• Home
  •  > Notizie
  •  > Tragedia in montagna, i soci Aido di Castiglione ricordano Lusenti: «Ci darai la forza»

Tragedia in montagna, i soci Aido di Castiglione ricordano Lusenti: «Ci darai la forza»

Aperta la camera ardente del secondo escursionista morto: i suoi organi hanno salvato altre vite. Il 29 gennaio i funerali

CASTIGLIONE DELLE STIVIERE. La salma di Luciano Lusenti, la seconda vittima dell'incidente di sabato scorso, 22 gennaio, in Val Breguzzo, è arrivata il pomeriggio del 27 gennaio nella casa funeraria delle onoranze funebri Marchetti in via San Pietro. Ad attendere l'arrivo di Lusenti, presidente dell'Aido di Castiglione delle Stiviere, c'erano i famigliari e molti amici che si sono succeduti, nel corso del pomeriggio, per dare l'ultimo saluto a Luciano.

Lusenti, che alcuni anni fa aveva subito un trapianto di fegato, ha donato gli organi come da sua volontà. Sulla pagina Facebook dell'Aido di Castiglione il saluto ufficiale dell'associazione che nel 2020 lo aveva scelto come presidente anche e soprattutto per la sua testimonianza su tutto il territorio provinciale.

«All’improvviso il destino ha richiesto la tua presenza altrove incurante delle tue continue testimonianze presso le scuole e le associazioni per spiegare quanto fosse importante donare gli organi per salvare altre vite. Ne hai dato prova anche ora, donando parte di te stesso. Sei diventato un riferimento non solo per l’Associazione Aido ma per tutti noi, sempre disponibile ad aiutare chi era in difficoltà. Un testimonial che con il sorriso e con parole gentili riuscivi ad entrare nell’animo delle persone e renderle consapevoli dell’importanza di comprendere che il volontariato va oltre la barriera della vita terrena. Dal 2020 sei diventato il Presidente del nostro Gruppo Aido di Castiglione delle Stiviere sempre in prima linea. Ci mancherai tanto ma sarà il tuo ricordo a darci la forza di continuare».

In queste ore sono molti, infatti, che ricordano come la storia di Luciano non fosse «solo una testimonianza ma anche la concerta speranza che la donazione di organi può salvare vite» ricordano alcuni amici.

Per tutta la giornata del 28 gennaio sarà possibile fare visita a Lusenti dalle 8.30 alle 12 e dalle 14 alle 18; la mattina del 29 le visite saranno consentite dalle 8.30 alle 8.50. Il funerale sarà poi celebrato alle 9 in duomo, dove mercoledì 26 gennaio è stato dato l'ultimo saluto ad Adriana D'Agostini, la donna morta nello stesso incidente costato la vita a Lusenti. La camera ardente è allestita in via San Pietro e l'accesso è consentito sono con green pass.

Pubblicato su Gazzetta di Mantova