• Home
  •  > Notizie
  •  > Tragedia in montagna, Castiglione sotto shock: il 26 gennaio i funerali dell’infermiera precipitata

Tragedia in montagna, Castiglione sotto shock: il 26 gennaio i funerali dell’infermiera precipitata

Il 24 gennaio l’arrivo della salma di Adriana Dagostini e la camera ardente

CASTIGLIONE DELLE STIVIERE. Si svolgeranno mercoledì 26 gennaio, alle 11, in Duomo a Castiglione delle Stiviere, i funerali di Adriana Dagostini, la donna morta nell'incidente in Trentino di sabato pomeriggio. La salma è attesa il 24 gennaio, dopo le 16, alla casa funeraria delle onoranze funebri Marchetti (in via San Pietro 4), dove verrà allestita la camera ardente.

La notizia del decesso della donna, madre di due figli, Jacopo e Luca, ha scosso il paese dove Adriana, con il compagno Giacomo, era molto conosciuta per via della sua attività lavorativa e anche di volontariato in Opg.

Dagostini era nata ad Asola, nel 1960, ma aveva sempre lavorato a Castiglione delle Stiviere. Anche grazie al ruolo de fratello Antonio, già dipendente del Comune e adesso operatore alla Caritas, Adriana era persona stimata e ben voluta da tutti. Lo shock per questa morte improvvisa è legato anche alle condizioni di Luciano Lusenti, amico e compagno di camminate della Dagostini, sabato con lei in Trentino.

Lusenti è rimasto gravemente ferito e dalle indiscrezioni filtrate dall'ospedale pare che le sue condizioni siano disperate: il coma dell’uomo sarebbe irreversibile. Lusenti è presidente dell'Aido di Castiglione delle Stiviere, associazione alla quale ha sempre dedicato tempo e passione dopo che, alcuni anni fa, a seguito di un incidente, aveva subito un trapianto di fegato.

Da quel momento la sua attività di informazione e di testimonianza era stata rivolta soprattutto alle scuole. Il 23 gennaio Graziano Prati, l’escursionista rimasto illeso nell'incidente, è tornato a Trento, per far visita ai suoi compagni in ospedale.

Pubblicato su Gazzetta di Mantova