• Home
  •  > Notizie
  •  > Tanti amici all’addio a Peppino Rabitti

Tanti amici all’addio a Peppino Rabitti

Profondo cordoglio ieri mattina in San Barnaba per l’ultimo saluto al dottor Peppino Rabitti, 78 anni, scomparso martedì per malattia all’ospedale Carlo Poma e molto noto in città per le sue...

Profondo cordoglio ieri mattina in San Barnaba per l’ultimo saluto al dottor Peppino Rabitti, 78 anni, scomparso martedì per malattia all’ospedale Carlo Poma e molto noto in città per le sue tantissime amicizie in vari settori della vita cittadina.

Dalle prime frequentazioni dell'Ugm, l'Unione Goliardica Mantovana, da sempre fertile terreno di aggregazione e potente catalizzatore di sodalità giovanile, al duro lavoro di dirigente di una famosa multinazionale del farmaco.

«Peppino era Peppino – lo ricorda con affetto l’amico Gianni Cancellieri – registrato così all'anagrafe, non diminutivo di Giuseppe».

Uscito dal liceo scientifico Belfiore, si era laureato in Farmacia e aveva compiuto una brillante carriera in una multinazionale del settore: una carriera che peraltro lui stesso aveva consapevolmente limitato non accettando mai di trasferirsi da Mantova. «Mi danno del provinciale», commentava sorridendo, «e sarà anche così ma io so bene che cosa difendo con questa scelta di vita e vedo che cos'hanno perso e continuano a perdere colleghi più ambiziosi nelle loro arrampicate». Di indole mite, che però non gli impediva di essere pragmatico nella professione, il suo ideale era l'equilibrio e la gestione sensata dei rapporti umani. Peppino Rabitti lascia la moglie Giuseppina e le figlie Silvia ed Elisa.

Pubblicato su Gazzetta di Mantova