• Home
  •  > Notizie
  •  > Addio alla storica maestra Luigina Volpi: «Insegnava a guardare lontano»

Addio alla storica maestra Luigina Volpi: «Insegnava a guardare lontano»

L’insegnante è scomparsa nella sua abitazione di via Don Felice Paghera qualche mese prima di raggiungere i 102 anni

MONZAMBANO. Monzambano piange la perdita di Luigina Volpi, storica maestra del paese, scomparsa ieri nella propria abitazione di via Don Felice Paghera, qualche mese prima di raggiungere i 102 anni. Luigina è stata maestra elementare per ben 40 anni tra Monzambano e Castellaro, durante i quali non ha solo insegnato ma ha anche educato diverse generazioni, che ancora oggi la ricordano con grande affetto. Dopo 20 anni trascorsi ad esercitare a Castellaro Lagusello, nel 1969 si è spostata a Monzambano, dove ha insegnato fino al 1982, quando a 62 anni è andata in pensione. Con poco più di un secolo di esperienza sulle spalle, due anni prima di compiere i 100 anni festeggiati con una funzione in chiesa il 22 agosto 2020, ha scritto un’autobiografia, tutta a mano. Luigina, vedova Salvalai, era la più anziana di cinque fratelli che aveva già perso nel corso degli anni. L’unica figlia, Roberta, ha seguito anch’essa le orme della madre diventando a sua volta professoressa di lettere della scuola secondaria. L’ultracentenaria era molto amata dalla sua gente poiché, come ha rammentato Emilio Crosato, uno dei suoi tanti alunni negli anni dal 1950 al 1955, Luigina cercava di spingere i bambini a scoprire il mondo, a guardare lontano, applicando l’insegnamento individualizzato nonostante vi fossero le pluriclassi. Commoventi alcuni ricordi apparsi sui social da ex allievi, come ad esempio il torrone sul banco il giorno di Santa Lucia, oppure l’insegnamento non solo delle materie scolastiche ma anche di semplici gesti della vita quotidiana. Le esequie oggi, alle 9.30, nella chiesa di San Michele Arcangelo. 

Pubblicato su Gazzetta di Mantova