cappelle laterali)

Tra il 1921 ed il 1964 furono edificate le otto cappelline laterali (il battistero, gli altari del S. Cuore, della Madonna del Carmine e del Crocifisso, sul lato opposto gli altari di S. Antonio, di S. Teresa, di S. Teresa e S. Giovanni e del Bambino di Praga).

1925 - 1925 (restauro intero bene)

La chiesa rimase con finiture grezze fino al 1925, anno in cui fu rinnovata ed impreziosita con marmi, sculture, mosaici e pitture (opera dei pittori Ferruccio Martinelli e Francesco Perotti). In seguito al restauro S. Teresa divenne compatrona della chiesa.

1931/09/20 - 1931/09/20 (decorazione pittorica controfacciata)

In data 20 settembre 1931 venne inaugurata la grandiosa decorazione pittorica intitola “il trionfo del Carmelo”, opera di Piero Bargellini di Firenze.

1938/04/26 - 1938/04/26 (erezione in Basilica minore carattere generale)

Il 26 aprile del 1938 Papa Pio XI dichiarò “Basilica Minore” la chiesa di S. Teresa.

1955 - 1955 (erezione campanile)

Risale al 1955 l’erezione della torre campanaria.

1967 - 1967 (erezione in parrocchia carattere generale)

Nel 1967 la chiesa di S. Teresa del Bambino Gesù fu eretta in parrocchia ed affidata ai Padri Carmelitani Scalzi.

1968 - 1968 (rivestimento in cotto facciata)

Nel 1968 la facciata fu completata con l’attuale rivestimento in mattoni di cotto faccia a vista.

2008 - 2008 (manutenzione straordinaria copertura abside)

Risale al 2008 l’intervento di manutenzione straordinaria della copertura del coro. Progetto a firma dell’arch. Giorgio Modenese.

Mappa

Cimiteri a VERONA

Viale Del Silenzio Bovolone (Vr)

Via Ugo Foscolo Nogarole Rocca (Vr)

Via Dei Cipressi 1 Malcesine (Vr)

Onoranze funebri a VERONA

Via Negrelli Luigi 81/D Verona

Viale Caduti Senza Croce 1 Verona