• Home
  •  > Notizie
  •  > Duplice omicidio, il padre di Anderson in galera

Duplice omicidio, il padre di Anderson in galera

ROMA. Un dramma personale interrompe il momento d'oro di Felipe Anderson. Il padre del giocatore della Lazio, Sebastian Thomas Gomes, è stato arrestato in Brasile con l'accusa di duplice omicidio in...

ROMA. Un dramma personale interrompe il momento d'oro di Felipe Anderson. Il padre del giocatore della Lazio, Sebastian Thomas Gomes, è stato arrestato in Brasile con l'accusa di duplice omicidio in seguito a un incidente stradale. A scatenare il tutto sarebbe stato un alterco tra Gomes e il trentenne Bruno Santos Silva, ex fidanzato della compagna dell’uomo. Silva, spaventato, sarebbe scappato in moto, inseguito in auto da Gomes che lo ha urtato facendolo cadere (Silva è poi deceduto in ospedale), perdendo il controllo del mezzo.

L'auto quindi ha sfondato il muro dell'abitazione della 61enne Noemia Caldeira Gomes che è morta sul colpo. Il padre di Anderson sarebbe fuggito per poi presentarsi a una stazione di polizia sostenendo di essere stato coinvolto in un incidente. Arrestato per omicidio colposo e volontario, l'uomo rischierebbe 30 anni di carcere.

Subito Anderson si è messo in contatto con il Brasile, senza rilasciare alcuna dichiarazione. La Lazio fa quadrato attorno a lui. «La società sicuramente gli sta vicina, lui è un grandissimo giocatore», spiega il patron Claudio Lotito. «Ha recuperato il trauma contusivo - dice il tecnico Stefano Pioli alla vigilia del match di Coppa Italia con il Torino -, si è allenato insieme alla squadra. L'altra vicenda è una cosa privata». I biancocelesti proteggono il proprio gioiellino, che fino a poco tempo fa era incappato nella classica saudade.

Pubblicato su Gazzetta di Mantova