• Home
  •  > Notizie
  •  > Madre di 39 anni muore in scooter

Madre di 39 anni muore in scooter

La donna è finita contro un albero. Inutili i tentativi di rianimarla. Lascia una ragazzina di 15 anni e un bimbo di 8

CERESARA. Stava rientrando a casa dal lavoro. Spinta dalla fretta di preparare il pranzo ai figli, forse. Con i soliti mille pensieri in testa. Lo slalom della giornata, le preoccupazioni.

Forse: perché nessuno ha visto cosa è accaduto in quei pochi istanti. Lo scooter ha sbandato ed è finito contro uno degli alberi che costeggiano via Piubega, la strada che da San Martino porta a Ceresara. Una strada percorsa tante volte dalla donna.

Non c’è stato nulla da fare per Rachele Marino: i tentativi di rianimarla dei soccorritori non hanno avuto alcun effetto. L’urto contro l’albero è stato violentissimo e non le ha lasciato scampo.

Aveva 39 anni e aveva due figli: Evelin di 15 anni e Mirko, di 8. Secondo gli accertamenti della polizia stradale di Ostiglia, intervenuta a Ceresara con una pattuglia, nell’incidente non sarebbero stati coinvolti altri mezzi.

La dinamica è chiara: la donna in un tratto di strada rettilineo, ha perso il controllo dello scooter, che dopo aver zigzagato in mezzo alla strada, è andato a schiantarsi contro un platano. Forse un momento, fatale, di distrazione o, più probabilmente, un improvviso malore.

Sembra quest’ultima la spiegazione avallata dalla Procura che non ha ritenuto necessario effettuare ulteriori accertamenti: infatti il magistrato di via Poma ha già dato il nulla osta per i funerali. La salma, ieri pomeriggio, dopo una sosta al cimitero di Ceresara per gli accertamenti del medico legale, è stata composta alla casa funeraria Pezzini a Piubega. Sabato mattina alle 9 la cerimonia funebre in chiesa a Ceresara, dopodiché la salma verrà trasportata a Sassuolo dove sarà tumulata nel cimitero .

Rachele Marino infatti era originaria del paese emiliano, in provincia di Modena. Si era trasferita da poco tempo con la famiglia a Ceresara, il paese del marito, Manuel Sabbadini, coetaneo, che fa il camionista. A Ceresara la coppia aveva già abitato diversi anni fa.

La donna, in attesa di trovare un’occupazione stabile, in questo periodo stava lavorando come colf e occasionalmente come badante presso alcune famiglie della zona. Ieri quando è avvenuto l’incidente, stava tornando proprio a casa da San Martino dopo alcune ore di lavoro in una famiglia.

A dare l’allarme sono stati i primi automobilisti che si sono trovati lo scooter in mezzo alla strada e la donna, accasciata sull’asfalto, a poca distanza.

In pochi minuti sono arrivate in via Piubega le ambulanze, l’automedica del 118 seguite dall’elisoccorso, decollato da Brescia.

Tutti i mezzi, dopo che i sanitari si sono arresi, hanno fatto rientro vuoti. —

R.C.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicato su Gazzetta di Mantova