• Home
  •  > Notizie
  •  > Addio al rivarolese don Angelo, animatore tra oratorio e mare

Addio al rivarolese don Angelo, animatore tra oratorio e mare

Era l’ultimo del paese a essere stato ordinato sacerdote, nel 1967. Giovedì 7 novembre i funerali a Cremona, ma venerdì cerimonia nel Mantovano 

RIVAROLO MANTOVANO. Dopo una lunga malattia è morto a Cremona don Angelo Scaglioni, ultimo rivarolese ad essere consacrato sacerdote, nel 1967 ( prima di lui, nel 1961, ci fu don Umberto Leoni, ancora vivente). Don Angelo era nato a Rivarolo il 3 ottobre 1942, secondogenito di Giulia Vescovi e Luigi Scaglioni.


Rinnovava il nome della sorellina Angela scomparsa pochi anni prima. Il principale ricordo lasciato in paese è quello di essere stato un grande animatore, anche dopo aver lasciato Rivarolo nel 1967 con la mamma Giulia come vicario della parrocchia di Cristo Re. Nel 1981 fu promosso parroco di Paderno Ponchielli che lasciò nel 1989 come titolare di Santa Maria Zaccaria da cui si è ritirato nel 2017 per malattia. Don Angelo ogni anno riuniva in parrocchia tutti i parenti per la festa della mamma.


Dopo l’ordinazione è tornato poco a Rivarolo, qui però dal 1999 era ogni anno al cimitero con un pullman di parrocchiani nel giorno della scomparsa della madre. Lascia ricordi indelebili ai ragazzi di Rivarolo nati negli anni ’40-’50 quando cominciò ad occuparsi di loro nei mesi estivi come seminarista.


Affiancava il parroco nei soggiorni marini a Monterosso al mare ad agosto. Era anche lui al soggiorno nel 1957 quando avvenne una tragedia che sconvolse il paese, allorché il suo compagno seminarista Costante Bignotti fu vittima di un treno nella galleria di Monterosso. Appena finite le scuole organizzava le lunghe “Olimpiadi”, una sorta di Grest del tempo con la ritualità olimpionica dell’accensione del tripode e delle gare con epicentro l’oratorio pieno allora di ragazzi. Chiudeva l’estate con uno spettacolo organizzato invece col vicario del tempo, il pianista di vaglia don Palmiro Ghidetti.


Don Angelo lascia il fratello Franco e tanti parenti. I funerali giovedì 7 novembre alle 15 con vescovo Napolioni nella chiesa interna al seminario di Cremona, quindi la salma sarà traslata nella chiesa di Rivarolo dove alle 21 si svolgerà la veglia di preghiera e venerdì alle 9. 30 la cerimonia di saluto prima della sepoltura nel cimitero di Rivarolo.


Attilio Pedretti


BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

 

Pubblicato su Gazzetta di Mantova