• Home
  •  > Notizie
  •  > Rivarolo Mantovano, l'ultimo campanaro scomparso a 79 anni

Rivarolo Mantovano, l'ultimo campanaro scomparso a 79 anni

Sapeva tutto dei percorsi dell’antico tempio, come camminare in sicurezza sulla navata centrale senza precipitare o come passare da un lato all’altro della volta del presbiterio, o calare corde per sostenere drappeggi, raggiungere la vetta della torre o trovare un particolare gancio invisibile a tanti.

RIVAROLO. Riservato, di poche parole, se ne è andato dopo una malattia Mario Bonfanti, classe 1941, l’ultimo campanaro di Rivarolo, che suonava con le corde prima dell’elettrificazione dei campanili. Lui infatti, coniugato con due figli, operaio del legno, anche quando ha lasciato l’abitazione annessa alla torre ha continuato a tenere i rapporti con la parrocchia che fino all’ultimo è ricorsa a lui.

Sapeva tutto dei percorsi dell’antico tempio, come camminare in sicurezza sulla navata centrale senza precipitare o come passare da un lato all’altro della volta del presbiterio, o calare corde per sostenere drappeggi, raggiungere la vetta della torre o trovare un particolare gancio invisibile a tanti. Barelliere a Lourdes, nei tempi della pensione con la croce astile ha aperto col prete i cortei verso il cimitero. Funerale venerdì 14 agosto alle 10 in chiesa parrocchiale da dove la salma giungerà dall’ospedale di Mantova.

Pubblicato su Gazzetta di Mantova