• Home
  •  > Notizie
  •  > Travolta da un’auto, muore pensionata

Travolta da un’auto, muore pensionata

Borgo Virgilio. La donna investita mentre attraversa la strada per andare in chiesa. Il decesso tre ore dopo in Rianimazione

Approfittando della lunga colonna di auto ferme ha attraversato la strada passandovi in mezzo, ma è stata sorpresa dall’improvvisa ripartenza delle vetture. È stata investita quando ormai le sarebbero bastati solo due passi per salire sul marciapiede. Cadendo a terra ha battuto con violenza la testa sull’asfalto e ha perso coscienza. Il suo cuore, tre ore dopo, ha cessato di battere nel reparto di Rianimazione. Marta Galeotti, residente a Cerese, aveva 79 anni.

L’incidente è avvenuto ieri pomeriggio, poco dopo le 17.30, in via Cisa a pochi passi dalla chiesa. Era proprio lì che l’anziana era diretta quando ha deciso di attraversare la strada. Sconvolto Nicholas Montaldi, il 21enne di Cerese che, alla guida della sua Bmw, ha travolto la 79enne.

«Me la sono trovata davanti all’improvviso - ha raccontato agli agenti della polizia locale di Borgo Virgilio intervenuti sul luogo del sinistro-. Ero incolonnato e quando mi sono rimesso in moto era lì».

Il giovane non ha avuto la possibilità di evitarla. La donna ha sbattuto prima contro il cofano e poi è caduta a terra picchiando violentemente la testa sull’asfalto. Un trauma gravissimo che non le ha lasciato scampo. Immediato l’intervento dei mezzi di soccorso che hanno trasferito la pensionata all’ospedale Carlo Poma di Mantova. I medici si sono subito resi conto delle condizioni disperate della 79enne. Trasferita in Rianimazione si è spenta nemmeno tre ore dopo l’incidente. Il magistrato, informato dell’accaduto, dovrà decidere se autorizzare o meno l’autopsia. Nel frattempo la salma è stata trasferita nelle camere mortuarie.

Addolorato il sindaco Alessandro Beduschi. L’incidente è avvenuto a pochi passi dalla sua farmacia. «Marta era molto conosciuta in paese. Era tra le donne più attive e intraprendenti della parrocchia».

Pubblicato su Gazzetta di Mantova