Chiese in Provincia di Verona - città di Villafranca Di Verona: Chiesa dei Santi Pietro e Paolo Apostoli

Chiesa dei Santi Pietro e Paolo Apostoli
Chiesa di San Pietro e San Paolo Apostoli

VERONA / VILLAFRANCA DI VERONA
Piazza Giovanni XXIII - Villafranca di Verona (VR)
Culto: Cattolico
Diocesi: Verona
Tipologia: chiesa
La chiesa dei SS. Pietro e Paolo Apostoli in Villafranca, edificata sul finire del XII sec., fu eretta in parrocchia nel 1189. Successivamente, nel corso del XIII sec., le fu conferito il titolo di pieve ed il conseguente diritto di decima. L’edificio fu più volte rinnovato: gli interventi più significativi si registrarono tra il 1340 ed il 1362 (ampliamento e rinnovamento in forme romaniche) e tra il 1682 ed il 1740 (rinnovamento in forme neoclassiche). L’attuale chiesa parrocchiale,... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La chiesa dei SS. Pietro e Paolo Apostoli in Villafranca, edificata sul finire del XII sec., fu eretta in parrocchia nel 1189. Successivamente, nel corso del XIII sec., le fu conferito il titolo di pieve ed il conseguente diritto di decima. L’edificio fu più volte rinnovato: gli interventi più significativi si registrarono tra il 1340 ed il 1362 (ampliamento e rinnovamento in forme romaniche) e tra il 1682 ed il 1740 (rinnovamento in forme neoclassiche). L’attuale chiesa parrocchiale, ispirata alla chiesa del Redentore a Venezia, fu edificata tra il 1769 ed il 1882. Durante i lavori la comunità di Villafranca continuò ad utilizzare la vecchia parrocchiale che venne officiata fino al completamento del nuovo edificio. Successivamente fu ceduta al Comune che la convertì in teatro parrocchiale, demolito nel 1966. Il nuovo tempio fu consacrato nel 1882. Risale al 2007 un complesso intervento di consolidamento e restauro della facciata. Esternamente l’edificio si presenta con facciata palladiana rivolta a nord-ovest. Campanili gemelli sono posti in posizione simmetrica a nord e a sud del presbiterio, all’altezza dell’arco trionfale. Impianto planimetrico a croce latina, con unica ampia aula rettangolare, transetto trasversale con bracci absidati, presbiterio rialzato di tre gradini e concluso con un profondo coro semicircolare; lungo i fianchi dell’aula sei semi-cappelle laterali accolgono l’altare di S. Giuseppe (già di S. Carlo), l’altare dell’Addolorata ed il battistero, sul lato sinistro, e gli altari delle Anime, della Madonna del Popolo e di S. Andrea, sul lato opposto. I prospetti interni sono ritmati da coppie di semicolonne d’ordine gigante con capitelli corinzi, su cui si imposta l’alta trabeazione sommitale; gli intercolumni che si alternano alle cappelle laterali sono articolati in due ordini di nicchie sovrapposte, con statue quelle inferiori; un peristilio di colonne corinzie a sviluppo semicircolare separa il presbiterio dal coro. Navata e presbiterio sono coperti da volte a botte a sezione semiellittica; la crociera del transetto è sovrastata da una cupola con lanterna sommitale; coro e bracci laterali del transetto sono chiusi da semi-calotte sferiche. Copertura a due falde lungo la navata, con struttura portante costituita da capriate metalliche e manto in coppi di laterizio; la cupola del transetto presenta un rivestimento in lastre di rame. La pavimentazione dell’aula è realizzata in quadrotte di marmo biancone e marmo rosso Verona; il presbiterio è pavimentano con lastre di pietra bianca.

Pianta

La chiesa presenta un impianto planimetrico a croce latina, con unica ampia aula rettangolare ad asse maggiore longitudinale, transetto trasversale con bracci laterali absidati di ridotta profondità a sviluppo semicircolare, presbiterio rialzato di tre gradini e concluso con un profondo coro con terminazione absidata semicircolare. Lungo i fianchi dell’aula si aprono sei semi-cappelle laterali emergenti, tre su ciascun lato e fra loro prospicienti, in cui trovano sede l’altare di S. Giuseppe (già di S. Carlo), l’altare dell’Addolorata ed il battistero, sul lato settentrionale (sinistro), e gli altari delle Anime, della Madonna del Popolo e di S. Andrea, sul lato opposto. Il locale della sacrestia si colloca sul fianco meridionale del presbiterio. L’ingresso principale, con bussola lignea interna, si apre al centro della parete di facciata, preceduto da un’alta scalea; è presente un’entrata laterale in corrispondenza del braccio destro del transetto.

