Chiese in Provincia di Verona - città di Zevio: Chiesa di San Pietro Apostolo

Chiesa di San Pietro Apostolo
S. Pietro apostolo

VERONA / ZEVIO
Piazza Santa Toscana 42/d - Zevio (VR)
Culto: Cattolico
Diocesi: Verona
Tipologia: chiesa
La pieve di S. Pietro in Zevio è documentata a partire dal X sec. Tuttavia è probabile che le sue origini siano da collocare in epoca longobarda o carolingia (VIII-IX sec). Nel 1135 è ricordato l’arciprete Adelardo. Nel 1145 Papa Eugenio III ricorda: “plebem Gebeti cun capellis et decimis”. Nel XVI sec. fu elevata l’attuale torre campanaria. Tra la fine del XV ed il XVI sec. la chiesa di epoca altomedievale fu riedificata e ampliata. L’attuale parrocchiale fu edificata tra il 1836 ed il 1840... Leggi tutto
Fonte: BeWeB - Beni Ecclesiastici in Web

Dettagli

La pieve di S. Pietro in Zevio è documentata a partire dal X sec. Tuttavia è probabile che le sue origini siano da collocare in epoca longobarda o carolingia (VIII-IX sec). Nel 1135 è ricordato l’arciprete Adelardo. Nel 1145 Papa Eugenio III ricorda: “plebem Gebeti cun capellis et decimis”. Nel XVI sec. fu elevata l’attuale torre campanaria. Tra la fine del XV ed il XVI sec. la chiesa di epoca altomedievale fu riedificata e ampliata. L’attuale parrocchiale fu edificata tra il 1836 ed il 1840 su progetto dell’arch. Francesco Ronzani. Esternamente si presenta con facciata a capanna in stile neoclassico. Orientamento a sud-ovest. Torre campanaria addossata al fianco destro del presbiterio. Impianto planimetrico a croce latina, con unica aula a pianta rettangolare, transetto trasversale, presbiterio quadrangolare rialzato di due gradini e concluso con il coro a sviluppo semicircolare; lungo i fianchi dell’aula quattro semi-cappelle laterali accolgono l’altare di S. Stefano e l’altare della Madonna del Rosario, sul lato destro, e gli altari dell’Addolorata e di S. Toscana, sul lato opposto. I prospetti interni sono ritmati da lesene d’ordine composito impostate su un alto basamento, a sostegno della trabeazione sommitale; le pareti sono percorse da una sottile cornice intermedia che individua un registro superiore lungo il quale si svolge un ciclo pittorico con otto dipinti raffiguranti scene della vita di S. Pietro Apostolo. La navata è coperta da un’ampia volta a botte ribassata con unghie laterali e scandita da costolonature trasversali; il presbiterio è sovrastato da una volta a botte; il catino absidale presenta una decorazione a cassettoni. Copertura a due falde con struttura lignea portante e manto in coppi di laterizio. La pavimentazione dell’aula è realizzata in lastre di pietra calcarea bianca; il piano del presbiterio è pavimentato con intarsi in pietra bianca e marmo rosso Verona.

Pianta

La chiesa presenta un impianto planimetrico a croce latina, definita da un’unica aula rettangolare con asse maggiore longitudinale, transetto trasversale con bracci laterali di ridotta profondità, presbiterio quadrangolare rialzato di due gradini e di ampiezza ridotta, concluso con il coro a sviluppo semicircolare. Lungo i fianchi dell’aula si aprono quattro semi-cappelle laterali emergenti, due su ciascun lato e fra loro prospicienti, in cui trovano sede l’altare di S. Stefano e l’altare della Madonna del Rosario, sul lato destro, e gli altari dell’Addolorata e di S. Toscana, sul lato opposto. Sul fianco sinistro del presbiterio si collocano la sacrestia e la cappella feriale; sul lato opposto si addossa la torre campanaria. L’ingresso principale, con bussola lignea interna, si apre al centro della parete di facciata; lungo entrambi i fianchi della navata è presente un’entrata laterale.

Facciata

Facciata a capanna in stile neoclassico. Orientamento a sud-ovest. Rivestimento ad intonaco di colore beige. Due coppie di paraste con capitelli corinzi, poggianti su alte zoccolature, reggono la trabeazione ed inquadrano centralmente il portale d’ingresso timpanato. Più in alto, oltre il portale, una finestra di forma semicircolare illumina l’interno dell’edificio. Chiude il prospetto il timpano aggettante con cornice decorata a denti di sega.

Strutture di elevazione

Le strutture di elevazione sono realizzate in muratura portante di pietrame misto legato con malta di calce, composto da mattoni pieni in laterizio e conci di pietra calcarea e tufo. I paramenti murari esterni ed interni sono intonacati e tinteggiati.

Strutture di orizzontamento e/o voltate

L’aula è coperta da un’ampia volta a botte ribassata, con unghie laterali e scandita da costolonature lisce trasversali; i bracci laterali del transetto sono chiusi da due brevi sezioni di volte a botte; il presbiterio è sovrastato da una volta a botte con due unghie laterali; il catino absidale presenta una decorazione policroma a cassettoni con rilievi in stucco. Le st

X sec. - 1145 (origini carattere generale )

La pieve di S. Pietro in Zevio è documentata a partire dal X sec. Tuttavia è probabile che le sue origini siano da collocare in epoca longobarda o carolingia (VIII-IX sec). Nel 1135 è ricordato l’arciprete Adelardo. Nel 1145 Papa Eugenio III ricorda: “plebem Gebeti cun capellis et decimis”.

XV sec. - XV sec. (erezione in parrocchia campanile )

Nel XV sec. fu elevata la attuale torre campanaria.

XV sec. - XVI sec. (ampliamento e rinnovamento intero bene )

Tra la fine del XV ed il XVI sec. la chiesa di epoca altomedievale fu riedificata e ampliata.

1590 - 1590 (consacrazione carattere generale )

Nel 1590 il vescovo di Rethimno (Creta) Lelio Zanchi, su licenza del vescovo di Verona Agostino Valier, consacrò il nuovo edificio.

1836 - 1840 (costruzione intero bene )

Tra 1836 ed il 1840 l’edificio cinquecentesco fu riedificato e ampliato nelle forme attuali su progetto dell’arch. Francesco Ronzani.

1981 - 1981 (restauro copertura )

Risale al 1971 l’intervento di restauro della della copertura della chiesa

2002 - 2002 (restauro e tinteggiatura copertura e interno )

Risale al 2002 l’intervento di restauro e tinteggiatura delle pareti interne. Progetto a firma dell’arch. Sala

Mappa

Cimiteri a VERONA

Via Santa Toscana Zevio (Vr)

Via Roe 1 Cerea (Vr)

Via Dei Cipressi 1 Malcesine (Vr)

Onoranze funebri a VERONA

Via Fratelli Stevani, 61 37059 Zevio

Via Antonio Meucci, 6 37042 Caldiero

Via Circonvallazione Sud 28 Valeggio Sul Mincio