• Home
  •  > Notizie
  •  > Parco del Mincio in lutto, muore a 55 anni Prati prima guardia ecologica

Parco del Mincio in lutto, muore a 55 anni Prati prima guardia ecologica

Federico Prati, “Chicco” per gli amici, amava la natura e si adoperava per far prevalere il senso di rispetto di flora e fauna che metteva sicuramente al primo posto

MANTOVA. Il Parco del Mincio piange Federico Prati, una delle prime guardie ecologiche volontarie, morto a 55 anni.

«Salutiamo uno dei nostri volontari che, pur più giovane di altri, ha mantenuto attivo il suo ruolo di volontario dagli anni Novanta e fino a oggi – si legge in una nota – In quasi sei lustri di attività di controllo e perlustrazioni, conosceva ogni lembo del territorio dell’area protetta».

Federico, “Chicco” per gli amici, «amava la natura e si adoperava per far prevalere il senso di rispetto di flora e fauna che metteva sicuramente al primo posto: era fermo quando riscontrava qualche violazione, temerario quando si trovava a intervenire per salvare qualche animale in difficoltà. In apparenza taciturno, era in realtà una persona buona, disponibile e di grande competenza. Lo testimoniamo le tante guardie che in questi anni hanno avuto modo di uscire in sopralluogo con lui». Timido e mai “protagonista”, Prati preferiva «il fare al mostrarsi, e sono molti i cittadini che hanno avuto modo di incontrarlo durante i suoi sopralluoghi». L’ultimo servizio risale a fine settembre nel Basso Mincio, la zona nella quale prevalentemente operava. «La sua improvvisa scomparsa è una nota triste per l’ente e per i colleghi volontari».

Pubblicato su Gazzetta di Mantova