Facciata

Facciata palladiana. Orientamento a nord-ovest. Due corpi laterali, chiusi da due mezzi timpani, inquadrano il corpo centrale. Un’alta scalinata a 15 gradoni delimitata da balaustre conduce all’ampio portale d’ingresso centinato in pietra bianca e sovrastato da un timpanetto con cornice lavorata a denti di sega. Ai lati del portale due coppie di semicolonne con capitelli di ordine ionico inquadrano due nicchie nelle quali sono poste le statue dei Santi pa

1185 - 1219 (origini e costruzione intero bene )

La prima fonte inerente la chiesa dei SS. Pietro e Paolo in Villafranca risale al 1219. Si tratta di un atto, con il quel il vescovo di Verona Norandino (1214-1224) concedette il diritto di decima all’arciprete Giovanni (“ad istanza di Giovanni Arciprete della chiesa di Villafranca, conferma quell’investitura di decima che il vescovo Riprando aveva fatto al fu Zenone, prete della chiesa di San Pietro di Villafranca, allora da costruirsi, ora costrutta”). Dall’analisi del testo si evince che i lavori di costruzione della chiesa, principiati durante l’episcopato di Riprando, vescovo dal 1185 al 1188, ebbero compimento prima del 1219, anno in cui fu redatto l’atto dal vescovo Norandino.

1189 - XIII sec. (parrocchia e pieve parrocchiale carattere generale )

La chiesa dei SS. Pietro e Paolo in Villafranca è parrocchiale fin dal 1189. Successivamente, nel corso del XIII sec. assunse il titolo di pieve. Alla pieve di Villafranca, nel periodo di massimo splendore, sottostavano alcune cappelle situate nel borgo (chiesa di S. Rocco, chiesa della Disciplina, chiesa del Castello) ed altre sparse nelle vicine frazioni (successivamente divenute parrocchie autonome) tra le quali si ricorda, S. Giovanni in S. Giovanni Lupatoto, S. Giovanni in Cadidavid, S. Matteo in Quaderni, S. Maria Maddalena in Dossobuono, S. Giovanni all’Alpo, Maria Immacolata in Pizzoletta, S. Antonio Abate in Caluri, S. Ignazio (poi S. Girolamo Dottore) in Rosegaferro.

1340 - 1362 (costruzione intero bene )

La chiesa dei SS. Pietro e Paolo in Villafranca fu riedificata tra 1340 e 1362. Risultò un edificio in stile gotico, con facciata rivolta ad occidente e torre campanaria cuspidata con cella campanaria a bifore.

1682 - 1740 (rinnovamento intero bene )

Tra il 1682 e il 1740 l’edificio fu rinnovato, esternamente (facciata a doppio registro) ed internamente (eliminazione degli angoli retti e creazione di un’aula quasi ellissoidale).

1769 - 1882 (costruzione intero bene )

La attuale chiesa parrocchiale dei SS. Pietro e Paolo Apostoli in Villafranca, ispirata alla chiesa del Redentore a Venezia, fu edificata, tra 1769 e 1882. Durante i lavori la comunità di Villafranca continuò ad utilizzare la vecchia parrocchiale che venne officiata fino al completamento del nuovo edificio. Successivamente fu ceduta al Comune che la convertì in teatro parrocchiale, demolito nel 1966.

1882/10/07 - 1882/10/07 (consacrazione carattere generale )

Il nuovo tempio fu consacrato in data 7 ottobre 1882 dal vescovo di Verona Luigi di Canossa (1861-1900).

1890 - 1890 (demolizione campanile carattere generale )

Nel 1890 venne demolito il campanile a bifore e copertura a guglia della vecchia chiesa parrocchiale.

XX sec. - XX sec. (restauro intero bene )

Nel corso del XX sec. si registrano alcuni interventi sull'edificio: restauro della copertura della cupola (1954) e dell'aula (1967). Nel 1982, in occasione del centenario della consacrazione della chiesa, l’edificio fu restaurato internamente e tinteggiato.

1945 - 1945 (costruzione cripta dei Caduti)

Risale al 1945 la costruzione della cripta in memoria dei caduti della II Guerra Mondiale, posta al di sotto del presbiterio (con accesso dall’esterno), attualmente utilizzata come cappella feriale.

2005 - 2007 (restauro intero bene )

Risale al 2005 la costruzione di una rampa per accesso disabili posta all’esterno della porta sud del transetto, Progetto a cura dell’arch. Enrico Zocatelli ( Villafranca, 23/04/1968) Del 2007 è l’intervento di consolidamento e restauro della facciata della chiesa dei SS. Pietro e Paolo Apostoli in Villafranca. Progetto a cura dell’arch. Luciano Zanolli (Mozzecane 20/05/1953).

Mappa

Cimiteri a VERONA

Viale Dei Cipressi 1 Villafranca Di Verona (Vr)

Via Spiazzi Bosco Chiesanuova (Vr)

Via Casello Sorga' (Vr)

Onoranze funebri a VERONA

Via Luigi Prina 56 Villafranca Di Verona

Via Angelo Messedaglia 115 37069 Villafranca Di Verona

Via Messedaglia 115 Villafranca Di Verona